Commisso: “Sogno di portare in viola Mbappè o Messi. Ma senza lo stadio comprare giocatori top è difficile”

Commisso: “Sogno di portare in viola Mbappè o Messi. Ma senza lo stadio comprare giocatori top è difficile”

Il Presidente parla delle questioni più importanti in casa viola

di Redazione VN
Commisso

Rocco Commisso ha rilasciato un’intervista a Sport Mediaset:

Ripresa del campionato

“Troppi poteri, troppa burocrazia in fatto di ripresa. In America non abbiamo il Ministro dello Sport, io spero si arrivi ad una decisione che ci faccia giocare. La salute viene prima, ma mettiamoci d’accordo per giocare. Un positivo mette in quarantena la squadra? Non è giusto, non è così in Germania. Mi hanno chiesto perché mi sono aperto tanto sulla  questione Chiesa: io sono il più trasparente di tutti in Italia, gli altri presidenti non li sento parlare tanto”.

Calciomercato

“Una società come la Fiorentina non può fare con meno di 100 milioni di ricavi come fanno le squadre con introiti maggiori. Difficile comprare giocatori importanti se i ricavi non aumentano, per questo lo stadio è importante. Credo che tutti abbiano il nostro problema, quello di non poter investire più come prima; l’importante è poter mettere sul piatto altri giocatori. Il giocatore che sogno di portare in viola? Messi, Ronaldo, Mbappé… Si può sognare, ma siamo la Fiorentina, bisogna essere pratici e capirlo, anche da parte dei tifosi. Non è che non vogliamo, è che al momento non possiamo. Non abbiamo preso nessuna decisione, al momento, su nuovi giocatori”.

Centro Sportivo e stadio

“Per il centro sportivo ci sarà un ritardo di due mesi, l’obiettivo è finirlo entro il 2021. Per lo stadio, prima si andava fast fast fast, ora si va slow slow slow… Io chiedo di lasciarmelo fare se si vuole bene a Firenze, perché quello che faccio rimarrà lì, non me lo porterò via con me”.

Do you remember Luca Toni?

8 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Zinigata - 3 settimane fa

    L’arte del “””””giornalismo””””” sportivo: mettere in bocca parole mai dette.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Ry Codder - 3 settimane fa

    That’s Amore parla troppo.
    Basta che agisca come l’antipatico De Laurentiis che, senza stadio e con pochi dollari, ha portato ottimi giocatori e per poco non vince il campionato!
    W That’s Amore, Joe Sentieri, Prade’ e il grande Angeloni.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. andrea - 3 settimane fa

    Chi crede che sarebbe bastante uno stadio di proprietà per avere calciatori come Messi, è un illuso. Per essere delicato

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Up The Violets - 3 settimane fa

    Qua si continua a ciarlare amabilmente di punte e di trequartisti, di stadi e di grandi spese, ma nessuno sottolinea che poche ore fa un’indiscrezione de La Repubblica ha rilanciato che Gravina potrebbe imporre i playoff a dodici squadre e i playout a otto (quindi anche con la Fiorentina dentro) pur di finire questo c***o di campionato.

    Ma mi raccomando eh, noi (società compresa) continuiamo pure a chiacchierare di Belotti e di Paquetà (sorvolando sui Messi e gli Mbappé che erano chiaramente un’iperbole), di Chiesa e di Castrovilli e della nostra grande voglia di ricominciare a tutti i costi un campionato da tempo falsato e per la Fiorentina senz’alcun interesse di alta classifica, che se poi ci si ritrova a giocarsi la salvezza in una partita secca senza pubblico sarà sicuramente colpa d’altri!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Sblinda - 3 settimane fa

      Di fatto poco cambia con il finirlo. Se hai paura di retrocedere con i playoff dovresti aver paura anche di riprendere il campionato.
      È una formula orrenda, sono d’accordo, io chiuderei qui tutto. Ma se riprendiamo non possiamo avere paura della serie B.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. batigol222 - 3 settimane fa

    “Il giocatore che sogno di portare in viola? Messi, Ronaldo, Mbappé… Si può sognare, ma siamo la Fiorentina, bisogna essere pratici e capirlo, anche da parte dei tifosi”

    Quando si vuole mettere in bocca le parole che non sono state dette, Rocco ha detto questo. Ricordatevelo quando non si prenderà Belotti a 65 milioni, non vi ricordate solo del “Money is not a problem”
    Che tra l’altro era riferito a stadio e centro sportivo nel senso che ha le liquidità per farli senza dover cercare altri investitori, non nel senso che avrebbe preso 300 milioni e li avrebbe messi nel mercato dei giocatori

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Stefano Fantoni - 3 settimane fa

      “Difficile comprare giocatori importanti se i ricavi non aumentano, per questo lo stadio è importante”

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. batigol222 - 3 settimane fa

        Esattamente. Non che ci mette 100 o 200 milioni a mercato così a babbo morto, basta aver chiaro questo concetto

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy