Commisso: “I tempi per lo stadio sono lunghi, ma non per colpa mia. Se servono 10 anni, non lo faccio”

Commisso: “I tempi per lo stadio sono lunghi, ma non per colpa mia. Se servono 10 anni, non lo faccio”

Commisso ha parlato della questione stadio e centro sportivo

di Iacopo Nathan

Il presidente della Fiorentina, Rocco Commisso, ha parlato anche di questioni esterne alla fondazione Meyer in conferenza stampa:

Stadio? Sono colpito, credevo che negli ultimi 20 anni la questione fosse arrivata ad un punto più avanzato, invece non è così. Non posso se la via non è libera, quindi serve tempo, ma non per colpa mia. Voglio rispettare le leggi ed i costumi italiani, quindi mi servirà tempo, ma voglio ringraziare tutto.

Stadio e Centro Sportivo? In due mesi ci potrà essere la decisione definitiva e si inizierà a lavorare per costruire nel tempo più rapido possibile. Per lo stadio abbiamo molte opzioni, ad alcune siamo più vicini, ad altre più lontane. Ogni situazione presenta problemi, di tempistiche, tasse, location e via dicendo. Per trent’anni non è stato fatto nulla, vediamo cosa succederà nei prossimi mesi. Il percorso si deve fare, ma se servono dieci anni per lo stadio non lo faccio.

Non è la “prima volta”: nel 1950 il sindaco di Firenze annunciò lo stadio con 120.000 posti!

 

Commisso: “Da quando ho visto i bambini del Meyer sapevo di doverli aiutare, ecco le iniziative. Sulla maglia…”

 

36 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. johan14 - 4 settimane fa

    Commisso non immagina neanche la fortuna che ha avuto ad andare in America 60 anni fa. Qui siamo ancora nella preistoria. Lui è tornato per amore, per cercare di restituire alla sua terra natale un po’ di quella fortuna che lui ha avuto. Purtroppo per lui sarà tutto tempo perso. Mi fa tenerezza.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. CippoViola - 4 settimane fa

    Ma un si pole trovare qualcuno che ci piazza 1 tonnellata di dinamite nella notte? Quando non c’è nessuno. puff. sparito.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. rudy - 4 settimane fa

    Oltre ai burocratici tempi biblici il problema di fondo è che Mercafir e Comune non hanno (o non vogliono spendere) i 30 milioni che occorrono per il trasferimento del Mercato. Commisso è disposto a tirarli fuori ? I DV sappiamo che non erano disposti. Ma anche l’americano non credo sia venuto qui a fare regali al Comune.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. vecchio briga - 4 settimane fa

    Ma state tranquilli. Commisso è uno che è disposto ad acquistare i terreni e costruire con soldi propri. Non cerca regali né finanziatori. Fa bene a ribadire il concetto, ma secondo me a questo giro è più semplice che coi DV. Rifare il Franchi è una follia, per i costi enormi e i limiti che comunque ci sono. Cosa farci dopo? Rimettere la pista di atletica per ospitare competizioni internazionali come una volta. Farci giocare il rugby e magari farlo diventare la casa della nazionale. Grandi concerti ed eventi. Se vogliono è aperto tutto l’anno!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. fornamas63 - 4 settimane fa

    Messaggio neanche tanto in codice a chi pensa di prenderlo per il naso, vedi Nardella Mercafir e compagnia bella.
    Spero che nell’ ipotesi di Campi ci sia anche posto per lo stadio cosi va in tasca a tutti questi burattini.
    Campi è Firenze metropolitana se lo mettano in testa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Andrea - 4 settimane fa

    Ma Nardella non diceva che in poco tempo si faceva, che tutto era pronto………allora?????
    Solite promesse in politichese????

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Johan Ingvarson - 4 settimane fa

    No, ma era colpa dei Della Valle se lo stadio nuovo non si faceva.. come no…
    E c’è gente che a maggio ha pure rieletto quest’amministrazione… vaiavaia!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. vecchio briga - 4 settimane fa

      Se i DV accettavano la proposta originale di Renzi, che è quella di cui stanno ragionando ora Commisso e Nardella, lo stadio lo avevamo già da un pezzo. Ma loro avevano un progetto diverso, molto più grande, cittadella e quant’altro. Volevano i terreni in concessione, lo spostamento del mercato a carico del Comune o della Mercafir stessa, e cercavano i finanziatori per la costruzione. Oggettivamente un super progetto, non è questione di dare la colpa, ma un era po’ complicato in una città come Firenze. A Commisso basta lo stadio, secondo me la soluzione la trovano, ma è chiaro che un progetto nuovo riparte da capo mi sembra normale. Magari visto che il progetto è ridotto e che Commisso il terreno è disposto anche a comprarlo si fa prima..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. LupoAlberto - 4 settimane fa

    Non se ne esce: il Franchi con la soprintendenza o la Mercafir per la pesante ristrutturazione per fare posto allo stadio non si faranno in meno di 10 anni.
    Speriamo Rocco non si lasci frenare da nomi come “Campi” o Bagno a Ripoli”: sono territori facenti parte della Città Metropolitana di Firenze, per cui se trova un terreno adatto speriamo lo sfrutti, o non se ne fa di nulla.
    SFV

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. versiliese - 4 settimane fa

      Completamente daccordo specialmente se parliamo del centro sportivo . Quelli del Milan e dell’Inter sono in provincia di Varese e di Como, quello del Napoli di Caserta e qui siamo a guardare se ci si sposta di 3km in un comune limitrofo .

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. vecchio briga - 4 settimane fa

      Ma infatti per fare solo lo stadio non servono 80 ettari, un terreno se vuole lo trova. Bagno a Ripoli, Campi, Pontassieve, Scandicci avoglia!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. versiliese - 4 settimane fa

    La burocrazia è la rovina di questo paese dove in ogni settore tutti hanno diritto di parola , anche quelli che non c’entrano niente . Se poi miracolosamente il progetto passasse ci sarà sicuramente qualche comitato , qualche idiota qualunque sempre pronto al ricorso alla magistratura con conseguente allungamento a tempi biblici .
    Ma cosa vogliamo sperare se il sopraintendente alle belle arti di Firenze si prende 2 mesi per dare una risposta . Una cosa che è codificata da anni e lui, solo per dare una risposta praticamente scontata si prende due mesi !!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. zachini - 4 settimane fa

    Ma non era colpa dei Della Valle???
    o ricordo male…

    Vai..giochiamoci anche Rocco…
    “no stadio, no party”

    Vdz

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. user-2073653 - 4 settimane fa

      Io penso che i Della Valle di colpe ne abbiano una carrettata, la principale essersi affidati a dirigenti secondo me non adatti a gestire una squadra di A, peraltro di un certo livello. Tra tutte queste, sicuramente, non ci sono colpe relative allo stadio, che, al contrario, penso stiano tutte in capo alle varie amministrazioni e, in particolare, a quella comunale rimprovero di aver raccontato che andasse tutto bene e fosse tutto pronto quando in pratica non pare proprio sia così.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. batigol222 - 4 settimane fa

        Vero, però una differenza tra rocco e i dv resta: il primo sta dicendo chiaramente, una volta trovate le difficoltà invalicabili, che lo stadio non lo farà. I secondi sono andati avanti anni dicendo che si stavano facendo passi avanti e che c’era il progetto, annettendolo a quello sportivo anch’esso inesistente in questi ultimi anni. Mi pare una bella differenza

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. tifoso - 4 settimane fa

    Siamo veramente i peggio a Firenze.
    Si sta parlando di uno stadio di calcio ed eventualmente il centro sportivo.
    Non è la stessa cosa di centri commerciali e cazzi vari..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. claudio.godiol_884 - 4 settimane fa

    Caro Rocco…. l’Italia è rimasta come nel giorno che sei imigrato in America…..il consumismo ha cambiato le abitudini e gli stili di vita….ma la burocrazia è sempre la solita….resistente a tutto….ed è la nostra rovina.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Etrusco - 4 settimane fa

    Si son buttati 3 lustri tra plastici ed idee per costruire un nuovo stadio, ora si torna a pensare al vecchio…e sarebbe giusto perché tanto senza calcio ed uno stadio organizzato, anche farci altro è difficile. Quindi si alla ristrutturazione del Franchi ed ora è possibile dato che i vecchi pàtron non ci sono più. FVS!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. 29agosto1926 - 4 settimane fa

    Lo stadio di Firenze non è il Colosseo. Non ci passano i tuiristi a fare due foto ricordo e a visitare i sassi dove si riposavano i gladiatori. E’ una struttura viva, utilizzata dai contemporanei. Partite di calcio e grandi concerti di musica. Decine di migliaia di persone che palpitano, imprecano, incitano, sognano. Generazioni si sono passate il testimone sui quei gradoni. Allora una domanda bisogna avere il coraggio di porsela: è giusto che l’interesse artistico prevalga su quello di servizio? E’ legittimo privare i fiorentini di un impianto coperto e riorganizzato per offrire il miglior modo di seguire lo spettacolo? Non c’è una risposta. Non ancora. Però credo che questa domanda vada fatta anche alla Soprintendenza. Niente può essere immodificabile. Il vincolo è comunque frutto di una valutazione. E’ un atto burocratico, come una legge. Non un principio di vita. Si è modificata, e si intende farlo ancora, la Costituzione italiana. Si potrà valutare, con serenità e spirito laico, se non sia il caso di modificare il vincolo sul Franchi?
    E poi in ultimo ma non meno importante. Uno Stadio che esalta la D di Dice sì potrà demolire o ristrutturare?
    Non è una domanda è un DOVERE.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Dellone68 - 4 settimane fa

      Mi spiace tanto dirlo, ma evidentemente la Soprintendenza sta cercando di dichiarare al mondo che “esiste”. Un modo incredibile ed incomprensibile per affossare quello che fanno e loro stessi. La devono smettere di tutelare uno stadio che, come dici tu, non è certo nella lista dei tour operator del mondo! Ma figuriamoci. Chi lo viene a vedere? NOI che andiamo allo stadio la domenica, MA NON CERTO PER VEDERE LE SCALE ELICOIDALI. Ci sono italiani che vengono a Firenze a vedere il rudere? Neanche a contarli. Di che cosa parliamo? Di fuffa! Siccome il nuovo stadio NON SI FARA’ MAI per ovvie ragioni, devono dare il via libera a risistemare il rudere. Giù le curve e copertura. Signor Nardella e signor Soprintendente, datevi da fare. Quest’anno ci sono 28 mila abbonati che alla fine giudicheranno il vostro operato.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. 29agosto1926 - 4 settimane fa

      Pensavo che ci fossero meno di 8 fascisti su questo sito, invece…………………..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. claudio62 - 4 settimane fa

        No probabilmente ce ne sono di più ma sicuramente molti di questi non hanno capito a cosa alludevi, è un classico! 😉

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Brando - 4 settimane fa

        Attento, il tuo è un esercizio delicato. Dobbiamo abbozzarla con questo divisionismo. E’ ora di metabolizzare gli errori e gli orrori che il fascismo ha generato. Volenti o nolenti è la nostra storia e se il fascismo attecchì è perché le altre forze politiche non furono in grado di gestire lo strappo sociale che la prima guerra mondiale aveva provocato. Se non riusciamo a superare certi stereotipi come possiamo inveire contro una burocrazia che tarpa le ali del progresso ?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. 29agosto1926 - 4 settimane fa

          Se c’è una cosa che proprio non devo metabolizzare e che non metabolizzerò mai, caro amico mio, è proprio il fascismo che è stato, insieme ai gulag staliniani sono l’orrore che l’umanità ha saputo produrre.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Lo scatizzolagobbi - 4 settimane fa

    Gli unici stadi nuovi costruiti in Italia dopo lo scempio dei mondiali del 90 sono quelli “ricostruiti”dove c’era il vecchio impianto,vedi juve, Udine;Frosinone e adesso Bergamo. Impianti nuovi non ne sono stati fatti a causa della burocrazia e a causa delle solite infiltrazioni corruttive,quindi non è colpa solo del comune di Firenze…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. giglio68 - 4 settimane fa

    Caro rocco come darti torto…
    Tieni duro x tutti noi tifosi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. L'Omino di Ferro - 4 settimane fa

    E pensare che 6 mesi fa, in piena campagna elettorale, c’era chi diceva ai Della Valle che non avevano più scuse per non fare lo stadio perché per l’amministrazione era tutto a posto … Mi raccomando, ora facciamo scappare anche questi …

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. user-2073653 - 4 settimane fa

      Fosse tutto a posto, mi aspetterei a giorni la posa della prima pietra. Ma evidentemente non è stata detta tutta la verità…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. batigol222 - 4 settimane fa

      La verità mi sa che è che a firenze e in italia in generale stiamo con le pezze al cu*o, non abbiamo una lira per rifare le infrastrutture che abbiamo e che sono molto datate. Vedi ponte morandi, prima ancora degli stadi, e sicuramente ci sono altri ponti e opere pubbliche in quelle condizioni. Non abbiamo i soldi per rifarli a livello comunale o statale e quindi si aspetta il miliardario di turno che ci metta i soldi.
      Vuoi fare lo stadio alla mercafir? Non c’è problema, paghi lo spostamento della mercafir, l’abbattimento, la ricostruzione sempre della mercafir e poi a quel punto puoi comodamente rifarti lo stadio.
      Vuoi rifare il franchi? Si ma fai anche la variante urbanistica, con la riqualificazione di tutta campo di marte e magari anche i collegamenti con tramvia e viabilità per rendere lo stadio al passo con i tempi in tutto e per tutto.
      Dove ti giri c’è qualcuno che chiede soldi, e non pochi, è logico che così qualsiasi industriale ti dà picche. Questo sia che si chiami Commisso che Della Valle

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. Dellone68 - 4 settimane fa

    Ma coprano il Franchi, facciano buttare giù le curve e la facciano finita. Rocco ha ragione. Ha parlato chiaro. A chi interessa ancora uno stadio a forma di D = Duce? Solo ai MALATI DI MENTE. Fra i quali è possibile che ci sia qualcuno anche nelle varie Soprintendenze che devono essere interpellate. Ma BASTA. BASTA. Possibile che si debba essere umiliati così con questi trastulli del secolo scorso? Se la Fiorentina non giocasse più al Franchi, nel giro di tre mesi farebbe la fine del Flaminio a Roma (non so se l’hanno riutilizzato per qualcosa, ma un pò di anni fa era un rudere con piante che arrivavano sopra gli spalti). Poi vorrei vedere la Soprintendenza a tutelare la forma a D. Ma la facciano finita. E’ una vergogna colossale di cui non frega NULLA a NESSUNO.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Conte Uguccione - 4 settimane fa

      Ma cosa c’entra la forma a “D”??? Se invece che abbaiare vi foste informati, avreste ben chiaro che il problema verte sulla scala in maratona. Ma dovete sempre buttarla sull’aspetto storico invece che architettonico! Chi vuoi che ci sia in soprintendenza? Un gruppo di nostalgici? Ma abbozzatela

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. giglio68 - 4 settimane fa

        Vero concordo, non è la D il problema, ma le scale ellittiche, la copertura di tribuna e la torre.
        A suo tempo il franchi era e resta un capolavoro di architettura, studiato nelle università di ogni dove.
        Purtroppo per il calcio moderno è diventato inadeguato e piuttosto bruttino!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Dellone68 - 4 settimane fa

          Mi spiace ma siete voi che non siete abbastanza informati e non leggete (al caro Conte Uguccione, soprattutto). La forma a D è stata tirata fuori pochi giorni fa dal Soprintendente Pessina. Le scale elicoidali, la torre di Maratona e la pensilina della tribuna non sono sufficienti. Il vincolo si estende su tutto lo stadio in quanto realizzato con quella particolare forma ed in quelle modalità. Sembra assurdo ma questo è quanto emerso due o tre giorni fa proprio dal Soprintendente. E’ stato pubblicato anche su questo sito. Chiedete alla redazione e vedrete che non mi sbaglio. Saluti.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
        2. massimociommei - 4 settimane fa

          lo stadio resta un capolavoro? Ma se viviamo in un paese dove mandano in rovina Pompei dichiariamo lo stadio Franchi monumento nazionale?Ma per favore

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. Horsenoname - 4 settimane fa

    Allora non si farà perchè la burocrazia è quella , anni e anni a discutere del nulla e soprattutto a frenare ogni lavoro , è così dagli anni ’50 , non cambierà certo adesso perchè è arrivato un presidente concreto

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. curra. - 4 settimane fa

    Che poi se ti dicono 10 anni sono 20

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy