Commisso all’uscita da Coverciano: “Tanto lavoro da fare”

Questa mattina Commisso ha visitato la casa della nazionale italiana

di Redazione VN

Sono emozionato perché per me che sono sempre stato un tifoso della Nazionale italiana e della maglia azzurra, è la prima volta che vengo qui. Ho vissuto la storia del calcio italiano da sempre e guardate un po’ la coincidenza quando l’Italia ha vinto il Mondiale in Germania ero a Firenze“.

Visita all’interno del centro tecnico di Coverciano questa mattina per il neo proprietario della Fiorentina, Rocco Commisso, che dopo aver incontrato l’ex presidente esecutivo viola, Mario Cognigni, in pieno centro a Firenze, ha voluto per la prima volta nella sua vita ammirare quella che è per eccellenza la ‘Casa degli azzurri’.

Introdotto nel suo tour dal direttore di Coverciano Maurizio Francini, Rocco Commisso ha visitato il campo centrale di Coverciano, gli spogliatoi ed ha fatto una breve visita anche all’interno del Museo del calcio.

Nel corso della visita alla struttura, Commisso ha avuto un contatto telefonico per un saluto in forma privata con il presidente della Figc, Gabriele Gravina. “E‘ rimasto molto colpito dalla sua visita al centro tecnico di Coverciano -ha raccontato Maurizio FranciniHo visto un uomo entusiasta, emozionato nel giro che ha fatto al Museo del calcio e alla ‘Hall of fame’ del calcio italiano. Si e’ posto come persona molto affabile, semplice, e felice di aver l’opportunita’ di visitare Coverciano. Mi ha detto che parlera’ molto bene di questo centro negli Stati Uniti“.

Maurizio Francini ha donato a Rocco Commisso una maglia ufficiale della Nazionale italiana ed un cappellino del centro tecnico di Coverciano. “Abbiamo tanto lavoro da fare, non so ancora quanto resterò in città” ha dichiarato ai giornalisti Rocco Commisso alla sua uscita da Coverciano.

Italpress

vnconsiglia1-e1510555251366

VN – Nuova Fiorentina, ma Antognoni resterà

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy