Chiesa: giocare con il sorriso, ecco il suo segreto

È lui uno dei maggiori protagonisti dell’ultimo periodo viola

di Redazione VN

Benedetto Ferrara sulle colonne de La Repubblica parla di Federico Chiesa. Quando è uscito dal campo tra gli applausi mancavano nove minuti al novantesimo, e quindi, secondo i generosi calcoli dell’arbitro Banti, un quarto d’ora alla fine della storia. Stanco ed emozionato, Federico Chiesa ha ringraziato la sua gente. La sua notte speciale l’attaccante di Sousa se l’è conquistata da solo. «Eravamo tutti in tribuna, è stata una emozione pazzesca. Per me, mia moglie e gli altri due figli. Vedere Federico così felice ed emozionato ci ha quasi commosso», racconta Enrico, che ci tiene sempre a dire quello che poi conta di più. Federico gioca a pallone perché si diverte. Nessuno lo ha spinto a fare il calciatore, semmai la famiglia lo ha aiutato a gettare le basi per non rischiare di perdersi. E questa è la forza del ragazzo: divertirsi, girare col sorriso e non tirarsela troppo.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Zinigata - 4 anni fa

    Grande Enrico!
    Grande Uomo e grande Calciatore!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy