Cecchi: “Per Iachini sto perdendo le parole. Prandelli? Sì, ma ad una condizione”

Le parole dell’opinionista: “Iachini sa di calcio cento volte più di me, ma devo dire di non aver capito ancora le sue scelte recenti”

di Redazione VN
Cecchi

Il giornalista Stefano Cecchi è intervenuto ai microfoni di Radio Bruno durante il Pentasport: “Iachini non lo avrei mai confermato in estate, poi mi ero ripromesso di difenderlo ma ora deve scusarmi: sto perdendo le parole. Iachini sa di calcio cento volte più di me, ma in tutta onestà devo dire di non aver capito ancora le sue scelte recenti. Quello che ha fatto a Roma mettendo prima Callejon e Ribery in tandem e poi il tridente di prime punte è testimonianza di un allenatore che sente la pressione. Ma parliamo di Prandelli: secondo voi si merita di essere etichettato come traghettatore? Semmai propongo di creare per lui un ruolo che vada oltre quello di un semplice traghettatore. Lo prenderei volentieri ma a questa condizione”.

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. cavalierimarco5_11432246 - 3 settimane fa

    Va fermato subito Sarri,se non vuol venire a Gennaio,per il prossimo campionato. Prandelli subito,che poi rimanga in società come DT o quello che vuoi,ci vuole gente in società che ami questa maglia e lui è viola nel midollo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. underdog - 3 settimane fa

    Non si deve fare una nuova scommessa rischiando di trovarci fra un anno nella medesima situazione.
    Se non è possibile arrivare a un allenatore top subito, bisogna prenotarlo per il prossimo campionato.
    Chiunque arrivasse al posto di Iachini adesso, potrebbe restare solo in caso di miracolo calcistico.
    Se la Fiorentina arrivasse quarta o quinta in campionato, allora la riconferma dovrebbe essere automatica…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. alesquart_3563070 - 3 settimane fa

    E’ quello che pensano tutti…certo che devono comunque contattare immediatamente il tecnico per il prossimo anno

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy