Castrovilli: “A 12 anni volevo smettere di giocare a calcio, mio zio…”

Castrovilli: “A 12 anni volevo smettere di giocare a calcio, mio zio…”

Le parole del giovane centrocampista viola

di Redazione VN

Gaetano Castrovilli ha parlato a Radio Selene condividendo alcuni momenti delicati del suo passato:

Avevo pensato di smettere a dodici anni. Quando vedevo la mia famiglia in difficoltà per permettermi di allenarmi era doloroso, fu mio zio a dirmi di non mollare. Il mio passato da ballerino torna utile in campo, alcuni passi mi sono serviti nel calcio. Ultimamente ho limato dettagli di gioco che mi hanno fatto migliorare, a livello tattico e soprattutto palla al piede.

Croce su Castrovilli: “Può ambire a un top club. Sa fare tutto con eleganza”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy