Viola News
I migliori video scelti dal nostro canale

news viola

Caro Dusan ti scrivo… Lettera aperta di un tifoso

GERMOGLI PH: 11DICEMBRE 2021    FIRENZE STADIO ARTEMIO FRANCHI CAMPIONATO SERIE A TIM FIORENTINA VS SALERNITANA NELLA FOTO GOL ESULTANZA VLAHOVIC

Una lettera aperta indirizzata a Dusan Vlahovic da parte di un nostro lettore, tifoso viola toscano, ma lontano da Firenze.

Redazione VN

Riceviamo dal nostro lettore Fabio questa lettera appassionata indirizzata a Dusan Vlahovic, decisamente l'uomo del momento nel calcio italiano 

Buongiorno signor Vlahovic,

sono toscano anche se da molti anni vivo altrove. Ho il triplo dei suoi anni. Quando ero un bimbetto ho assistito a molte partite della Viola l’ultima volta che abbiamo vinto lo scudetto allorquando a fare il suo mestiere era Mario Maraschi.  Sono un suo ammiratore sin dalle prime sue apparizioni con la maglia viola in Primavera, quando era ancora un ragazzone. I miei amici mi sono testimoni: subito ho capito e detto che lei aveva “numeri” da fuoriclasse.

Ha tutto, il fisico, una grande solidità, una volontà e determinazione granitiche, l’etica del lavoro, un talento cristallino e cervello. Potremmo definirla un diamante già abbastanza sgrezzato che potrà diventare nel giro di uno o due anni uno dei più luminosi a livello planetario. Lei fa un mestiere pieno di insidie: uno dei più grandi attaccanti che mai abbiano calcato i campi da gioco, Van Basten, è stato costretto a interrompere bruscamente per problemi fisici. La carriera di un calciatore professionista è di breve durata, in un mondo come il nostro in cui i soldi hanno assunto un valore preponderante rispetto a tutto il resto, tutti concordano nel credere che l’aspirazione di un calciatore a far più soldi possibile sia logica e naturale. Lei, signor Vlahovic, ha tutte le caratteristiche per poter ambire a soldi, ammirazione e fama.

Io non so se lei è un uomo libero di scegliere il suo futuro. Se non lo è mi dispiace per lei. Continuerò ad ammirare le sue gesta ovunque i suoi “padroni” decideranno di mandarla per poter spremerla meglio. Se invece lei è libero e può decidere cosa fare del suo futuro, cosa che, mi creda mi auguro con tutto il cuore, la invito a prendere in considerazione d’idea di legarsi alla squadra che ha creduto in lei e le ha offerto la possibilità di esprimere il suo straordinario talento.

Ho simpatia per il nostro Presidente Commisso. E’ un uomo capace e ambizioso che ha comperato la Fiorentina perché ama il calcio e il suo paese d’origine. Non credo proprio che il Presidente Commisso abbia bisogno di lucrare sulla Fiorentina e penso che il suo vero e unico obbiettivo sia quello di vincere. Sempre che lei sia un uomo libero, perché se non lo è ha tutta la mia compassione e comprensione, e sarà costretto a fare quello che altri sceglieranno per lei, potrebbe decidere di andare in Inghilterra, in Germania, in Spagna, in Francia in una delle squadre più forti e blasonate del panorama internazionale, magari dopo aver atteso la scadenza del contratto che la lega alla Fiorentina firmando un quinquennale da 20 milioni o più a stagione.

E se restasse a Firenze per vincere con Commisso? Intorno a lei potrà essere costruita in breve tempo una squadra forte, sempre più forte. Io sono certo che Commisso non ha comperato la Fiorentina per guadagnare. E’ un imprenditore di successo e nel giro di qualche anno, quando avrà capito ancora meglio come destreggiarsi in un mondo marcio come quello dell’industria del pallone, aumentando i ricavi saprà allestire una squadra competitiva a livello prima nazionale e poi internazionale.

Le grandi squadre sono piene di debiti fino all’inverosimile e non è da escludere che prima o poi almeno qualcuna scoppi. Chi poteva aspettarsi il fallimento di Lehman Brothers? Lei potrebbe guadagnare molti milioni anche a Firenze, magari firmando rinnovi di anno in anno “costringendo” la proprietà a costruire intorno a lei la squadra forte in cui merita di giocare. Da Commisso, tanti o pochi che siano i soldi li prende di sicuro, se va ad esempio all’Arsenal o al Barcellona o al Real che hanno debiti insostenibili, magari un giorno non la pagheranno più perché le autorità sequestreranno  tutto.

Ci pensi bene giovane e valentissimo signor Vlahovic. In bocca al lupo. Le auguro una luminosa carriera

Fabio P.

tutte le notizie di