Callejon, c’è un equivoco tattico: e i numeri della sua prestazione lo confermano

Callejon non è ancora al 100%, ma nel ruolo di seconda punta non rende al meglio: il suo habitat naturale è la fascia

di Stefano Niccoli, @stefanoniccoli3
Callejon

Sessantasei minuti in campo dopo la comparsata di Cesena contro lo Spezia. Beppe Iachini ha puntato (anche) sull’estro di Callejon contro l’Udinese. Peccato, però, che l’estro non si sia visto. Prima di tutto perché lo spagnolo non è ancora al cento per cento della condizione fisica. Seconda motivazione: il ruolo. L’ex Napoli è stato schierato seconda punta. Posizione ricoperta quando giocava nel Real Madrid, una vita fa. Le fiammate sono state davvero poche. Unica eccezione: il passaggio per Bonaventura, autore poi del cross da cui è nato il gol di Castrovilli.

I numeri di Josè contro l’Udinese, forniti dal sito della Lega Serie A, non fanno altro che confermare le sue difficoltà a giocare in mezzo al campo. Tiri: 1; falli subiti: 1; recuperi 2. I palloni giocati sono stati appena 15. Peggio di lui hanno fatto Pezzella (11) che, però, è un difensore, Venuti (7) e Pulgar (13), quest’ultimi due entrati all’80’. Non è finita. Solo 6 i passaggi riusciti, uno in più del compagno di reparto Vlahovic. La percentuale di passaggi riusciti/tentati si assesta sul 67%.

Andiamo avanti. Callejon è sempre stato un motorino. Contro l’Udinese, però, è come se non avesse corso. Lo spagnolo non compare nella top cinque relativa alle performance chilometriche:
1) Amrabat: 10,913 km;
2) Castrovilli: 10,91 km;
3) Biraghi: 9,559 km;
4) Caceres: 9,519 km;
5) Milenkovic: 9,304 km.
In totale la Fiorentina ha percorso 101.061 chilometri contro i 97.981 dell’Udinese.

Guardate anche la posizione media. Nel primo tempo Callejon è stato il riferimento più alto della squadra di Iachini. Nella ripresa si è “fermato” sulla linea di centrocampo.

Fiorentina-Udinese-posizioni-medie

Il discorso non cambia se si osserva la posizione media durante il possesso palla a favore.

Fiorentina-Udinese-posizioni-medie

Interessante anche il dato (che deve far riflettere Iachini) sui tocchi nell’area avversaria: appena 2 su un totale di 15. Quelli dell’Udinese sono stati 34, di cui 8 di Okaka, autore della doppietta, e 5 di Lasagna. La sensazione, ma probabilmente è una certezza, è che ci sia un equivoco tattico. Le caratteristiche di Callejon le conosciamo bene: il suo habitat naturale è la fascia.

8 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Bob - 1 mese fa

    A me mi fate ridere: ma c’è bisogno di fare un analisi così per capire che Iachini lo ha fatto (apposta per me) giocare fuori ruolo dopo sei mesi che dicevamo che deve giocare esterno con la difesa a quattro? Lui ha continuato a schierare (apposta o perché è incapace) la difesa a tre e lo ha messo punta. Cambiando ruolo all’ennesimo giocatore

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. jameslabriexxx - 1 mese fa

    La domanda è ma Iachini lo voleva callejon? È stato acquistato per lui? Per il suo fisso 352!?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. simuan - 1 mese fa

    …equivoco tattico???…diciamo che non si mettono palloni per gli attaccanti nemmeno a morire, ma quale equivoco tattico!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. mannuccigabriele7_14377276 - 1 mese fa

    Callejon seconda punta è una pietra tombale per le speranze del tifo viola di vedere un altro modulo che non sia il 352. È incredibile veramente la testardaggine di questo allenatore. Questa squadra galleggera’ a metà classifica tra qualche vittoria e qualche sconfitta ma non sarà mai né carne né pesce. Mai.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. viola47 - 1 mese fa

    Erano necessarie tutte queste statistiche per rendersi conto di quale fosse la posizione ottomale per lo spagnolo ? Forse potevano essere mandate ad Iachini che cerca sempre di tirare fuori dal cilindro qualcosa di eclatante mentre la semplicita’ usualmente ripaga.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Ganzo schiver - 1 mese fa

    Semplice callecon nel 352 non ci sta

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Nicco - 1 mese fa

    Qui l’unico equivoco è Iachini ancora sulla panchina della Fiorentina

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. SoloLaViola - 1 mese fa

    E quindi? Iachini non sa fare altro che il 3-5-2, gli stiamo chiedendo di parlare arabo senza che abbia mai preso una lezione. Questa è la vera sciagura.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy