Calamai: “Non capisco la rabbia verso Corvino. Montella? Non lo terrei”

Il giornalista della Gazzetta dello Sport afferma con forza: “Il dirigente leccese merita rispetto”

di Redazione VN

Il giornalista de La Gazzetta dello Sport, Luca Calamai, è intervenuto a Radio Bruno Toscana:

Pantaleo Corvino sta dicendo addio alla Fiorentina. E sinceramente non capisco tutta questa rabbia nei confronti della persona, che merita assolutamente rispetto. E’ un uomo di settant’anni che ha sempre amato la maglia viola e cercato di fare il meglio possibile. Ha sbagliato, e allora? Tutti noi sbagliamo. Non l’ha mai ammesso, ma ditemi voi in questo mondo un manager ai vertici di un club che chiede scusa per i propri errori. Ripeto, basta, guardiamo avanti e rispettiamo le persone. Anche con Montella: probabilmente resterà, diamogli fiducia. Io non lo terrei ma capisco la scelta di Commisso: ha preso un grande club in dieci giorni e deve affrontare, gestire e risolvere mille problemi. Pensiamo al futuro con ottimismo, basta pensare al passato. Chiesa? Sarà un braccio di ferro ma penso che possa rimanere.

Violanews consiglia

Commisso e Barone con responsabile legale viola: risoluzione del contratto di Corvino?

50 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Horsenoname - 1 anno fa

    Purtroppo la redazione di Violanews è affiliata alla Gazzetta e credo sia per questo che si da così spazio a Luca Calamai , vorrei solo precisare che questo signore nelle scelte di mercato di Corvino sia quella di Giugno che quella di Gennaio ha dato come voto tra il 7 e 8 ; senza poi fare autocritica per il raggiungimento della salvezza all’ultima giornata e con il 16° posto in classifica affermando di avere sbagliato giudizio ; sinceramente un pronostico così era difficile farlo anche per chi come molti di noi non sono esperti di mercato , perciò il Sig.Calamai dovrebbe parlare di altro e non del suo amico “Pantaleo” perchè deve riconoscere che non da giudizi obiettivi in merito

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. emilio - 1 anno fa

    …. SE CALA MAI DIFENDE CORVINO E SE LA PIGLIA CON MONTELLA VUOL DIRE CHI SIAMO SULLA STRADA GIUSTA… COMMISSO DEVE TELEFONARE A CALAMAI E POI FARE IL CONTRARIO … SUCCESSO ASSICURATO..AMEN

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. 6 Luglio 2019 - 1 anno fa

    e’ evidente che lui paga la sua arroganza, e’ altrettanto evidente che l’ignoranza non ha confini e l’anonimato della tastiera aiuta…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Horsenoname - 1 anno fa

    Corvino come essere umano meritya rispetto sono pienam,ente daccordo , come dirigente assolutamente no ; è vero che fosse un dipendente ma è altrettanto vero che in 3 anni ha sperperato 150 mln acquistando dei fallimenti di giocatori che oggi sono impossibili da rivendere e purtroppo per lui quello non è certo colpa dei proprietari , è solo farina del suo sacco , quindi caro Calamai stai difendendo l’indifendibile , anche perchè chi dovrò fare il mercato si troverà diu fronte ad una patata non boillente ma di più , c’è chi parla di ottimo lavoro fatto da Corvino a Firenze , ma vendere Bernardeschi , Borca Valero ,. Vecino , Ilicic non era difficile avevano mercato , ma personaggi come Maxi Olivera , Cristoforo , Saponara ecc voglio vedere come saranno venduti , purtroppo il povero Commisso se li trovaerà sul groppo e non saprà chi ringraziare , quindi secondo me Calamai dovrebbe smettere di raccontare barzellette e iniziare a ragionare seriamente dando pane al pane e vino al vino ; Corvino con tutto il rispetto per la persona è meglio se ne torni al paesello

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. fabio1926 - 1 anno fa

      Il rispetto lo merita sia l’uomo che il dirigente. Poi possiamo criticare tutto quello che vuoi.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Horsenoname - 1 anno fa

        Affermavo che nonostante non abbia avuto i mezzi di altre stagioni ha buttato molti soldi nel cesso , non conosco il motivo e adesso quyei giocatori li hai sul groppone e non sarà facile smaltirli , per questo dicevo che a livello dirigenziale almeno gli ultimi 3 anni sono stati un bagno di sangue , e comunque anche con le poche risorse che poteva avere a disposizione ha fallito , almeno che tu non giudichi positivo aver smantellato tutto per rendere felice il padrone grosso

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Icaro - 1 anno fa

    Pazzesco che venga ancora dato spazio a questo tizio

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. bitterbirds - 1 anno fa

    se c’ha settant’anni vorrà dire che alla posta gli fanno lo sconto anziani.
    ma guarda che ragionamenti si deve sentire, ha sbagliato, non chiede mai scusa, ci manca solo che porti via l’argenteria durante i party e siamo a cavallo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. MATTEO1926 - 1 anno fa

    Corvino era un dipendente…è chiaro che se gli danno due spiccioli per fare mercato deve andare a trovare scommesse…prestiti o bolliti in cerca di rilancio!!!
    Da quando è tornato purtroppo ne ha azzeccate poche,quindi è giusto che vada.
    Ma il rispetto e il saluto io glie lo faccio più che volentieri, non ha mai nascosto l’amore per la nostra maglia…i molteplici errori che ha fatto sono per la maggior parte dei fratelli D.V.
    Lo mandavano a fare mercato con due spiccioli.
    Ciao Pantaleo,grazie per i famosi 4 scudetti che te ami tanto ricordarci….in passato ci hai fatto divertire

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. user-2073653 - 1 anno fa

    Calamai può avere ragione sulla forma, ma non certamente sulla sostanza. Partiamo dal fatto che se a me offrono un lavoro di primario ed uno stipendio da 10.000 Euro al mese, e se ne fregano se ogni tanto ci scappa il morto perché il bisturi non lo so neanche tenere in mano, magari ci vado anche io, ed io sinceramente penso questo di Corvino…cioè che sia una persona non in grado di fare il DG in serie A, opinione mia, magari sbagliata, ma tant’è, non la cambio essendo questa basata su tanti aspetti. Corvino ha trovato una società che crede ciecamente in lui, si sente dire da mezzo mondo del calcio che ne capisca più lui di chi il calcio lo ha inventato, quindi magari ne sarà anche convinto, perché dovrebbe andarsene con la fiducia dei Della Valle? Ecco, se fino a qua lo capisco, ed infatti i responsabili di tale scempio sono solo loro che ce lo tenevano in sella, io di fronte ad una retrocessione scampata all’ultimo secondo, dopo un cambio di proprietà, avrei almeno avuto il buon gusto di offrire le mie dimissioni al nuovo presidente, anche perché gli scudetti, a Firenze, li ha vinti solo nei suoi sogni. Non avendo Corvino fatto questo, a mia modestissima opinione una bella figura non ce la fa, e se la gente non lo ha in simpatia non c’è da stupirsi…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Aoi_Haru - 1 anno fa

    Incredibile, vuole il rispetto per Corvino che ha messo su una squadra da Serie B ma cambierebbe allenatore. Ora, a me Montella non è mai piaciuto nemmeno ai tempi in cui giocavamo in Europa con gli Spurs, ma che colpe avrebbe uno che viene messo ad allenare in corsa una squadra mentalmente a pezzi, dandogli il vantaggio di conoscere i giocatori prima che inizi la stagione successiva? Vuole rispetto da una parte e licenzierebbe un allenatore senza colpe e l’intero staff senza motivo. Un genio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Antonio da Papiano - 1 anno fa

    Comisso deve fare miracoli. Rientrano 40 giocatori in prestito di cui alcuni con ingaggi non trascurabili (Saponara, Cristoforo), 5 giocatori a fine prestito da sostituire (Mirallas, Gerson, Pjaca, Muriel, Edmilson). Se decidono di vendere Chiesa, Veretout e Milenkovic devono acquistare 8 nuovi giocatori. Poi devi avere una panchina degna di questo nome e si aggiungono almeno altri tre acquisti che puoi integrare con qualche giovane di belle speranze. A questo bel quadretto si aggiunge il problema Simeone costato 15 milioni di Euro. Se lo vendi è certa una minusvalenza. Se lo tieni cosa fai ? Scommetti una nuova stagione su un attaccante che non segna ? Introiti dei diritti TV ridotti rispetto allo scorso anno a causa della posizione in classifica. Niente coppe, nessuno sponsor e 16 milioni di Euro di buco di bilancio. Della Valle e Corvino gli hanno lasciato una montagna di letame da spalare. Forza Rocco e forza viola…va bene se il prossimo anno facciamo un campionato tranquillo…per i sogni ci vuole un po’ di tempo ed è giusto cosi !!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Capitano Ferrucci - 1 anno fa

    Non ci sono parole…
    Nessun rispetto nemmeno per la persona…
    Arrogante, presuntuoso, bugiardo (disse che era tornato per provare a vincere, invece era tornato esclusivamente per motivi di risanamento senza alcuna attenzione al progetto sportivo)…
    Dei risultati poi non parliamone nemmeno: ultimi 6 anni di gestione senza ingresso in Europa…
    CHAPEAU

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Marco poggianti - 1 anno fa

    Sig Calamai…intanto le dico e La saluto e La stimo tantissimo …ma purtroppo non condivido neanche una delle sue parole di conforto per il pennuto.
    Prima di tutto nn riesco a capire come si possa far capire un analfabeta di tal genere..
    In secondo luogo non ho mai sentito cotale soggetto far mai autocritica e mi creda che ne ha avute a decine di occasioni
    Terzo…come potranno esser gestiti i 30 bidoni da lui acquistati ora che son tornati tutti all ovile(ekkiselipiglia!)
    La vittoria di Mr Rocco sara quella di riuscire a sbarazzarsene…altro che chiesa.
    Quarto ed ultimo punto non ha mai messo il suo faccione in tribuna neanche una volta…che viscido.

    Dunque…se ne fara una ragione…l importante e’ che se ne vada presto e in silenzio..la sua incompetenza qua è stata peggio di attila.
    Io dono un mefico se avesdi sbagliato la decima parte di lui ora farei carciofi.
    Con stima…
    Marco

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. ottone - 1 anno fa

    Per me molto semplice: via tutti, da Corvino in giù. Il presidente non lo conto perché non contava nulla. Chiesa a parte, via tutti. Non vorrei vedere più nessuno di quelli che hanno portato in giro questa immagine di Firenze e della Fiorentina (=un branco di falliti e perdenti nati). Poi tra il volere e la realtà ce ne corre.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Etrusco - 1 anno fa

    Incredibile, stavolta e per la prima volta concordo con quanto scritto dal Cala, mi devo preoccupare?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. fabio1926 - 1 anno fa

    La rabbia contro Corvino è tipica dei tempi da “leoni da tastiera” che viviamo. Poi si sa, al mediocre piace menare il perdente. Che pena.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. TonyManero - 1 anno fa

    Certi concetti sono troppo difficili da capire per i cafoni bottegai. Inutile sperare che capiscano.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Gasgas - 1 anno fa

      5 anni al comando e 5 anni di mediocrità, due salvezze dalla b…cosa ci sarebbe da capire o da insegnare?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. Violaceo - 1 anno fa

    Ma te , icche’ tu capisci

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. giusetex7_9905901 - 1 anno fa

    Come già detto in passato per me Corvino è più portato a costruire squadre fisiche, a partire dal centrocampo, e mal si concilia con l’idea tecnica di Montella nel caso venisse confermato. Per questo motivo e anche per essere stato preso di mira dal tifo non lo confermerei, ogni futuro errore sul mercato verrebbe ingigantito. Poi si ragiona sui fatti e su questi la nostra rosa ha triplicato il suo valore da quando c’è Corvino. La società non ha investito più da quando è arrivato e lui ha dovuto per forza di cose comprare a poco con più possibilità di rischio. Molti giocatori non sono mai stati utilizzati dal mister, altri non hanno reso e molti hanno aumentato di molto il loro valore. I piazzamenti degli ultimi anni per me sono da attribuire maggiormente alla gestione della rosa da parte degli allenatori, prima Sousa e poi Pioli. Simeone per citarne uno l’anno scorso fece 15 gol e 6 assist, quest’anno solo 6 gol, il calo di rendimento non può essere imputato al Ds. Lo fanno i tifosi perché come sempre bisogna trovare il colpevole ma personalmente cerco di andare oltre. Su Montella si mente spudoratamente, a parte i tre anni splendidi con noi dove giocammo forse anche meglio del Napoli di Sarri, al Milan si trovò in un periodo di ricostruzione gestito male dal Milan e vinse pure un trofeo, da allora lì non hanno fatto grandi risultati mi pare. Al Siviglia andarono in finale di coppa del re e ai quarti di Champions cosa storica per il club ed ovviamente calarono in campionato. Ps all’Inter hanno speso 90 milioni per dalbert e Joao Mario, li avete visti giocare? Novanta…e la squadra con i giocatori che si ritrova è arrivata in Champions l’ultima giornata, per caso qualcuno ha sentito contestare ausilio? E noi per qualche milione speso male e diverse scommesse perse, ed altre vinte, facciamo il solito casino. Dobbiamo crescere come ambiente altrimenti neanche i soldi di questo imprenditore basteranno.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. Dellone68 - 1 anno fa

    Caro Calamai, non c’è nessuna rabbia o acredine personale verso Corvino, al di là delle battute che ogni tanto ci permettiamo di fare. Sono dieci anni che è qua e, oltre al fatto che negli ultimi cinque anni ha costruito squadre da serie B facendo girare una cinquantina di giocatori per ogni sessione di calciomercato estiva ed invernale, ha preso montagne di bidoni. Poi è visto, e credo giustamente, come la connessione con la vecchia proprietà e con un modo di lavorare che non piace più. Se non si cambia ora quando? Ci possiamo permettere di criticarlo? Se non le piace, gentile Calamai, se ne farà una ragione, come diceva l’altro personaggio probabilmente a lei molto gradito. Corvino è la vecchia proprietà. Ci vuole così tanto a capirlo? La vecchia proprietà ha lasciato, per cui anche lui, pure per una questione di dignità, dovrebbe lasciare. Tutto il rispetto per la sua età, però anche basta. Ha dato e fatto parecchio (disposto a concederglielo per i primi cinque anni di gestione), è ora che al suo posto vengano altri. Facce nuove, aria fresca, aria giovane, aria pulita. E’ molto semplice.
    Quanto a Montella, ho capito benissimo che a lei e a qualche altro giornalistone non piace, ci dica almeno che cosa occorre dire in conferenza stampa per essere graditi a voi giornalisti di punta, almeno la società saprà come fare per il futuro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. vecchio briga - 1 anno fa

    Questa rabbia non esiste, esiste solo la critica al lavoro che oggettivamente è stato un disastro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. woyzeck - 1 anno fa

    Calamai ragazzi, colui che dovrebbe entrare nel guinness dei primati per le bischerate dette! Suggerimento: perché non vi ritirate insieme a fare l’olio?… #miracolati

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. FILTRA OTTIMISMO (FILTER OPTIMISM) - 1 anno fa

    No tu non capisci in generale… Prenditi una pausa di riflessione…. Ma luuunga!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  23. Up The Violets - 1 anno fa

    Infatti qua, almeno per quanto riguarda il sottoscritto, non si sta parlando dell’uomo (che pure avrebbe potuto chiedere scusa per le ultime stagioni, come lo stesso Calamai ha notato, anziché snocciolare per l’ennesima volta il suo palmares fatto per lo più di scudetti del bilancio e Cempionlig delle plusvalenze), né si sta parlando di vincere il Nobel per la pace.
    Si sta parlando del direttore sportivo e di costruire squadre che ottengano risultati sportivi, e lì è la carta che canta. Non vedo cosa ci sia di tanto difficile da capire, d’altronde una rapida rassegna stampa delle dichiarazioni rilasciate da Calamai in tema di Fiorentina negli ultimi mesi/anni confermerebbe che questa non è la prima né, temo, l’ultima volta che… ci arriva un po’ dopo, diciamo così. Nessun problema, a me basta che si cambi gestione tecnica.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  24. CippoViola - 1 anno fa

    Corvino in realtà ha fatto bene, mi spiego meglio, per quello che era il suo mandato ha esattamente fatto quello che gli era richiesto: spendere il meno possibile con un budget limitato e una riduzione del monte ingaggi facendo navigare la squadra in acque “tranquille”, senza europa, fino alla vendita.
    Il fatto poi che questo non coincida con quello che volevamo noi è del tutto secondario, anzi irrilevante.
    Ovviamente se si considera questo è ovvio che non ammetta alcun errore.

    Sul caso Montella, per me “calcisticamente” è la cosa più ovvia se rimane; conosce l’ambiente, le strutture. Come ho già avuto modo di scrivere il primo giorno che è arrivato non riesco ad imputare nessuna colpa alla situazione delle ultime gare che è stata semplicemente GROTTESCA.
    Del suo “livello/esperieza” e libero non c’è un granché, l’unico che forse sarebbe migliore è Spalletti, che indubbiamente di esperienza ne ha, poi forse Gattuso alla pari di Montella.
    In ogni caso iniziare pagando una buona uscita a Montella non mi sembra molto furbo, preferirei che quei soldi venissero destina per l’ingaggio di un giocatore.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  25. vash - 1 anno fa

    Calamai ma cosa farnetichi? Ma che discorsi fai?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  26. Dellone68 - 1 anno fa

    Calamai basta.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  27. Dejan - 1 anno fa

    Siamo davvero al limite della follia calcistica!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Ale612 - 1 anno fa

      La follia siete voi tante chiacchere e non capite che i tempi sono veramente stretti per fare delle scelte ponderate il Milan di fassone e mirabelli non insegna?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  28. Staffa - 1 anno fa

    Che un tu capisci lé cosa nota ormai

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  29. ViolaLuke - 1 anno fa

    Calamai ha detto parole “sagge” e del tutto normali.
    Rispetto per le persone.
    Ovviamente ci sono i commenti dei soliti cafoni.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Dejan - 1 anno fa

      Obiettivamente, tu mancavi all’appello!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. ilRegistrato - 1 anno fa

      Il primo a non avere rispetto di Corvino è Corvino stesso. Una persona con un minimo di dignità si sarebbe già dimesso. Visto che il vergognoso se ne sta attaccato come una zecca alla poltrona e lo stipendio così sarà trattato.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Gasgas - 1 anno fa

      Certo dopo aver visto arcobaleni viola avete ancora il coraggio di parlare…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  30. Julinho - 1 anno fa

    Io non le capisco, ma non le capisco davvero. Le dichiarazioni di quest’uomo sono farneticanti, roba che forse viene da un altro mondo. Premesso il rispetto che ogni persona debba avere in quanto tale che è d’obbligo, il resto francamente è più che giustificato. Chi era il responsabile del settore tecnico della Fiorentina? Chi ha portato a Firenze una montagna di giocatori assolutamente inadeguati? Chi ha condotto i mercati della squadra viola? Chi ha scelto le controparti dei procuratori dei calciatori che erano sempre gli stessi se non lo stesso e che ha fatto si che la Fiorentine fosse lo sbolognificio dei mezzi bidoni altrimenti non piazzabili? Chi ha scelto gli allenatori? Quanto è il compenso annuale del Sig. Corvino? Era investito si o no delle massime responsabilità?
    Ciò detto in ogni azienda e situazione chi detiene le massime responsabilità di un settore o di un’azienda e fallisce, purtroppo anche miseramente, viene cacciato e si apre anche un contenzioso per vedere come debba essere cacciato (se debba avere ulteriori compensi). Nel mondo del lavoro ci sono salariati a 1200 euro al mese che sono soventemente messi in mezzo a una strada poiché così decide il padrone di un’azienda. Quindi non solo abbiamo dovuto subire l’incompetenza e la disfatta di un super salariato ma abbiamo anche dovuto subire le sue bugie e le sue cagate, i suoi risentimenti a volte nello stile permaloso dei suoi padroni. E guai a provare a dissentire. Ha navigato galleggiando e percependo una montagna di quattrini in modo del tutto ingiustificato. Che devono fare la gente e i tifosi? Strapparsi i capelli perché lo cacciano?
    Ma per favore……… non c’è più né capo né coda.
    Riflettiamo bene.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. paolohendri_11578369 - 1 anno fa

      Ti bacerei in bocca indipendentemente dal sesso.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  31. paolotesi965 - 1 anno fa

    Se non capisci, vuol dire che caro Luca te non capisci un H di calcio

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  32. ilRegistrato - 1 anno fa

    IO NON HO RISPETTO PER CHI NON SA FARE IL PROPRIO LAVORE. E POI QUELLI DI CORVINO NON SONO ERRORI SONO ORRORI. UN CENTROCAMPO COME QUELLO MESSO SU QUEST’ANNO È UN ORRORE. FARE UN CAMPIONATO DI SERIE A SENZA UN CENTRAVANTI FINALIZZATORE È UN ORRORE. NON ESSERE CAPACE DI TROVARE UN TERZINO DESTRO DECENTE È UN ORRORE. LA GESTIONE DEI PORTIERI DI CORVINO FA ORRORE AL PIÙ SCACIATO DEGLI APPASSIONATI DI CALCIO. SIGNOR CALAMAI BASTA COSÌ O DEBBO CONTINUARE?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  33. Lk - 1 anno fa

    Ttt sbagliano, in ttt le squadre, Braida allora a Barcellona dovrebbero dargli l ergastolo, tra Coutinho, Malcom ed altri cessi simili ha speso quanto un trimestre di BOT italiani… Ma nn solo lui. Corvino ha preso dei calciatori orrendi, anche buoni che qui poi si sono persi Esseric su ttt… Cristoforo (voluto da Sousa) in Spagna gioca benissimo Saponara alla Samp era titolare prima dell infortunio. Cmq io penso che Commisso non lo caccia al max andrà via lui. Vedremo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ilRegistrato - 1 anno fa

      Bravo Lk te sì che te ne intendi. Saponara e Cristoforo giocano, o hanno giocato, talmente bene che ce li rironzano indietro. Ovvio che sei uno di quelli che non teme il ridicolo. Buona fortuna.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. paolohendri_11578369 - 1 anno fa

      Quando leggo commenti come il tuo mi convinco spesso che dietro la tastiera ci sia un provocatore o un tifoso di altra squadra. Però a dire il vero,a volte, vedendo come sta girando il mondo, si instilla in me il dubbio che voi pensiate davvero simili boiate.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  34. Pikkio - 1 anno fa

    Tranquillo Calamai, la gente è arrabbiata pure con te.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  35. bati - 1 anno fa

    Hai ragione Calamai, perchè tenere uno dei pochi allenatori che ha fatto vedere un calcio bellissimo, ha raggiunto per tre anni consecutivi il quarto posto, ha fatto una semifinale di EL e una finale di CI. Perchè tenere un allenatore che in un campionato ha vinto in trasferta più di tutti gli allenatori precedenti e stabilito il record della Fiorentina. Troppo bravo vero? meglio cambiare. L’unico neo che personalmente vedo per Montella è che lui vuole vincere e vuole quindi costruire la squadra con giocatori fatti e funzionali. Se ricominciamo con la storia del puntare sui giovani allora cambiamo allenatore, Montella non è quello giusto prendiamo pure una tranquilla e amorevole chioccia.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. filippo999 - 1 anno fa

      ma come ti spieghi che , dopo Firenze , le ha toppate tutte ?
      Sorvoliamo su questa breve parentesi di fine campionato a Firenze ,
      perchè la situazione era compromessa per altri motivi non dovuti a Montella ,
      ma alla Samp , al Milan , e a Siviglia non hanno buoni ricordi ….è vero
      pure che i nomi che si leggono non sono granchè , tranne Spalletti e Di Francesco .
      Ma il primo costa un’esagerazione per il suo valore . Forse il secondo . Cmq non
      sarebbe certo scandaloso tenersi Montella .

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. bati - 1 anno fa

        A parte Catania e Firenze dove ebbe modo di costruire le squadre personalmente , le altre tutte squadre in corsa. Tutto qua.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Fantero - 1 anno fa

      Cavolo con una squadra come quella dove volevi arrivare???? Con il senno di poi possiamo dire tranquillamente che ha ottenuto poco anche nella sua prima esperienza.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. bati - 1 anno fa

        quale senno?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  36. glover_3713546 - 1 anno fa

    Non capisci?…Quando mai hai capito qualcosa?

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy