Calamai: “Il calendario deve far cambiare strategia. Sponsor? Poche offerte”

Luca Calamai, noto giornalista, ha parlato ai microfoni del Pentasport di Radio Bruno

di Redazione VN

Luca Calamai, giornalista della Gazzetta dello Sport, ha parlato ai microfoni del Pentasport di Radio Bruno:

Boateng è un ottimo giocatore, un pirata che serve alla Fiorentina. Ora però serve il piatto forte, che smuova la situazione. In questi giorni la Fiorentina si rivedrà con il Sassuolo per Lirola, con i dirigenti neroverdi che vogliono unire il terzino spagnolo a Boateng, facendone un pacchetto unico. Il calendario ha cambiato completamente le carte in tavola, perchè giocando contro quattro top club all’inizio di stagione, serve che la squadra abbia tanti giorni per lavorare e arrivi pronta, mentre in questo momento la squadra è messa malissimo. Non si deve più aspettare, serve dare a Montella la squadra. Sponsor Mediacom? L’ipotesi non piace troppo a Commisso, perchè vorrebbe trovare qualcun altro che lo aiuti, anche se si è accorto che il brand Fiorentina, in questo momento non è troppo redditizio”.
—> CLICCA QUI PER LEGGERE TUTTE LE OPERAZIONI DI MERCATO CONCLUSE DALLA FIORENTINA

18 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Barsineee - 2 anni fa

    Questo è patetico come tutti i suoi compagni ma quello che non capisco sono o tifosi che dicono che questo deve essere un anno di passaggio. Ma passaggio di cosa? Bisogna liberarsi delle zavorre della vecchia proprietà? Ma quali zavorre? Therau? Cristoforo? Ma sono due giocatori. Il Sassuolo per Lirola ci ha dato anche Boateng. Mica saranno due giocatori che fanno da zavorra. Quando leggo che quest’anno zero obiettivi sportivi mi viene male. Se si parte senza obiettivi Dove si arriva a fine anno?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. alexfi80 - 2 anni fa

    il bello è che se facessero come dice lui e a metà stagione le cose nn andassero bene, direbbe:”il mercato è stato fatto male xchè la Fiorentina vedendo il calendario ha deciso di fare le cose di fretta,invece essendo un anno”zero” dovevano pianificare e fare acquisti intelligenti”

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. viola58 - 2 anni fa

    Questo giornalista è uno che sputa sentenze a raffica…. l’altro giorno lamentava il presunto pugno duro di Commisso e Barone verso il nuovo “piccolo Budda” Chiesa e ripeteva ossessivamente : “ma cosa pensano di ottenere, ma cosa pensano di ottenere” e, peggio ancora, ha definito il nuovo management un gruppo di dilettanti da serie C , dicendo letteralmente “….d’altra parte gestiscono i Cosmos, quindi roba da serie C”.

    Oggi su Radio Bruno cantava i peana sulla Juventus e la loro potenza inarrivabile nel gestire il calciomercato, anni luce avanti…

    Capisco che essere BViceDirettore della Gazzetta lo “obblighi” ad essere uno dei tanti ” reggicoda” alla corte di sua maestà di bianconero vestita…..

    E’ da tenere d’occhio perchè è tra quelli che seminano zizzania

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Etrusco - 2 anni fa

      Guarda lo ammetto, nei siti dei tifosi e per i tifosi, vorrei dei giornalisti che parteggiano per gli stessi colori, quindi ovviamente non asserviti alla proprietà di turno ma sempre attenti alle esigenze dei tifosi partendo dal non raccontargli frottole. Purtroppo nel calciomercato alcuni danno il peggio con illazioni esasperanti a cui ci mettano il carico da 10 intervistando ogni giorno “esperti” che forse dovrebbero fare altro. Il calciomercato by web va ripensato soprattutto con la comunicazione verso il tifoso che porta i click e relativi guadagni. FVS!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. viola58 - 2 anni fa

        E’ passata sotto silenzio l’intervista su ITALIA OGGI di qualche giorno fa , fatta da Panerai (ex cda dellavalliano) a Cognigni, in cui diceva chiaramente delle manovre della Signora per mandate Chiesino alla rottura aperta con il nuovo management viola.
        E, a rincarare la dose, Panerai ha parlato anche di messaggi trasversali (di stile mafiosetto dico io) fatti arrivare a mezzo stampa a Chiesino da quel viscido piccolo manovalante di Bernardeschi ….Possibile che nessuno tra i giornalisti fiorentini abbia le palle di approfondire? Hanno paura di perdere la seggiola alla prossima conferenza stampa?
        E poi si lamentano di un tormentone di cui non ne possono più e che loro stessi hanno creato per riempire ore di trasmissione vuote nella calura estiva…… Povero giornalismo.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. kk53 - 2 anni fa

      te ne sei accorto solo ora!!??quando c’era Sousa chi è che rizzò il can can dei dirigentirussi a villa Cora…..questo bell’elemento!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. viola58 - 2 anni fa

        Bene, teniamo d’occhio i Gazzattieri….facciamo controinformazione ! 🙂
        Giornalisti Fiorentini, sveglia, fuori gli attributi!

        Tutti uniti con Rocco e i Suoi Fratelli !

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Michele1508 - 2 anni fa

    Ragazzi, quanti ce ne sono ancora di “tuttologi” in giro, e, secondo me, questo le cose non le sa e le spara….e alla fine una volta ci prende…oppure legge nel pensiero degli altri

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Etrusco - 2 anni fa

    Non sapevo che il bravo Cala si occupasse da esperto pure di commerciale e conoscesse le strategie sugli sponsor della società.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Conte Uguccione - 2 anni fa

      Non sottovalutare Mr.Cala, lui sta lì perché gli piace ma con le sue capacità potrebbe gestire colossi tipo Apple o Microsoft!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Etrusco - 2 anni fa

        C’è da dire una cosa, questi giornalisti non amano più stare sul campo, magari nascosti nei cassonetti ed al bar Marisa per carpire info. A loro piace stare davanti al PC con l’aria condizionata e magari chattando carpiscono anche nozioni di commerciale.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. viola58 - 2 anni fa

          Sono d’accordo! Teniamo d’occhio le mele marce, seminatori di zizzania, paraculi del sistema

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. bati - 2 anni fa

    A me scappa da ridere a leggere certi ragionamenti. Cambiare strategia per un calendario? Forse anche un bambino ragionevole capisce che siamo ad “un” anno zero e che bisogna ricostruire con calma, seguendo una strategia operativa che tenga in considerazione gli acquisti e gli esuberi. Prima riusciamo ad eliminare gli esuberi e prima possiamo pensare agli acquisti. Dobbiamo stare tranquilli e sbattercene del calendario. Questo sarà un anno positivo ma di inevitabile transizione, pensiamo a seminare bene e a costruire solide fondamenta. I veri risultati arriveranno dalla stagione successiva.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Etrusco - 2 anni fa

      Brao! Questa per noi sarà una stagione interlocutoria, lo so che è dura per tutti noi accettarlo dopo 17 anni di pive nel sacco ma è così. La società deve costruire (e vendere) con le adeguate attenzioni e se le prime 2-3 partite di campionato le perdiamo, che problema c’è? Bisogna rifondare bene e per una bella ricostruzione non basterà questa stagione, soprattutto per colpa dei giocatori in esubero lasciati dalla vecchia dirigenza da piazzare che non vuole nessuno.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. biongborg - 2 anni fa

      Quando, forse, vinceremo il campionato di srie B

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. SOLOROGER - 2 anni fa

    vorrei ricordare al Sig. Calamai che le sue difese all’arma bianca dei DV hanno portato a questa situazione…………il calo del fatturato costante è dovuto alla mediocrità. Il Sig. Calamai era tra quelli che sosteneva che l’Europa League era un disturbo. In realtà l’Europa League ti dà visibilità europea e gli sponsor possono essere più attratti! Finchè non si capisce che il calcio è un’azienda atipica e che l’unico modo per sopravvivere è stare oltre il proprio limite nella speranza di accedere alla champions non abbiamo speranze. Io smetterei di far parlare questi opinionisti che vanno dietro al vento e creano danni irreparabili

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. bianco - 2 anni fa

    Chiederei a Calamai chi è quel suo collega che sulla gazzetta scriveva che la Fiorentina trattava Ribery proponendogli un contratto di 6 milioni l’anno x due anni questo è da licenziare oggi stesso

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. viola58 - 2 anni fa

      Caro BIANCO (spero che tu non sia anche NERO:), i giornalisti sono una corporazione , si proteggono e si leccano a vicenda.
      Se poi scrivono sulla Gazzetta , devo passare attraverso il giuramento di NON belligeranza verso le zone a strisce….
      Calami ha definito il nuovo management della Fiorentina ..roba da serie C, “gestiscono il Cosmos, quindi sono dei semiprofessionisti”. Ma ti rendi conto…. Non hanno ancora iniziato e questo comincia a seminare zizzania…
      Occhio, ragazzi, tutti uniti con Rocco , diamogli tempo e monitoriamo le zecche che si annidano nei panni viola!

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy