“La Fiorentina vincerà la Coppa Italia. Non c’è motivo per mandare via Pioli”

Periodo nerissimo per la Fiorentina, ma Calamai ha fiducia sulla squadra viola

di Redazione VN

Ospite negli studi di Radio Bruno Toscana, il giornalista de La Gazzetta dello Sport, Luca Calamai, ha parlato del difficile momento della Fiorentina e del rischio esonero per Stefano Pioli:

Ho perso le parole. So che qualcuno mi prenderà per matto, ma penso che la Fiorentina vincerà la Coppa Italia, ne sono sicuro da quando vinse a Torino, l’Atalanta sarà concentrata sul quarto posto. Sono sicuro che a Bergamo la squadra si compatterà e giocherà la partita della vita in nome di Davide Astori. Ma la domanda è: come si fa ad arrivare nella maniera giusta al 25 aprile? Dall’altro lato penso che si sta sgretolando tutto. In questa vicenda non torna niente. Mi dicono che i giocatori sono dalla parte dell’allenatore, ma poi giocano una partita come quella di ieri. Siamo nell’illogicità. Quando stacchi, non riaccendi immediatamente il meccanismo. Pioli? Non esiste un motivo umano per mandarlo via. Lui doveva fare la guerra per Badelj, per lui doveva farsi mandare via. Aveva talmente voglia di restare a Firenze che ha accettato dei compromessi, questo è stato il suo errore. Contesto il fatto che il problema prioritario sia l’allenatore. Da quello che so io, la Fiorentina non ha trattato nessuno, aspetta di sapere se vincerà o no la Coppa Italia. In questo momento non mi preoccupa la squadra, ma Pioli che sta commettendo errori tecnici uno dietro l’altro, ieri non doveva far giocare Veretout come play, ma Norgaard, e non doveva finire col 4-2-4. Mi auguro che col vertice la proprietà ascolti tutti.

Caricamento sondaggio...

vnconsiglia1-e1510555251366

Indifendibili, dal primo all’ultimo. Ma è tardi per chiudere la stalla

19 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. marconencett_3315105 - 2 anni fa

    Caro Alessandro ma pensi che si sia riportati tutti dalla piena!!! Questo allenatore è stato mandato via dalle precedenti società sempre per lo stesso motivo, non da gioco e perde lo spogliatoio perché spessore tecnico uguale a zero. Ormai la squadra lo ha salutato se vuoi andare a sperare a Bergamo ci vuole una scossa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Julinho - 2 anni fa

    A parte che qui la campanella al naso non ce l’ha davvero nessuno, ma che senso hanno queste parole? In queste condizioni se avevamo 8 – 10 punti in meno era difficile anche salvarsi.
    Si pensa di illudere i tifosi? Si pensa che chi va allo stadio non capisca davvero nulla?
    Ma per piacere…. questa situazione è come il secondo anno di Sousa, solo la speranza che finisca alla svelta. Pioli o non Pioli cosa cambia? Siamo comunque una miseria sportiva.
    Poi gran ripulisti. Via Corvino, via Gnigni, via Pioli.
    Rinnovo profondo, maggiori investimenti, altrimenti passare la mano, e gente competente.
    Così non è nemmeno avvilente è da depressione!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Horsenoname - 2 anni fa

    Peccato che Calamai non azzecchi un pronostico da molto tempo , inoltre si vanta di avere un amicizia con Pantaleo (lo chiama così molto confidenzialmente) , io da ignorante dico (e l’ho scritto da parecchio) a fine campionato non avremo superato quota 50 (nei giorno a 3 punti mai è successo) e perderemo la Coppa Italia anche con un sonoro risultato ; la squadra l’avete vista tutti e non parlo di ieri ma già dall’anno scorso , basta illudere la gente questa è una società di fascia da retrocessione con dirigenti inadatti non solo per la serie A ma per il calcio in generale

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. ben hur - 2 anni fa

    O poveri noi…ci mancava questo qui. Aiutooooooooo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Elmauri - 2 anni fa

    E soprattutto, sarebbe ora di lasciar riposare in pace quel povero ragazzo, evitando di strumentalizzarlo tirandolo fuori ogni 3×2 come fosse un amuleto…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Up The Violets - 2 anni fa

    Ah, ma è i’ Calamai! La prossima volta però scrivetelo nel titolo chi è che dice cosa!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. woyzeck - 2 anni fa

    Vi prego, segnatevi queste parole perché poi dovremo aggiungerle alla sconfinata pletora di corbellerie già dette dal Mago del Giornalismo….!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Staffa - 2 anni fa

    Posa i fiasco

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. pino.guastell_9534945 - 2 anni fa

    Massimo Dubai non farti paragonare a quel pila di Calamai. Rifletti prima di scrivere scemenze.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. MASSIMO DUBAI - 2 anni fa

      1990, VERO CHE C’ERA BAGGIO… MA ANCHE IN QUEL CAMPIONATO LOTTAVAMO PER SALVARCI E SIAMO ARRIVATI IN FINALE COPPA UEFA CON I GOBBI. SOLTANTO UN RICORDO? VEDIAMO COSA ACCADRÀ IL 25 APRILE PROSSIMO.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Unsenepoppiu - 2 anni fa

    Il prossimo allenatore l’abbiamo già trovato “Calamai l’infallibile del giorno dopo” ( come la pillola).
    Poi in radio diceva che siccome Corvino non si tocca perché ha comunque aumentato il valore della rosa , il prossimo allenatore sarà bene che lo scelga capace di valorizzare i suoi acquisti .
    Allora non se ne esce o il mago Silvan o houdini.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. pino.guastell_9534945 - 2 anni fa

    Questo giornalista dovrebbe tacere per sempre e non immischiarsi nelle faccende della Fiorentina. Difendere Pioli e sintomo di incompetenza e di rifiuto a prescindere della realta’. La Fiorentina sta precipitando nei bassifondi e Calamai offende i tifosi viola dicendo di non cambiare l’inutile e inconcludente Pioli, il piu’ scarso allenatore della serie A.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. CippoViola - 2 anni fa

    Ha messo Veretout come play perché non aveva Edimilson. A Norgaard Pioli non lo vede nemmeno col binocolo (e fa bene). Ha dato licenza a Biraghi e Laurini di salire molto ai lati e fare da sponda per pareggiare il centro campo a cinque del Frosinone (Pioli è un amante degli equilibri numerici.. bah). Il problema è che passati i primi 35′ poi passeggiavano tutti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. MASSIMO DUBAI - 2 anni fa

    Io ho la stessa convinzione di Calamai. La sconfitta di ieri è stata una burla. Adesso dobbiamo stare vicino alla squadra. Abbiamo tempo, se l’esito della semifinale sarà negativo, di contestare. evitiamo di fare autolesionismo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Paob - 2 anni fa

    “…ieri non doveva far giocare Veretout come play, ma Norgaard, e non doveva finire col 4-2-4” T intendi di pallone come me di topa…Se ne parla

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Paob - 2 anni fa

    “…ieri non doveva far giocare Veretout come play, ma Norgaard, e non doveva finire col 4-2-4” T intendi di pallone come me di topa…Se ne parla

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. user-2073653 - 2 anni fa

    Certo, ed io mi metterò con la Valeria entro stasera.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. bekri - 2 anni fa

    Proprio perchè la squadra è dalla parte dell’allenatore significa che la scarsa prestazione è dovuta proprio da quest’ultima.
    La rosa della fiorentina è da settimo-ottavo posto, posizione comunque a svariati punti dalla nostra attuale.
    In coppia italia sarebbe già un miracolo passare il turno con l’Atalanta, figuriamoci vincerla.
    Tuttavia, cambi allenatore quando pensi che questo possa portarti punti in più.In questo momento non ha senso mandarlo via perché sfalderebbe ulteriolmente la squadra. L’unico motivo per chiamare un nuovo allenatore adesso sarebbe quello di iniziare a costruire un nuovo ciclo già da adesso in modo da convincere i nostri migliori giocatori a rimanere. Per fare questo servirebbe comunque un allenatore di primissimo piano che dubito seriamente sarebbe pronto ad accettare una situazione come quella della fiorentina dove c’è tutto da perdere e poco da guadagnare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. user - 2 anni fa

    Queste sono due dichiarazioni fatte in due momenti diversi lo so,e voi per praticità le avete unite:
    La Fiorentina vincerà la coppa Italia l’ha detto mentre andava a casa subito dopo un cenone,mentre non c’è motivo per mandare via Pioli lo ha detto la mattina dopo appena preso un buon caffè doppio….

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy