Viola News
I migliori video scelti dal nostro canale

news viola

C. Gigli: “La Juve ha un difetto, Italiano lo sa. Vlahovic? Commisso intelligente”

TURIN, ITALY - JUNE 29: Juventus's President Giovanni Cobolli Gigli poses near a Juventus logo after a Juventus shareholders meeting on June 29, 2006 in Turin, Italy. Juventus is one of four Italian clubs being tried for possible match-fixing. (Photo by Giuseppe Cacace/Getty Images)

"Vlahovic? Il fatto che il presidente abbia preso atto del suo addio mi è sembrato un gesto intelligente."

Redazione VN

Presidente della Juventus dal 2006 al 2009, Giovanni Cobolli Gigli ha parlato questa mattina ai microfoni di Lady Radio, a soli tre giorni dalla sfida di Torino tra i bianconeri e la Fiorentina:

"Ieri si è visto una buona gara della Juventus, hanno mostrato un bel gioco da centrocampo in avanti. Anche se negli ultimi minuti sono venuti fuori i difetti cronici della squadra: ha una difesa che molla e Allegri l'ha rilevato subito. Ma anche il vostro allenatore (Italiano, ndr) queste cose le sa benissimo: con la Juventus non bisogna mai mollare perchè gol glielo puoi fare anche al 96' di una partita. Superlega? Alle 23.30 ho avuto la notizia data dal presidente Agnelli che probabilmente aveva coinvolto anche il CdA. Sono rimasto sorpreso. La UEFA trattiene troppi soldi, questo è vero, ma non credo che esistano partite inutili in Serie A: Empoli, Hellas e Sassuolo lo dimostrano. Tutte le squadre devono partecipare agli auspicabili maggiori ricavi, io non l'ho capito il progetto Superlega. La Juventus ha avuto bisogno di 700 milioni di aumento di capitale, quindi vuol dire che qualcosa non funziona nella macchina. Commisso? Mi piace molto. Vuole fare cose importanti a Firenze; in parte ci è riuscito con il Viola Park, in parte ci vuole riuscire ma si trova di fronte le difficoltà che si sono trovati i Della Valle. Per quanto riguarda gli aspetti di campo, ha avuto coraggio anche nello scegliere gli allenatori, prendere Italiano è stato giusto: ha solide capacità tecniche e un'ottima predisposizione a fare l'allenatore. Vlahovic? Il fatto che il presidente abbia preso atto del suo addio mi è sembrato un gesto intelligente. Vlahovic potrebbe contribuire a mettere la Fiorentina in una buona posizione di classifica per poi andarsene, mi sembra che il presidente ragioni nella maniera corretta. L'obiettivo ora è portarsi a casa più soldi possibili da reinvestire".

tutte le notizie di