Bucchioni: “Stasera la partita si gioca sugli esterni. Stadio? Sta diventando una storiaccia

L’opinione del noto giornalista

di Redazione VN
Bucchioni

Enzo Bucchioni è intervenuto al Pentasport di Radio Bruno per parlare dei temi più caldi in casa Fiorentina

Verso Inter-Fiorentina

Con l’atteggiamento dello scorso anno se prendi il primo gol non sai più cosa fare. Mi pare che questo però sia cambiato con la difesa più alta e la voglia di pressare nella metà campo avversaria. I moduli sono fluidi, l’importante è l’atteggiamento. Proprio per questo stasera gioca Bonaventura e non Duncan perchè serve verticalizzare e i passaggi dai tempi giusti. Iachini vuole costruire gioco e la squadra è interessante, soprattutto a centrocampo. Sugli esterni? La partita di stasera si gioca e si vince sulle corsie esterne. Biraghi ha dimostrato di essere cresciuto tantissimi e lo scontro con Hakimi ci farà divertire.  A destra prevedo qualche difficoltà in più però Iachini avrà studiato i meccanismi giusti per contrastare Perisic perché Chiesa il terzino non lo può fare soprattutto a livello mentale. La posizione di Federico è uno dei dubbi che io ho di questo 3-5-2.

Stadio

Mi aspettavo queste reazioni, il nuovo stadio sta diventando una storiaccia. Rocco è eccessivo nel linguaggio. Non è che con qualche parola sopra le righe si può cambiare una classe politica e un intero paese. Con questa nuova legge è passato che si può fare tutto, ma non è così. Non vorrei che Commisso si trovasse contro mezza Italia, come testimoniano anche le parole di stamattina. Io da cittadino però mi chiedo se Campo di Marte sia la zona adatta. Il paese deve pensare al futuro, non al presente. Campi è un’occasione, Rocco ha soldi. Potresti costruire uno stadio meraviglioso, adatto a tutti i palcoscenici nazionali. Il Franchi è campato 100 anni, quando l’hanno costruito era in campagna.

9 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. violadasessantanni - 1 mese fa

    Quando finirà questo polverone vedrete quanto ci metterà Rocco a mollare tutto…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. ottone - 1 mese fa

    Se la mettiamo in politica, l’abbiamo già avuto in Italia al governo un padrone “troppo avanti”, e si è visto che c…ha combinato.
    Stando sul terreno calcistico, questo “troppo avanti” vediamo in cosa si traduce. Passare dal 10° al 9° posto? E che lo stadio di per se’ (ri)porti grande la Fiorentina lo lascio credere a chi ci vuole credere.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Eziogòl - 1 mese fa

      Bravo. Acutissima e giustissima osservazione

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Valter - 1 mese fa

    Per lo stadio stiamo assistendo alla solita novella dello stento in cui tutti gli incapaci di intendere e di volere rigirano le cose ognuno a modo suo e nessuno che riesce a vedere la questione per intero.
    Rocco é TROPPO AVANTI per i nostri politicanti incapaci.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Nickpurpleseven - 1 mese fa

    Campagna…ma scrivete anche per mestiere!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. SoloLaViola - 1 mese fa

    Tra 20-25 anni non ci sarà più distinzione tra Firenze Campi e Sesto Fiorentino, già oggi se guardate una mappa dal satellite vedete che le città si stanno avviciando (Sesto e Firenze sono già fuse da tempo). Tanti abitanti si sono spostati a nord e ovest di Firenze per trovare prezzi più accessibili e parcheggi, altrettanti vivono a Campi e Sesto, cuttà che hanno raddoppiato il numero di abitanti negli ultimi decenni. E’ impensabile pensare di continuare a costruire in zone sature sia a livello di viabilità che di costruzioni, il futuro non è a Campo di Marte.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Horsenoname - 1 mese fa

      Verissimo , guarda Firenze – Scandicci , a Torregalli la divisino è il cartello che indica il confine , ormai sono attaccati e così sarà per Campi e Sesto , è inevitabile

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Eziogòl - 1 mese fa

    Stadio: sta doventando un’ossessiione per sfigati che pensano che sia fondamentale per doventare chissà cosa. Sta doventando una rottura allucinante, si pensa allo stadio da 12 amni e nulla al pallone (oggetto sferico,gonfiabile da pendere a calci e, possibilmente,inserire nella porta degli avversari). Non si pensa più al.tifo organizzato, ai gemellaggi,alle rivalità, alla curva, ai fumogeni. Che par di pa**e!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. MAXgobbomai - 1 mese fa

      Si possono anche fare entrambe le cose non vedo il problema

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy