Brovarone: “Se il problema è tecnico allora è stato sbagliato tutto e Pradè va mandato via”

L’opinione sul momento difficile della squadra viola

di Redazione VN
Bernardo-brovarone

Bernardo Brovarone, intermediario di mercato, ha parlato a Radio Bruno Toscana: “Prandelli è stato molto chiaro nell’evidenziare le lacune della squadra, ha detto che con altri cinque come Pezzella questa squadra lotterebbe per la Champions. I giocatori  sono quasi diventati ingiudicabili. In una squadra è fondamentale aiutarsi e questo alla Fiorentina non accade mai, chi ha il pallone se ne libera subito, come se scottasse, per deresponsabilizzarsi. Centravanti? Manca un giocatore che abbia le caratteristiche di Kalinic, un riferimento offensivo capace di dettare passaggi in verticale e dare profondità al gioco. Se il problema di questa squadra è tecnico, significa che è stato sbagliato tutto e allora Pradè va mandato via domattina per rifondare tutto. Per valori e per età media questa è una squadra dalla quale puoi ricavare tanti soldi vendendo 7/8 titolari. Pradè crede tantissimo in questo progetto, più che dispiaciuto credo sia sotto choc”.

LEGGI ANCHE – Lo strano tunnel dell’attacco viola. Ma chi lascia Firenze si rilancia

12 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Colosseo viola - 5 mesi fa

    L’ha capito anche brovarone, speriamo che ora lo capisca pure comisso

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. gianni69 - 5 mesi fa

    Brovarone cambia mestiere… Ora si acquistano a prezzi buoni le lucinze dei taxi (non me ne volete amici taxisti per carità) ma questo di calcio I n ci capisce una beata m…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. mannuccigabriele7_14377276 - 5 mesi fa

    Con tutto il rispetto per loro non ci volevano né Prandelli né brovarone per sancire il fallimento soprattutto tecnico e di programmazione quindi tutto direi di questa nuova società. Ripartire da tabula rasa ormai è una necessità. Detto questo però in campo ci ci vanno i giocatori che sinceramente sono inguardabili. Contro il Benevento credo di poter affermare di non aver visto toccare un pallone uno a kouame per esempio. Vlahovic è vero che non viene servito ma non stoppa un pallone cosi è impossibile giocare. Per non parlare del resto. Speriamo che Cesare trovi una soluzione

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Gasgas - 5 mesi fa

    Se ne è accorto anche lui… Rifondazione totale, programmazione e progetto tecnico serio. A noi serve un dg che sia uno scout di talenti. Quello del Verona mi sembra bravo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Eziogòl - 5 mesi fa

    via Pradè, via commisso. Venga Fabrizio Corsi, tifoso viola o Desolati. Ed i fiorentini ricchi, se ancora esistono e vogliono fare qualcosa, costituiscano un “fondo viola” ed un azionariato popolare, come a’tempi delle arti e della corporazioni.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Eziogolgobbo - 5 mesi fa

      Hihihihi…… numero uno

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. gianni69 - 5 mesi fa

      Curati

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. chenco - 5 mesi fa

      Ahahah che viscido provocatore. Non ti beare troppo dei pollici versi, qui non attecchisci.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. apan - 5 mesi fa

    La squadra non ha ne testa ne coda ed è mal assortita; ha pagato Iachini ma le colpe non sono tutte sua, quindi via anche Pradè per programmare meglio il futuro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. underdog - 5 mesi fa

    RANGNICK, in un colpo solo risolvi due problemi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. claudio.viola - 5 mesi fa

    L’inutile DS potrebbe togliersi ogni paura rassegnando le dimissioni. Sarebbero molto gradite. A patto naturalmente di prendere un DS serio e non un commerciante di basso livello qualsiasi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Assoluto - 5 mesi fa

    Un dirigente NON può essere sotto chock

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy