B. Valero: “Difficile confermarsi. Sorpreso dell’esonero di Montella”

B. Valero: “Difficile confermarsi. Sorpreso dell’esonero di Montella”

“Contento di quello che ho fatto la scorsa stagione. Rossi persona speciale, lo voglio rivedere presto in campo”

di Redazione VN

Il centrocampista della Fiorentina Borja Valero ha parlato così dalla sala stampa del campo sportivo Cesare Benatti di Moena. Queste le sue parole:

“Le parole di ieri di Sousa? Non poteva dire altro. Siamo all’inizio, dobbiamo capire cosa vuole da noi. Il mio ruolo? Ci sarà sicuramente qualcosa di diverso rispetto a quando c’era Montella, ma io sono sempre lo stesso giocatore.

E’ sempre difficile confermarsi anche perché le altre squadre ci conoscono, ci aspetteranno in maniera diversa.

Siamo rimasti sorpresi dell’esonero di Montella, ma questo è il calcio. Ogni giorno le persone cambiano. Adesso abbiamo un nuovo allenatore, dobbiamo fare bene con lui. Sul piano tattico ci sono molto cambiamenti, a partire dal modulo. Mancano ancora tanti giorni, ci dobbiamo conoscere ancora meglio.

Sono contento di quello che ho fatto la scorsa stagione. Rimpianti? Abbiamo dato tutto in campo, ci siamo fermati alla soglia, ma dobbiamo essere contenti di quello che abbiamo fatto. Mario (Gomez, ndr) è riservato, parla poco, lo vedo come gli altri anni. Rossi? E’ una persona speciale, lo voglio rivedere presto in campo. Quando è in campo sorride e se sorride lui, sorridiamo tutti.

Entusiasmo? Ce l’ho, voglio fare bene qui alla Fiorentina per ancora tanti anni. Aspettiamo i rinforzi e poi vedremo. Per i giovani è il momento giusto per farsi vedere e per far capire alla gente che possono far bene anche in prima squadra.

Il mercato? Anche comprando giocatori forti, si può far male. Conta anche la fortuna. Speriamo di fare bene col nuovo allenatore.

Aquilani e Pizarro ci mancheranno, ma non dobbiamo guardare al passato. Ci dobbiamo allenare con questi giocatori adesso.

Vecino? E’ stato uno dei migliori giocatori all’Empoli, è stata una bella sorpresa per noi.

Quando c’è da festeggiare, siamo tutti bravi. E’ nei momenti brutti che bisogna dimostrare di essere uomini veri. Nei momenti negativi, abbiamo dimostrato di essere un gruppo vero e questa è la nostra forza.

Paulo Sousa è molto espressivo, parla tantissimo in allenamento. Le altre squadre? Non so chi hanno comprato, non guardo la tv e non leggo i giornali”.

 

Da Moena – STEFANO NICCOLI

@StefanoNiccoli3

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy