Biraghi: “Le parole di Cognigni ci hanno colpito. Ho infamato Gollini perchè…”

Biraghi: “Le parole di Cognigni ci hanno colpito. Ho infamato Gollini perchè…”

L’intervista rilasciata da Cristiano Biraghi a La Nazione

di Redazione VN
biraghi

Su La Nazione troviamo l’intervista a Cristiano Biraghi. Il terzino sinistro si sofferma sul mercato. In estate lo voleva il Milan, è risaputo. “Ho parlato con Pioli, ho chiesto se aveva fiducia in me e lui mi ha risposto di sì. Volevo sapere se ero di troppo, in quel caso avrei tolto il disturbo, ma ho capito subito che non era così“, racconta.

Biraghi continua dicendo che c’è un cammino da completare e che la squadra è orgogliosa di aver riportato entusiasmo fra i tifosi. “Il nostro è un dare per avere il loro contributo, la loro passione“.

L’ex Pescara parla anche delle critiche. Cristiano non ascolta gli altri, dice di essere impermeabile alle critiche e agli elogi. Ascolta i consigli di poche persone: allenatore, staff, chi gli vuol bene davvero.

Retroscena sul gol segnato contro l’Atalanta: “Quando Gollini ha respinto la palla, l’ho infamato da lontano, ma posso permettermelo, l’ho conosciuto in nazionale e siamo in buoni rapporti“.

La Fiorentina domenica giocherà contro la Lazio. Biraghi dice che la squadra, se ci sarà un vantaggio, cercherà di prenderselo, visto che i biancocelesti arrivano dalla sconfitta nel derby e stasera saranno impegnati in Europa League.

Biraghi parla anche del mutato atteggiamento della società: “Le dichiarazioni del presidente Cognigni dopo Milano e quello che è successo per Chiesa hanno colpito un po’ tutti. Sembra che la società ora sia più vicina alla squadra, ma la verità è che per noi il sostegno non è mai mancato. Ci siamo sentiti sempre protetti“, dice.

vnconsiglia1-e1510555251366

In tre per una maglia a centrocampo: l’unico sicuro contro la Lazio è Veretout

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. The Count of Tuscany - 1 anno fa

    Non mi piacciono né lui né il suo procuratore. Sono appena arrivati, dalla B, e già chiedono soldi e garanzie invece che ringraziare in ginocchio. Ci penserà Corvino a questi 2, a volte compra bidoni ma non si è mai fatto mettere i piedi in testa, neppure da Frey quando chiedeva soldi ed era l’idolo della Fiesole ma poi in campo non rendeva la

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. tonipilat_35 - 1 anno fa

      non riesco a capire questo astio. questo ragazzo è venuto dalla b con tanta umiltà tra lo scetticismo generale, ha raccolto la pesante eredità lasciata da tomovic nel senso che ogni gol che prendiamo è in ogni caso colpa sua, anche se non gioca. è uno dei pochi ad aver avuto margini di miglioramento eccellenti, i giudizi su di lui erano gli stessi che si davano ad alonso. batte cassa perchè è migliorato, è nel giro della nazionale e perché è molto richiesto, credo che sia una cosa ovvia, se rimaneva lo scarsone di quando è arrivato lo vendevano subito. ogni tanto dovremmo saper apprezzare un po’ di più il materiale tecnico, oltre che umano, che abbiamo, in quel ruolo giocatori acquistabili non ce ne sono molti. Prima di sbolognarlo ci penserei bene

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. fornamas63 - 1 anno fa

        Sagge parole

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy