Bigica: “Qui a Moena per volere della società. Commisso e Barone? Non li ho conosciuti”

Bigica: “Qui a Moena per volere della società. Commisso e Barone? Non li ho conosciuti”

Così Bigica durante la conferenza stampa del postpartita

di Simone Torricini, @TorriciniSimone

Di seguito le parole del tecnico Emiliano Bigica a margine della gara vinta per 6-1 dalla sua Fiorentina: “La riaggressione nella metà campo avversaria quando perdiamo palla ci fa fare meno fatica se coordinata, ci porta a riconquistarla alti. Ci vuole una buona condizione fisica, cosa che al momento non abbiamo ma ho visto dai ragazzi grande impegno ma grande voglia di onorare la maglia”.

“I calciatori con più esperienza possono sicuramente aiutare i più giovani a crescere. Abbiamo accettato il ritiro volentieri perché ci è stata chiesta dalla società e abbiamo risposto presente. Stiamo facendo il ritiro in un posto bellissimo, organizzato molto bene, con grande disponibilità da parte di tutti, e quindi per noi è un valore aggiunto”.

“Sono presenti quasi tutti i calciatori della rosa della Primavera, che è ancora un cantiere aperto. Dalle Mura? Parliamo di un Nazionale, che ha presenze in campo europeo, è un ragazzo su cui puntiamo. Ma ci sono anche altri 2002 che potranno darci una mano. Il prossimo campionato Primavera farà diventare la nostra più vicino ad una ‘seconda’ squadra”.

“Per i ragazzi stare qui va bene, si rendono conto di quello che possono trovare o che perdono nel momento in cui la loro voglia di giocare a calcio dovesse venire meno. Stare qua può fargli capire cosa li aspetta”.

“La sinergia tra Primavera e Prima squadra è forte, c’è stato un confronto tra me e il mister Montella e abbiamo concordato alcune cose del lavoro che stiamo svolgendo qui. Aquilani? Il suo arrivo nel nostro settore giovanile non può che essere un valore aggiunto, ha grandissima esperienza e può portare nuove conoscenze ai nostri ragazzi, insegnargli alcune malizie che ci sono da calciatore. Benvenuto ad Alberto, non vedo l’ora di conoscerlo”.

Montiel e Vlahovic? Il primo anche se si allenava con la prima squadra veniva quasi sempre con noi anche quando si allenava con la prima squadra, Vlahovic un po’ meno ma è venuto spesso. Ma la voglia con cui venivano in Primavera con noi l’ho trovata in pochi altri calciatori. Questo loro valore morale credo li porterà verso un percorso importante”.

La nuova proprietà? Non ho ancora avuto modo di conoscere né Commisso, né Barone né Pradè. Si respira un’aria bella, sono convinto che sarà utile nel campionato che andrà a fare la prima squadra”.

Niccolò Pierozzi? L’anno scorso avevo un jolly ed era lui. Parliamo di un ragazzo interessante e che sta crescendo, è entrato nel giro della Nazionale. Se continuano così, lui come Ponsi e come il fratello, possono togliersi delle soddisfazioni. Per me è una mezzala, ha capacità aerobiche, senso del gol e inserimento, io lo vedo da mezzala”.

Amichevoli estive – Ancora tante goleade. Inter a “fatica”. Napoli superato da una squadra di Serie B. Tutti i risultati

Fiorentina B, i migliori viola nella vittoria contro il Real Vicenza

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy