Benvenuti nel calcio dei grandi. Sottil-Castrovilli: se son rose…

Benvenuti nel calcio dei grandi. Sottil-Castrovilli: se son rose…

Che esordio in Serie A per Sottil e Castrovilli: i due hanno disputato una partita sontuosa contro il Napoli

di Stefano Niccoli, @stefanoniccoli3

Proviamo a parlare di calcio giocato, lasciandosi alle spalle – operazione difficile a dir la verità – le sviste arbitrali di ieri sera e concentrandosi sui tanti spunti positivi che ha regalato la gara contro il Napoli. Si dice che, chi ben comincia, è a metà dell’opera. E meglio di così Sottil e Castrovilli non potevano iniziare la loro avventura in Serie A. Benvenuti nel calcio dei grandi.

Se la titolarità dell’esterno non era in dubbio vista la scarsa condizione fisica di Ribery, più clamore ha destato la presenza dell’ex Cremonese. Quarantadue anni in due, Riccardo e Gaetano hanno disputato una partita sontuosa contro un avversario infarcito di qualità, probabilmente il più difficile da affrontare alla prima giornata di campionato. I ragazzini terribili hanno dimostrato di poterci stare eccome nella nuova Fiorentina di Montella.

Il figlio d’arte ha fatto il diavolo a quattro sulla fascia destra. Serata difficile per Mario Rui, costretto spesso al fallo per fermarlo. Non a caso è stato proprio Sottil a procurare le prime tre ammonizioni partenopee. Il cambio di passo è impressionante. Emblematica l’accelerazione nel secondo tempo seguita dal cross rasoterra non sfruttato dall’attacco viola. Unica pecca: il pallone troppo “morbido” appoggiato a Lirola da cui è nato il 3-2 del Napoli. Le lezioni di Ribery non potranno che fargli bene. Dopo il 2-2 il francese ha impartito alcuni consigli a Riccardo, a testimonianza di quanto sia già forte il feeling tra i due. Contro il Genoa al Ferraris domenica prossima dovrebbe essere ancora Sottil il padrone della fascia destra. L’ex Bayern Monaco sarà al top dopo la sosta, a metà settembre, quando al Franchi arriverà la Juventus.

Benassi – se dovesse restare – dovrà correre e non poco per prendere il posto a Gaetano Castrovilli, subito nel vivo della partita grazie al rigore procurato al sesto minuto. Quantità e qualità, il ballerino è stato un gigante in mezzo a calciatori forti ed esperti come Allan, Zielinski e Fabian Ruiz. Sul penalty fischiato a Mertens molto è già stato detto e scritto, quindi non ci torniamo per evitare di farci del male.
Sottil-Castrovilli: se son rose…

10 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. CippoViola - 4 settimane fa

    Non è il solo post dove lo scrivo, Sottil mi piace molto, rispetto a Federico è più “tondo”, l’uso dei due piedi è più bilanciato, la testa è alta, ha più malizia. Rispetto a Chiesa ha sicuramente meno velocità e manca ancora della fase difensiva, come già fatto notare Montella gli grida continuamente (e lo fa notare anche in sala stampa) di tornare e di pressare. Di tanto in tanto si adombra e sparisce, comunque contro il Napoli è sceso e ha costruito.
    Boateng ha preso sotto al sua ala Chiesa e ieri sera sembrava che Ribery avesse fatto lo stesso con Sottil.. sai che spettacolo.

    Poi il mio amore quasi carnale.. per me Montiel è ancora meglio. ahahahah!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. ottone - 4 settimane fa

    L’attacco non è a posto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. 29agosto1926 - 4 settimane fa

    Indubbiamente sono due grandi rivelazioni e gradite sorprese ma c’è un distinguo da fare. Mentre Castrovilli ha interpretato alla perfezione il ruolo di interno di centrocampo con corsa, contrasto, tecnica, e visione di gioco, Sottil, pur avendo una fase offensiva invidiabile (amo i giocatori che quando ricevono la palla la portano avanti con la suola costringendo quasi sempre il difensore al fallo per cercare di prendere una palla che non è alla loro portata!) ed efficace deve imparare, e bene, la fase difensiva tanto che, se avete fatto caso, Montella gli ha urlato più volte di coprire la sua fascia con più efficacia e, durante la partita, Pulgar lo ha più volte rimproverato per qualche “pisolino” di troppo. Comunque ricordiamoci che Montella è stato capace di far fare la fase difensiva a Joaquim e quindi, lavorandoci sopra, Sottil può completarsi veramente deve essere un campione. Ma teniamoceli stretti tutti e due.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Luca-Pisa - 4 settimane fa

    Se penso che abbiamo preso Pjaca e Gerson in prestiro ed avevamo questi due mi prende male.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Conte Uguccione - 4 settimane fa

      Si, però un anno di esperienza in più credo abbia contribuito alla loro formazione.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. MolisanoViola - 4 settimane fa

    Castrovilli, grande sorpresa, ha retto il battesimo in A con grande autorità fisica e tecnica, può e deve diventare un punto fermo della squadra titolare, stesso discorso per Sottil che si alternerà con Ribery, visto che sull’altra fascia c’è Chiesa, mi sembra inutile trovare un altro esterno alto, De Paul, invece, andrebbe benissimo, può ricoprire più ruoli a centrocampo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Conte Uguccione - 4 settimane fa

      Castrovilli mi ha impressionato davvero, qualità e continuità.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. bati - 4 settimane fa

    Grande esordio dei due ragazzi. Sottil ha fatto cinquanta minuti di altissimo livello, facendo impazzire Ruiz e tutta la difesa del Napoli. Quando e se crederà nelle sue grandi qualità, diventerà devastante. Castrovilli è “il centrocampista”, quello che anelo da almeno due anni, da quando cioè giochiamo senza centrocampo. E’ bravo, diventerà bravissimo, ma ieri sera, dopo due anni di Benassi mi è sembrato già un campione. Abbiamo un centrocampista che non solo corre, ma tocca anche il pallone, anzi ne tocca tantissimi, ne recupera tantissimi, ne gioca tantissimi, non ha paura di gestirlo, non ha paura di dribblare l’avversario, ha i coraggio di lanciare i compagni e tirare in porta. E’ stato una colonna della squadra e non un buco nero. Bravi ragazzi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. iG - 4 settimane fa

    SPERO che in FIORENTINA capiscono che c’e’ bisognod i INVESTIMENTI in difesa …ma importanti

    Un centrale di Difesa da 30 MIL 2 TERZINI SX uno titolare e uno di riserva
    e un terzino dx di riserva

    + un centrocampista importante
    totale 5 acquisti

    l’ attacco e’ il solo reparto a posto

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Maurizio - 4 settimane fa

      Io, un centravanti da 20 gol a stagione lo prenderei…

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy