B. Ferrara scrive: “Pjaca giochicchia, Gerson scompare. E Chiesa non basta”

“Oltre Chiesa chi? Domanda lecita, perché se la Fiorentina non riesce a prendere tre punti col Cagliari non è colpa del vento…”

di Redazione VN

L’analisi e il racconto di Fiorentina-Cagliari a cura di Benedetto Ferrara per Repubblica. L’edizione completo all’interno del quotidiano in edicola:

Oltre Chiesa chi? Domanda lecita, perché se la Fiorentina non riesce a prendere tre punti col Cagliari non è colpa del vento, che comunque complica un bel po’ la serata a tutti, col pallone che spesso vola dove gli pare come quando giocavamo col mitico supertele, palla low cost di suprema leggerezza. Ma il ragazzo d’oro non può risolvere ogni situazione. Stavolta si prende un rigore sacrosanto, perché Barella gli arriva sulla gamba e lo fa saltare in aria. Ci vuole il Var per spiegare a Giacomelli che il fallo c’è ed è netto. Ma va bene lo stesso. Veretout sembra sciogliere i nodi di una partita difficile. Un rigore e via. Ma basterà Chiesa per arrivare in fondo? Gioca benino Edimilson, il solito Pezzella, il testardissimo Veretout. Ma non c’è niente di semplice in questa sfida al Cagliari e alla tramontana. Le stelle in prestito latitano ancora. Pjaca giochicchia, Gerson scompare presto per gli ottimisti troppo presto per i realisti. Poi c’è Simeone versione trasparente. Non è tutta colpa sua, ma le sue scorribande in orizzontale tolgono profondità al gioco, che alla fine si affida ai piedi di Chiesa, come la squadretta in parrocchia che la passa sempre a quello che ha fatto la scuola calcio e sembra Maradona.

Violanews consiglia

Pioli: “Abbiamo fatto di tutto per vincere, ma non era la nostra giornata. Siamo in crescita”

Serie A, la classifica: Fiorentina quinta ma perde due punti dalla Lazio. Inter al terzo posto

5 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Il Drisa - 2 anni fa

    Riecco il solito Ferrara che oggi critica mentre ieri osannava. Che squallido giornalismo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. rudy - 2 anni fa

    Ora Corvino deve venire a spiegarci se le colpe di tanta pochezza sono da ricercare nell’allenatore o nei giocatori che lui ha scelto. Probabilmente in entrambi.
    D’ora in poi almeno puntiamo su un modulo che valorizzi i giocatori di ns. proprietà ed evitiamo di insistere su quelli in prestito che, visti i prezzi dei riscatti e le prestazioni, sicuramente non acquisteremo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Brando - 2 anni fa

    Se dobbiamo fare nostro il Karma secondo il quale non potremo mai vincere niente per manifesta superiorità economica altrui, almeno che ci si possa compiacere attraverso l’espressione di un gioco divertente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. folder - 2 anni fa

      Gioco divertente? Con chi:con Pioli?Ahahahahaahahhahhahaahhahahh…..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Nicco - 2 anni fa

    Una squadra senza gioco senza idee che si affida sempre alle invenzioni di un giocatore va poco lontano, il ns destino con pioli in panchina è l’anonimato

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy