Viola News
I migliori video scelti dal nostro canale

news viola

Aspettando il nuovo Golden Boy viola: da Castrovilli a Chiesa e Vlahovic, adesso è l’ora di Sottil

FLORENCE, ITALY - AUGUST 24: Riccardo Sottil of ACF Fiorentina in action during the Serie A match between ACF Fiorentina and SSC Napoli at Stadio Artemio Franchi on August 24, 2019 in Florence, Italy.  (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

I baby talenti viola sono tutti in rampa di lancio, in ombra soltanto Sottil. Il finale di stagione è l'occasione per lo scatto definitivo

Stefano Rossi

La prima partita della stagione titolare contro il Napoli gli aveva spalancato la finestra sulle ambizioni. Sembrava davvero che questa potesse diventare l'annata della consacrazione di Riccardo Sottil, ma per ora non è stato così. La copertina di questo balordo campionato, prontamente interrotto e adesso vicino a riprendere, se l'è presa Gaetano Castrovilli. Ha scalzato perfino Federico Chiesa, talento ormai affermato, ma non ha lasciato spazio ad altri. Proprio le dodici partite che restano possono diventare una grande occasione per Sottil. Per trovare maggiore spazio visto che si giocherà ogni tre giorni e ci sarà bisogno di tutti. Da novembre la Fiorentina ha dovuto rinunciare a Ribery, malgrado questa pesante assenza Riccardo non è riuscito a trovare continuità. Da questa mancanza è stato soprattutto Vlahovic a trarre beneficio.

Insomma, nel computo generale della crescita dei potenziali campioni fatti in casa, ad oggi Sottil è quello che deve fare uno scatto per rimettersi in pari con gli altri. Ha una tecnica individuale superiore alla media, una buona potenza fisica e rapidità con il pallone fra i piedi. Perfetto per fare l'esterno nell'attacco a tre, sacrificandosi può giocare anche a tutta fascia. A gennaio c'era stata la possibilità di andare via in prestito, ma insieme al suo agente e a babbo Andrea (ex viola che lo segue quotidianamente anche al campo di allenamento) ha deciso di giocarsi le sue carte in viola. Tenuto in considerazione in Under 21, già spiato anche da Mancini per la nazionale maggiore, Sottil è arrivato al momento della svolta. Adesso sta a lui convincere Iachini a dargli più spazio, magari anche con continuità per dimostrare il suo valore. Il finale di stagione sarà caratterizzato dal calendario fitto e dalle temperature alte. Impossibile immaginare partire a livelli sempre al top. E' proprio per questo che tocca a Sottil.

https://redazione.violanews.com/altre-news/corsi-settore-giovanile-dellempoli-migliore-di-quello-della-fiorentina/

tutte le notizie di

Potresti esserti perso