Ariatti: “Fiducia a Vlahovic, gli metterei accanto uno tra Pavoletti e Piatek”

Luca Ariatti ha parlato a TMW Radio del momento della Fiorentina

di Redazione VN

Luca Ariatti, ex capitano della Fiorentina ha parlato a TMW Radio:

Quanto può crescere la Fiorentina?
“L’organico lo reputo di alto livello, forse qualche aggiustamento va fatto in direzione dell’allenatore. Magari una punta esterna con caratteristiche diverse da chi c’è: la qualità della rosa è almeno da metà classifica. Poi chiaro che se una stagione parte male, ti trovi dietro, ma se sganci via le paure e togli le ansie non arrivi a giocare per l’Europa ormai, ma almeno a una salvezza tranquilla individuando gli uomini giusti per il futuro. A Torino hanno giocato una gran partita, aiutati anche dal ritmo non intenso. Bisogna capire quando si alza la tensione, se servisse qualche lottatore in più”.

Chi devono affiancare a Vlahovic?
“Penso che ci sia da fare un altro ragionamento. Il calcio sta cambiando, stanno finendo i soldi illimitati e l’abitudine di comprare giocatori a 50-60 milioni. Oggi come non mai ci vuole l’equilibrio aziendale, e il Milan su questo sta facendo da precursore. Anche Roma e Parma le vedo su quella strada… La Fiorentina non può assolutamente mettere in difficoltà un patrimonio come Vlahovic, lo devono aiutare anche per il momento storico. Poi ovviamente l’aspetto tecnico e di prospettiva economica va bilanciato, ma il ragazzo va tutelato, gli va data fiducia e mi pare abbia dato bei segnali nelle ultime partite, caratterialmente mi pare ne abbia. Trovare qualcuno che non gli metta pressione sarebbe l’ideale, magari chi si deve rilanciare senza troppe ambizioni…”.

Tipo?
“Il Pavoletti di turno, o Piatek che ha voglia di tornare e magari riesci a fare un prestito per vedere come va… Qualcuno che entri in punta di piedi perché per me Vlahovic in doppia cifra ci va ogni anno in condizioni normali”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy