Ancora Sousa: “Deluso e triste. La classifica? Dipende da noi”

Il tecnico in conferenza: “Non abbiamo sottovalutato l’avversario. Troppa frenesia”

di Simone Bargellini, @SimBarg

Ancora l’analisi post partita di Paulo Sousa, stavolta in conferenza stampa: “Mi amareggia più il risultato che la prestazione, mi immaginavo che sarebbe stata una gara difficile con un allenatore nuovo e una squadra fisica. Quando abbiamo avuto le occasioni per segnare e non le abbiamo sfruttate, è aumentata la frenesia. Il Lech si è chiuso molto bene con due linee molto strette che ci hanno creato difficoltà. Sono deluso e triste per questa sera.

Ultimi nel girone? Siamo tutti vicini e mancano 3 partite, dipende solo da noi fare risultati e passare il turno. Abbiamo tutte le capacità per farlo. Tradito dai giocatori? No, ho fiducia in tutti i miei, ma oggi la partita non si è messa bene per loro. Abbiamo fatto anche delle cose interessanti, ma l’avversario ci ha chiuso molto bene e in certi momenti dovevamo rischiare di più. Mancanza di motivazioni? No, credo che ci fossero da parte di tutti, sono dispiaciuto per non aver visto continuità nella qualità durante il match, siamo andati un po’ a sprazzi. Ma è difficile giocare contro una squadra così chiusa, abbiamo provato a forzare anche qualche passaggio facendo ripartire loro contropiedi, la lucidità non è stata la migliore ma abbiamo avuto occasioni sufficienti per vincere la partita. Ho parlato subito con i giocatori, dobbiamo ripartire come sempre dalla nostra qualità che abbiamo evidenziato fin qui.

Lo staff tecnico? Siamo super felici di riavere con noi Nacho Torreno. I gol dei subentranti? Non mi hanno sorpreso, bravo il mio collega ad avere l’istinto giusto. Avversario sottovalutato? Da come abbiamo preparato la gara e da come abbiamo approcciato dico no, ho visto i miei giocatori motivati ma abbiamo trovato un avversario altrettanto motivato e molto bravo in difesa. Le espulsioni in Europa? Non sono preoccupato, ci sono giocatori che riescono meno a controllarsi, dobbiamo migliorare e pensare solo a giocare. Babacar e Rossi? Oggi non è il caso di fare valutazioni individuali”.

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Dellone68 - 5 anni fa

    Credo che Joseph ci abbia visto giusto. Io ero allo stadio e la tristezza si è impadronita di tutti noi. La squadra B purtroppo non è neppure lontanamente all’altezza della squadra A, forse Sousa ha avuto troppa fiducia, col senno di poi mi verrebbe da dire che non si possono cambiare 7 – 8 titolari. Così si perde. Infatti abbiamo perso. Ed è già la seconda su due in Europa League, in casa, con avversari mediocri. Il Basilea non era proprio mediocre, ma comunque una squadra che la migliore Fiorentina batte senza grossi problemi. Paulo, così rischiamo di uscire. E sarebbe una cosa grave. Nelle prossime gare dovrai giocare con molti titolari in più perchè dobbiamo vincere le prossime due trasferte per rimettersi in carreggiata. Peccato, ma non potremo più distrarci. Stasera figura penosa. Ed anche poco rispettosa nei confronti dei pochi che, come me, vanno sempre allo stadio. Comunque forza Paulo e forza viola, sempre.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. joseph - 5 anni fa

    Il mister questa volta l’ha fatta grossa. Chissà perchè attribuisce la colpa alla troppa frenesia. Il tifoso aveva frenesia su Rossi, ma non su Pasqual e nemmeno sulla coppia Bernardeschi-Babacar. In Coppa Leuague il nostro allenatore sta prendendo delle cantonate. Non si può fare a meno dei titolari per far giocare degli scellerati come la coppia Tomovic-Roncaglia, come la coppia Bernardeschi-Babacar, come la coppia Suarez-Verdù. Ognuno piange i propri errori e quelli commessi da Paulo Sousa questa sera condannano la Fiorentina alla sconfitta in casa con una squadra scarsa e all’ultimo posto nel girone. Peggio di così non si poteva volere. Complimenti a tutti. Ne usciamo malissimo sotto il profilo dell’immagine.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. ario_786 - 5 anni fa

    Sì meglio non fare valutazioni individuali altrimenti si salverebbero VERAMENTE in pochi…

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy