Agnelli sulle accuse di Commisso: “Mi ha fatto un piacere, ha spiegato la Juventus a Sarri”

Agnelli sulle accuse di Commisso: “Mi ha fatto un piacere, ha spiegato la Juventus a Sarri”

Agnelli sulle parole di Commisso

di Redazione VN

Il presidente della Juventus Andrea Agnelli è intervenuto a Radio 24 nel corso della trasmissione Tutti convocati. Il numero uno bianconero è tornato a parlare delle parole di Rocco Commisso, presidente della Fiorentina, al termine della gara persa a Torino per dubbie decisioni arbitrali:

Mi hanno fatto piacere, perché hanno fatto capire a Sarri cosa significa essere da Juventus e cosa sia la violenza mediatica che scagliano contro di noi. Una battuta fatta l’altro ieri è passata inosservata. Se il rigore dato alla Spal fosse stato dato a noi… Se l’ho chiamato per ringraziarlo? A me fa piacere quando uno mi fa un favore, non devo chiamarlo.

Milan imbufalito? Per l’AIA l’intervento di Romagnoli è da rigore. Ecco perché

18 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Labaroviola72 - 6 mesi fa

    Se lo zio avesse capito questo concetto non l’avrebbero buttato giu’ da un ponte.
    Ma voleva fare le macchine a idrogeno e allora…..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Tato - 6 mesi fa

    Allora anvhe dopo la partita con il Real, fece un favore a Florentino Perez.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. stefano.panicacc_11517610 - 6 mesi fa

    Ai miei tempi, quando uno con la faccia così apriva bocca, si prendeva una bella “pacchina” in testa. Questo gli evitava di dire le scemenze. Lui purtroppo questa forcuta non ce l’ha!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Tagliagobbi - 6 mesi fa

    Poi uno si chiede perché siano odiati da tutta l’Italia…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. LoreBBB - 6 mesi fa

    In Italia ti fanno un piacere, in Europa tutti insensibili. Che bello il mondo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Etrusco - 6 mesi fa

    Caro Agnelli, in Europa gli arbitri vi hanno sempre preso a pesci in faccia ed infatti è da mò che non vincete qualcosa.
    Fossiin te quindi, valuterei con occhi più critici le regalie che vi vengono fatte in Italia perché poi in Europa le riscontate tutte.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. paolocasini.f_14413539 - 6 mesi fa

    Sí sí, poi quando in Europa non vi danno ragione capite cosa vuol dire subire torti. Ora il piacere ce lo faccia Lei!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. biancorossoviola - 6 mesi fa

    Adesso facci tu un piacere…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Antonino - 6 mesi fa

    Poero b….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. gianni69 - 6 mesi fa

    che stile…..rocco che è una persona intelligente ha fatto caciara dopo la juve per avere più audience.meglio contro la juve che contro il lecce.costui era avvezzo ai vecchi proprietari che si genuflettevano con il cappello in mano per avere una plusvalenza in più.ciao monociglio tante belle cose

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Lilloneviola - 6 mesi fa

    Arrongantello nato da un buco fortunato…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Axel - 6 mesi fa

    Sarri? Colui che vi definiva ladri?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Bobbe.. - 6 mesi fa

    Pare dovesse dire qualcosa per forza… Non considera l’arbitraggio o a chi si sia effettivamente rivolto Rocco.. Infelice, la battuta e pure lui.. Non si riescono nemmeno più ad odiare questi ovini di oggi ma solo provare compassione…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. batigol222 - 6 mesi fa

    A voi li danno quei rigori e anche peggio, non siete abituati a prenderli contro è una cosa diversa. Così come il Milan

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Il Viola di Gallipoli - 6 mesi fa

    Questo è un altro miracolato che, se non fosse stato figlio di, sarebbe rimasto nella mediocrità che lo contraddistingue.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. blues - 6 mesi fa

    Cioe’ ora Sarri ha capito che essere strisciato porta questi vantaggi? Buon per lui.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. claudio.godiol_884 - 6 mesi fa

    Tu eri un ragazzo e forse non lo sai, ma tuo zio Gianni era un maestro con le pubbliche relazioni con gli arbitri. Prova a leggere la storia dei furti arbitrali dell’epoca.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. 29agosto1926 - 6 mesi fa

    Basta guardarlo in viso!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy