Primavera, le pagelle viola: Vlahovic glaciale, Antzoulas-Gillekens un muro, Beloko domina

Primavera, le pagelle viola: Vlahovic glaciale, Antzoulas-Gillekens un muro, Beloko domina

La Fiorentina di Bigica vince nella finale di andata

di Stefano Fantoni, @stefanto91

GHIDOTTI 7: deve impegnarsi solo su un tiro cross di Gilli, c’è sul tentativo di Petrungaro. A tempo scaduto si supera nel respingere il tentativo ravvicinato ancora di Petrungaro, mantenendo così la Fiorentina sul doppio vantaggio in vista della gara di ritorno.

FERRARINI 6: spinge con continuità, arrivando però poco sul fondo a causa del continuo raddoppio avversario. Nella ripresa colpisce Kone in area, ma l’arbitro salva lui e la Fiorentina non vedendo il contatto.

ANTZOULAS 6.5: prestazione attenta e senza macchie, controlla senza patemi il fuoriquota Damascan, poi prende in consegna Petrungaro senza mollare un millimetro.

GILLEKENS 6.5: in avvio si immola sul tiro a botta sicura di Gilli, gioca una gara senza sbavature contro il temibile Rauti.

SIMONTI 6: si propone con costanza, ma viene servito poco. Dalla sua parte il Torino crea i pericoli maggiori, soprattutto nel primo tempo.

BELOKO 7: impiega qualche minuto per entrare in partita, poi prende le misure ed è una spina nel fianco per la difesa avversaria. Conquista il rigore del vantaggio viola, nella ripresa sfiora il raddoppio. Recupera decine di palloni. Motorino inesauribile.

LAKTI 6.5: recupera palloni e detta i tempi davanti alla difesa, cuore e grinta da capitano vero. Nel secondo tempo si concede anche qualche incursione in attacco.

HANULJAK 6: per un’ora è l’anello debole del centrocampo, faticando a trovare le misure giuste in campo. Poi cresce di ritmo e ha il grande merito di recuperare e servire a Vlahovic il pallone del raddoppio. (dal 82′ MELI sv)

MONTIEL 6: meno brillante rispetto al solito, anche a causa della marcatura quasi a uomo che Coppitelli gli confeziona addosso, ha il merito di avviare l’azione che porta al rigore del vantaggio gigliato. Esce alla distanza

MAGANJIC 5.5: prova anonima, tocca pochissimi palloni e sempre con grande lentezza. Nella ripresa un guizzo, poi nient’altro. (dal 75′ KOFFI 6: entra bene in partita e dà il via all’azione del raddoppio con una giocata strappa applausi)

VLAHOVIC 7: fino al rigore non si vede praticamente mai, ma quando serve è implacabile e dagli undici metri trasforma con freddezza da bomber consumato. Nella ripresa controlla in corsa e fulmina Gemello con un mancino angolatissimo.

Allenatore BIGICA 6.5: mette in piedi la miglior formazione possibile e la squadra lo ripaga con una prestazione di sostanza, alla lunga anche di qualità e tecnica. E due gol che, in vista del ritorno, sono un bel mattoncino verso la coppa.

Violanews consiglia

LIVE! Primavera Tim Cup, Fiorentina-Torino 1-0 fine p.t.: Vlahovic gol su rigore davanti a Batistuta

5 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. damci - 6 mesi fa

    secondo me il più pronto per essere provato è Beloko.Detto questo è stucchevole che sicontinui a giocare in 10,per non svalutare troppo maganjic,Koffi,disordinato e confusionario spesso,è tuttavia un prospetto interessantissimo per velocità,dribbling e tecnica.anche hanuljak fa di rado qualcosa di buono e spesso è inutile,ma a centrocampo, quando manca Meli,non ci sono riserve valide.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Cinghialino - 6 mesi fa

    Beloko, Vlahovic e Montiel dovrebbero avere un po’ di spazio da qui a fine campionato. Secondo me potrebbero regalare qualche sorpresa piacevole.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Sblinda - 6 mesi fa

    Quattro o cinque giocatori sono già pronti per la prima squadra. Vlahovic, Montiel, Beloko e Ghidotti su tutti. Pensare che abbiamo avito Thereau, Norgaard, Pjaca e Gerson in pianta stabile in prima squadra e non abbiamo dato possibilità a questi giovani mi manda in bestia. Tutto questo per arrivare decimi e pareggiare ottocento partite.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Barsineee - 6 mesi fa

    A parte Montiel e Vlahovic, direi che questa è la Fiorentina dell’anno prossimo. Giovani, da far crescere. Tutti gli altri via. Solo i primavera in campo e poi se si retrocede ultimi sul campo, faremo come Vittorione bello … tutti sulla balaustra a cantare!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Ghibellino viola - 6 mesi fa

      Capisco lo spirito polemico e in parte mi trova d’accordo. Ora basta però

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy