Primavera, le pagelle viola: Sottil non basta, Gori appannato, errore fatale di Ghidotti

Primavera, le pagelle viola: Sottil non basta, Gori appannato, errore fatale di Ghidotti

Lakti e Maganjic escono stremati, Mosti e Ranieri corrono come pazzi, Pinto espulso di nuovo

di Stefano Fantoni, @stefanto91

Le pagelle viola dopo Inter-Fiorentina, finale della Viareggio Cup (LEGGI LA CRONACA):

GHIDOTTI 5: nel primo tempo si oppone alla grande su due punizioni pericolose di Pompetti, nella ripresa si supera per respingere l’incornata di Merola. Incolpevole sul gol di Belkheir, attento sulla rasoiata di Sala dalla distanza. Pesa come un macigno l’errore in presa alta che origina il gol di Vergani.

MOSTI 6: pensa più a difendere che ad attaccare e lo fa bene, controllando Sala quando si propone sulla fascia. Al tempo stesso, se può si offre in sovrapposizione a Maganjic. Fuori per infortunio muscolare.

(dal 62′ FERRARINI 5,5: non entra bene in partita, surclassato da Sala e Corrado, ma quando attacca in parte si perdonare)

CECCACCI 6: marcatura difficile su Adorante, soprattutto per il fisico possente del nerazzurro. Soffre un po’, nella ripresa meglio, ma poi si perde, in collaborazione con Hristov, la marcatura di Belkheir sul pari nerazzurro.

(dal 1′ pts VISENTIN 6: entra per far rifiatare Ceccacci, si trova di fronte un brutto cliente come D’Amico e contiene bene)

PINTO 5: pericoloso con un’incornata da angolo nel primo tempo, concede un paio di punizioni evitabili in zona pericolosa. Nella ripresa cresce notevolmente e salva due volte, su Belkheir e Brignoli, pronti a calciare. Vanifica tutto con un’espulsione per doppia ammonizione dopo 105′.

RANIERI 6,5: il solito pendolino, con Sottil forma un asse molto pericoloso per la difesa nerazzurra. Alla distanza cala fisicamente e limita il proprio raggio d’azione.

VALENCIC 5,5: consueto lavoro sporco in fase di costruzione, prezioso tatticamente, ma ha responsabilità parziali pari nerazzurro e con il passare dei minuti perde di lucidità sbagliando qualche passaggio di troppo.

LAKTI 6: corre per quattro tra centrocampo e attacco, e alla lunga perde d’intensità, Meno brillante, paga gli impegni ravvicinati. Dal 60′ gioca di posizione, facendo densità in mezzo e non proponendosi più in avanti.

(dal 1′ st GORGOS 5,5: si posiziona al fianco di Valencic in mediana, ma tocca pochissimi palloni)

DIAKHATÈ 5,5: prova su punizione ad agganciare Kulenovic in vetta alla classifica cannonieri senza riuscirci, poi alterna buone giocate ad altre prive di senso. Alla fine non raggiunge la sufficienza.

SOTTIL 7: è ispirato e si vede, punta chiunque gli capiti davanti e nove volte su dieci lo salta. Sblocca il match con un gran piattone in corsa dopo 18 secondi del secondo tempo. Fuori per crampi.

(dal 88′ LONGO 5,5: si vede pochissimo)

MAGANJIC 6,5: primo tempo un po’ nascosto, gioca molto dentro al campo e poco sull’esterno diventando poco utile per la manovra offensiva. Nella ripresa serve l’assist vincente a Sottil al primo pallone giocato. Corre tanto, esce stremato.

(dal 77′ HRISTOV 5,5: entra per rinforzare la difesa nei minuti finali, ma perde insieme a Ceccacci la marcatura di Belkheir. Salva sul primo tentativo di Vergani, ma niente può sul secondo)

GORI 5,5: da solo contro i tre centrali nerazzurri, a volte fatica e a volte è pericoloso come alla mezz’ora del primo tempo, quando non inquadra la porta a tu per tu con Pissardo. Un po’ appannato negli ultimi venti metri. Il coro “Gori gol” dei tifosi c’è, ma stavolta non esulta.

4 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. folder - 1 anno fa

    L’Inter,come la giri la giri,a livello Primavera,con noi, vince sempre e questo non può essere un caso.E’ una squadra di carattere che sa quel che vuole e che ha una difesa di ferro.Noi,d’altra parte,abbiamo più di un giocatore che ha litigato con i fondamentali del calcio.Molti hanno forza fisica e corsa ma non sanno come stoppare un pallone o fare passaggi precisi di tre metri . Addirittura
    l’azione che ha portato al pareggio dellInter è partita da un fallo a nostro favore che,mi pare,Ranieri ha battuto a favore dei Nerazzurri e cioè passando la palla a loro.Se ci si mette anche l’errore di Ghidotti,che fino ad allora mi era sembrato un buon portiere,si vede come siamo stati noi a far vincere l’Inter( anche se bisogna obbiettivamente osservare che dopo il goal di Sottil la Fiorentina si è squagliata come neve al sole).Che dire…mi aspettavo sinceramente di vincere ma con il 60% di questi giocatori si va poco lontano!
    Da quello che hanno fatto vedere durante il torneo solo Gori( anche se oggi ha fallito in maniera assoluta) ;Sottil e Hristov possono ambire ad alti traguardi.Tutti gli altri sono solo,come si dice dalle mi’ parti,un bel cesto
    di frittura mista!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. ida - 1 anno fa

    Bravi ragazzi, bel torneo, complimenti!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Aoi_Haru - 1 anno fa

    Concordo nuovamente con le pagelle. Avrei dato anche mezzo punto in meno a Diakhaté. Dopo il gol comunque siam spariti per un tempo intero, fino al 2 a 1 loro. Troppo poco. Diakhaté, del ’98 e capitano, completamente impalpabile. D’Amico e Sala son state spine nel fianco. Ghidotti ha causato lo svantaggio ma fino a quel momento era stato il migliore in campo con Sottil. Il figlio d’arte è uno dei pochi che meriterebbe un prestito per crescere ancora se non direttamente la prima squadra.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Ghibellino viola - 1 anno fa

    È un torneo che ha perso parecchio appeal ma perdere fa girare le scatole lo stesso. Mettiamola così: poiché è dai tempi di antognoni e di roggi che un viola vince il Viareggio e fa una grande carriera sportiva… spero che questa sconfitta porti almeno bene a questi ragazzi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy