Primavera, Fio-Nap 4-1: le pagelle. Attacco promosso, molto bene anche Illanes e Valencic

dal nostro inviato al ‘Bozzi’

di Simone Torricini, @TorriciniSimone

La Fiorentina di Emiliano Bigica torna al successo contro il Napoli, vincendo e convincendo in 90′ di dominio (quasi) totale. Decidono la doppietta di Gori e le reti di Valencic e Sottil.

Cerofolini 6: mai chiamato in causa concretamente dal Napoli, si limita ad una attenta gestione con i piedi quando coinvolto nella manovra dei suoi.

Ferrarini 6,5: propositivo nella prima frazione, meno acceso nel corso della seconda ma comunque diligente ed ordinato. Nel complesso una prestazione positiva.

Illanes 7: vince il duello con Gaetano sia nel primo che nel secondo tempo. Decisivo al 74′ con la copertura sulla conclusione dello stesso Gaetano nel momento migliore del Napoli.

Pinto 6,5: poco impegnato al pari del compagno di reparto, gioca una gara pulita ad eccezione del rigore causato nel secondo tempo. Macchia – l’unica – di una prestazione più che sufficiente.

Ranieri 6: dalla sua parte il Napoli spinge con più convinzione, lasciando al terzino di Bigica maggiori responsabilità difensive. Lui lo capisce e gioca 90′ semplici ed efficaci. Nella seconda metà del secondo tempo è protagonista di un battibecco con alcuni avversari e si prende un’ammonizione decisamente evitabile.

Valencic 7: il gol che sblocca la gara rappresenta il coronamento di una gara di presenza e solidità. Interpreta con coerenza e continuità di rendimento il ruolo di play, abbassandosi spesso tra i difensori ed offrendo linee di passaggio ai compagni con i suoi movimenti.

Diakhaté 6: non brilla particolarmente, ma fa il suo senza sfigurare. Certo è che con quel fisico e quei mezzi tecnici i suoi standard potrebbero essere ben altri.

Lakti 6,5: tanto lavoro sporco per l’ex Capitano della Under 17, che non si tira indietro quando c’è da combattere ma è attento anche nel seguire i movimenti di Sottil e Maganjic. Positiva, al pari di quelle di tutti i compagni, è anche la sua prestazione.

Maganjic 7: è l’unico membro del tridente che non riesce a timbrare il cartellino, ma è anche uno dei migliori in campo in assoluto. Crea, premia gli inserimenti dei compagni, ne fa a sua volta: assieme a Sottil è la preoccupazione numero uno per il Napoli. E Gori non può che giovarne.

Sottil 7,5: il mezzo voto in più è dovuto al gol, che a differenza di Maganjic trova anche grazie ad una propensione al tiro ben più accentuata. Anche un palo da registrare per lui, sfortunatissimo nel primo tempo.

Gori 8: la doppietta che chiude il match, la generosità nei confronti dei compagni, il silenzio con cui crea situazioni di superiorità numerica con il suo gioco spalle alla porta. Sbaglia poco e nulla e gioca con la sicurezza del veterano: è lui il man of the match.

vnconsiglia1-e1510555251366

FINALE | Primavera, Fiorentina-Napoli 4-1. Valencic la sblocca, poi Sottil e un super Gori chiudono i giochi

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy