Simeone ricorda: “Quando arrivò Muriel capii che l’allenatore preferiva lui, Cagliari il mio riscatto”

Simeone ricorda anche l’esperienza alla Fiorentina

di Redazione VN
Cholito Simeone

Lunga intervista all’ uomo del momento in casa Cagliari Giovanni Simeone su Cuore Rossoblú: eccone un breve estratto delle parole dell’ex viola che adesso detiene un originale record:

I miei gol sono più che mai figli di una volontà di squadra, era tempo che volevamo ritornare a vincere. La sconfitta di Verona per noi è stato come uno schiaffo, il gol con la Spal mi ha lasciato una certezza: l’incantesimo era rotto, potevamo tornare a giocare e vincere col sorriso sulle labbra. Abbiamo ritrovato la consapevolezza nei nostri mezzi, ora siamo liberi da angosce, l’obiettivo salvezza è praticamente raggiunto. Joao Pedro? Mi trovo molto bene, mi aiuta tantissimo per come si colloca in area: capisco che movimenti farà, non sono cose che si dicono ma a un certo punto le senti. Io e Pavoletti? Lo conosco da anni, a Genova abbiamo fatto scintille. Ho un legame fortissimo con lui. Esperienza alla Fiorentina? Niente da rimproverarmi, dopo pochi mesi è arrivato Muriel e ho capito che il mister puntava più su di lui. Non ho sofferto, il mio riscatto si chiama Cagliari.

Caressa su Iachini: “Mai visto un allenatore che accusa un giocatore dopo un 3-1”

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Valter - 5 mesi fa

    Povero cocco caduto dal pero..
    Erano MESI che non la buttavi dentro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Larry_Smith - 5 mesi fa

    Insomma abbiamo scelto fra Muriel e Simeone… ma com’è che non c’è né quello né quell’altro?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Weirdo - 5 mesi fa

    *Capii

    …o parla di sè in terza persona ormai?

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy