Rebic racconta: “Rangnick venne a Firenze per me, così scelsi di andare a Lipsia”

Sul croato, ex viola, la Fiorentina ancora vanta una percentuale sulla rivendita dall’Eintracht

di Redazione VN

Nel corso di una lunga intervista a Sportweek, Ante Rebic ha parlato anche di Ralf Rangnick, manager che scopriamo dalle sue parole essere un suo grande estimatore, fin dai tempi in cui vestiva la maglia viola. Ecco perché:

Avevo fatto bene al mondiale in Brasile, così lui, che era a capo della divisione calcistica della Red Bull, chiama il mio procuratore e gli dice che mi vuole. Viene apposta a Firenze: “Benvenuto alla Red Bull. Scegli: vuoi giocare nel Salisburgo o nel Lipsia?”. Scelgo il Lipsia: era nella seconda divisione, ma il progetto che mi illustro Rangnick era importante, e i fatti gli hanno dato ragione. Però anche lì gioco poco perché l’allenatore, Alexander Zorniger, aveva un suo gruppo di giocatori fidati nel quale non c’era spazio per i nuovi.

Fiorentina-Milan, asse caldo. Piace Vlahovic, si parlerà anche di Rebic

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy