Osvaldo ci ripensa: “Se chiama Maradona difficile dire no. Fumavo e giocavo nell’Italia…”

Osvaldo ci ripensa: “Se chiama Maradona difficile dire no. Fumavo e giocavo nell’Italia…”

Osvaldo parla della possibile chiamata di Maradona e non solo…

di Redazione VN

Quando chiama Maradona, difficile non rispondere all’appello. Soprattutto se si è argentini e, come tutti da quelle parti, cresciuti col mito del Diez. Questo Pablo Daniel Osvaldo lo sa e sa anche che se Diego dovesse chiedergli di tornare in campo, nonostante l’ex azzurro abbia ormai scambiato gli scarpini per la chitarra, diventerebbe complicato dire di no al Pibe de Oro. L’ex attaccante di Roma, Inter e Fiorentina (tra le altre) si racconta in una intervista a ESPN:

È uscita questa notizia, spero non mi chiamino perché non si può mica dire di no a Maradona. Mi metterebbe in difficoltà. Se mi chiama, si vedrà. Per ora tutto quello che so è che che il 21 settembre suono con i ‘Barrio Viejo’… Il mio addio è stata una pagliacciata. Sei mio padre (si riferisce all’ex allenatore del Boca, Schelotto) per dirmi che non posso fumare? Ho fumato tutta la vita e ho comunque giocato nella nazionale italiana. Era un tecnico nefasto per il Boca, per il resto la mia esperienza alla Bombonera è stata ottima.

Scarnecchia colpito da Veretout: “L’avevo visto alla Fiorentina, non lo ricordavo così forte”

Campi Bisenzio: ecco la zona per il nuovo stadio della Fiorentina

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy