Ex viola: oggi Simeone sfida Muriel. Insieme vantano 25 gol in campionato

I due attaccanti saranno i protagonisti nella sfida della Sardegna Arena

di Redazione VN
Muriel-Simeone

Alle ore 19:30, il Cagliari ospiterà l’Atalanta. A guidare l’attacco per i sardi sarà ancora Giovanni Simeone. Il numero 9 argentino è uno degli attaccanti più in forma dalla ripresa del campionato. Il Cholito, infatti, non ha sbagliato un colpo: sono 4 i centri realizzati in altrettante partite disputate. Doppia cifra raggiunta e occhi puntati sul record personale, ottenuto in maglia viola alla sua prima stagione. L’avversario di questa sera non sarà banale. In terra sarda arriva l’Atalanta dei record, sette le vittorie consecutive della squadra bergamasca, che a Cagliari cercherà ancora i tre punti per avvicinarsi sempre più alle vette più alte della classifica. Per farlo Gasperini si affida ad un altro ex fiorentina, compagno di Simeone solo pochi mesi fa. Si tratta di Luis Muriel, a segno con una bellissima doppietta nella scorsa giornata di campionato, valida per la vittoria ad Udine dei nerazzurri. Il colombiano con i due centri dello scorsa domenica, ha raggiunto la quindicesima rete in campionato, numeri incredibili se si valuta che Muriel spesso e volentieri ha avuto modo di incidere solo a gara in corso. Dopo essere stati quindi compagni di squadra nella scorsa stagione, i due ex attaccanti viola guideranno le proprie squadre in una partita che promette spettacolo. Insieme vantano 25 centri dall’inizio della stagione e già da stasera questi dati potrebbe essere migliorati e superati. I numeri dei due bomber fanno scalpore se paragonati all’attuale organico della Fiorentina: 35 le reti totali segnate, di cui 12 dagli attaccanti più “prolifici”, 6 reti a testa per Vlahovic e Chiesa

Obiettivi viola: settimana decisiva per Tonali. Le cifre offerte dal’Inter

 

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Obdulio - 5 mesi fa

    Muriel e Simeone buoni giocatori, niente di più: con questi chiari di luna il primo avrebbe fatto più che comodo, per il cholito nessun rimpianto: a Firenze ormai era bruciato, non avrebbe insaccato neanche le palle-goal alla Gagliardini…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. 29agosto1926 - 5 mesi fa

    Questo basterebbe a dare il benservito a Pradè ma qualche appeccorato lo difende sempre, solo uno lo difende fino allo stremo ma lui non è appeccorato e più di questo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. alesquart_3563070 - 5 mesi fa

    Qualcuno dirà che questo articolo non c’entra nulla con noi.
    Forse…però dobbiamo riflettere sul fatto che un giocatore che non sarà un campione, ma non ha mai lesinato in impegno e volontà, a Cagliari segni con continuità e da noi stava fermo davanti alla porta guardando passare palloni che poteva bastare soffiarci sopra per farli entrare.
    Su Muriel, che dire..è sempre stato forte non c’era dubbio che con Gasperini esplodesse. E Gasperini è uno che non ti risparmia nulla. A mio parere, da un pò di tempo, a Firenze si è costituito un ambiente tossico per i giocatori, forse è la mancanza di motivazioni, la Società innanzitutto deve partire con il risolvere questo problema che è stato creato negli ultimi anni dai DV, vedi pure la questione della decisione di cedere i 5 giocatori con la complicità di Ramadani ( a proposito, si sa chi sono gli altri 3?)

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy