A. Sottil: “Ricky a Cagliari è rinato, l’anno scorso non era sereno. Cholito? E’ da top club”

Parla l’ex viola: “Riccardo ha provato in ogni modo ad imporsi a Firenze ma non gli è stato consentito. Simeone? Perso un grande centravanti”

di Redazione VN
Riccardo-Sottil

Andrea Sottil, ex difensore della Fiorentina e padre del viola (in prestito al Cagliari) Riccardo, ha parlato a Lady Radio: “Ricky aveva bisogno di giocare. Dopo Pescara eravamo tutti orientati verso un nuovo prestito ma l’ottimo pre campionato con Pioli gli ha fatto venire voglia di giocarsi le sue carte a Firenze. La scorsa stagione sappiamo tutti com’è andata, tra problematiche di ogni tipo ed un modulo che non prevedeva ali pure come lui. Adesso gioca nel suo ruolo naturale e si trova bene col 4-3-3 di Di Francesco. Secondo me, se valutiamo la rosa della Fiorentina, si sarebbe potuto giocare anche a Firenze con due esterni alti. Futuro? Riccardo deve molto a Firenze. E’ arrivato lì a 16 anni, ha provato in ogni modo ad imporsi a Firenze, ma non gli è stato consentito. Adesso a Cagliari è sereno, la scorsa stagione non lo era”.

Sottil ha poi espresso la sua opinione sul Cholito Simeone, sul momento attraversato dalla Fiorentina e su Callejon: “Simeone sta dimostrando di essere un grandissimo attaccante. Si muove in una maniera unica, sa colpire di testa come pochi, aiuta la squadra ed è un combattente. Insomma, è da top club. Per me la Fiorentina ha perso un gran centravanti. Difficoltà viola? La rosa è competitiva e Iachini è un buon allenatore, ma l’involuzione della squadra è sotto gli occhi di tutti. Callejon? Personalmente non lo farei giocare punta. Lui è un grandissimo attaccante esterno, con Sarri ha fatto sfracelli sulla destra”.

Sottil
Photo by Enrico Locci/Getty Images
24 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Eziogòl - 3 settimane fa

    A Cagliari c’è f**a. Tanta. Di elevata qualità. Molta più che a Firenze. Questo spiega molto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Uccellino51 - 3 settimane fa

    Vorrei aggiungere che Sottil, dato via Chiesa, ci avrebbe fatto molto comodo….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. I'Generale - 3 settimane fa

      Sottil è un attaccante esterno, non sa difendere… e non ha nemmeno lo spirito di sacrificio di chiesa che, nonostante si sia venduto l’anima ai gobbi primad i andarci, almeno aveva l’umiltà di giocare dove gl idicevano di farlo, anche terzino… senza sbuffare……………

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Uccellino51 - 3 settimane fa

    Solo un commento su Simeone: sono convinto che abbiamo dato via un grande, un combattente nato e con il fiuto del gol. Un errore che va di pari passo su come abbiamo perso Milinkovic-Savic, sulla cappella fatta con Salah, su come abbiamo dato via i vari Zurkowsky, Terzic, Pedro, Agudelo senza neanche provarli, per ultimo sul modo con cui abbiamo ceduto Chiesa ai gobbi. MERITIAMO DI PIÙ

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. I'Generale - 3 settimane fa

    Le pecore si contano a maggio, Andrea…
    Se il tu’figliolo (che io credo sia anche un ottimo prospetto) avrà fatto una stagione pazzesca ne saremo tutti contentissimi, noi per primi che abbiamo ancora il boccino in mano (il cartellino è nostro)…
    Per quanto riguarda Simeone, nel quale ho sempre creduto un po’ meno, per adesso ha segnato 4 gol di cui 3 contro le ultime in classifica e non l’ha strusciata contro lazio e atalanta….. facciamo che ci segnamo questa intervista e ne riparliamo a maggio, covid permettendo………………

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. iG - 3 settimane fa

    La morale di questo intervento e’
    COME MAI quando sono a FIRENZE son sempre BIDONI?
    COME MAI appena cambiano aria diventan campioni?

    facciamocela la domanda e fossimo obbiettivi, metteremmo anche noi la tifoseria sul banco degli accusati

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. I'Generale - 3 settimane fa

      Si anche questo è vero, perchè qua siamo tutti professori e fenomeni, e se sbagliano un passaggio cominciamo a buttargli la croce addosso subito…
      Guarda cosa sta succedendo con Quarta… manco è arrivato che ha dovuto giocare, non parla una parola di italiano (e non c’era manco pezzella accanto) e tutti già a dire che è un brocco………..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. massilotti - 3 settimane fa

    Un altro fenomeno del giorno dopo….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. dallapadella - 3 settimane fa

    Si sa che Firenze è un ambiente di …. (completare a piacere)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Barsineee - 3 settimane fa

      Giocaveloce?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Gasgas - 3 settimane fa

    Non mi sembra polemico, semmai andrei un po’ cauto sulla rinascita e sul fatto che sembra sia esploso un fenomeno… Mi sembrano poche partite e nemmeno poi tutte eccezionali… Calma…
    Poi sicuramente meglio Cagliari del nostro baraccone…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. biongborg - 3 settimane fa

    Facile parlare. Più difficile è fare. Non riesce a finire un camponato senza essere esonerato

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. 29agosto1926 - 3 settimane fa

      Quando si dice “il non sapere cosa scrivere”. Eccone l’esempio! Mi sembra che abbia espresso un opinione sul figlio non sulle sue qualità da allenatore e, purtroppo, ha ragione perché a Firenze abbiamo la PEGGIOR DIRIGENZA TECNCICA DI TUTTO IL CALCIO PROFESSIONISTICO, E NO, D’ITALIA

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. simo911 - 3 settimane fa

        Sottil è in prestito a Cagliari,se diventa forte nessuno vieta di riprenderlo.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. BVLGARO - 3 settimane fa

          secondo me ha una voglia Sottil di tornare a Firenze…..

          Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. biongborg - 3 settimane fa

        Non ha espresso solo un opinione sul figlio ma ha detto anche che Simeone è da Top Club. E Simeone è vero che lo ha venduto la società, ma la grande maggioranza dei tifosi avev espresso parere favorevole alla sua cessione perché l’ultimo camionato non la buttava dentro neppure con le mani

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. gerrone - 3 settimane fa

    ha ragione da vendere sia sul figlio ma ancora ragione maggiore. su simeone vedrete quanti dementi detrattori di corvino si dovranno ricredere su lui e su vlahovic

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. BVLGARO - 3 settimane fa

      Redazione dovete fare un bell’articolo! Firenze è stanca. serve un allenatore serio, uno di campo con esperienza internazionale. Basta scommesse o cavalli di ritorno come Sousa, Prandelli o Montella che fallirebbero di nuovo miseramente. MI dispiace serve cambiare aria, prima scegliere un allenatore di polso come Sarri, Mazzarri o Dan Petrescu. Poi fare piazza pulita della dirigenza da Pradè ad Antognoni. Servono uomini di calcio, da subito. Basta chiacchiere, i mattoni non portano le coppe. Un tifoso INCAXXATO.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. simo911 - 3 settimane fa

        Antonioni secondo te non si intende di calcio? andiamo bene…che poi in Fiorentina il suo sapere non venga sfruttato a dovere è acclamato,ma da qui a bollarlo di incompetente cene passa…Mazzarri è in involuzione e non credo sia caratterialmente compatibile con l’ambiente viola, Dan Petrescu sarebbe una scommessa. i mattoni non portano le coppe ma ai gobbacci hanno fatto raddoppiare i ricavi…Simeone veniva contestato anche dai tifosi,prendiamoci le nostre responsabilità. Ogni volta che un giocatore inizia a rendere quando lascia firenze diamo la colpa alla società e all’allenatore,prendiamoci le nostre responsabilità (c’è chi contestava Alonso…)

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. BVLGARO - 3 settimane fa

          con tutto il rispetto per il grande 10 Antonio… non ci serve un soprammobile ma uno che porti calcio! e mi piange il cuore a dirlo, credimi

          Rispondi Mi piace Non mi piace
        2. BVLGARO - 3 settimane fa

          Mazzarri ha fatto del suo meglio su piazze calde come Napoli e Reggio. mi piace come infuoca l’ambiente e con noi tra focosi potrebbe crearsi l’amalgama giusto. Non è mister simpatia, ma senza di lui il Toro è in coda alla classifica. Petrescu… è una scommessa d’accordo, ma vedere 11 giocatori del Cfr Cluj che giocano con il coltello tra i denti lottando ogni metro per il proprio allenatore (come succede a Verona, con Juric)… è un calcio di altri tempi che mi piace parecchio

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. viola1946 - 3 settimane fa

            Dimentichi quanto di buono ha fatto alla Sampdoria.

            Mi piace Non mi piace
    2. BVLGARO - 3 settimane fa

      si ma avercelo noi Di Francesco con Vlahovic, Simeone, Ribery, SOttil… chi ha sbagliato deve pagare. E Pradè è indifendibile. Fermateloooooo prima che richiami MORTADELLA

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. i'campigiano - 3 settimane fa

    Come si fa a dargli torto?

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy