Stovini a VN: “Serve un attaccante di razza. Montella? Tante scelte errate. E prima di fare dei proclami…”

Stovini a VN: “Serve un attaccante di razza. Montella? Tante scelte errate. E prima di fare dei proclami…”

Intervista esclusiva con l’ex difensore, grande tifoso viola

di Federico Targetti, @fedetarge

La Fiorentina stenta, gli interrogativi si moltiplicano come funghi. Alle domande di Violanews.com ha risposto Lorenzo Stovini, ex difensore del Lecce dal 2001 al 2006, ma tifoso viola e nel passato recente allenatore del Casellina: chi meglio di lui – che ha esperienza da giocatore, tifoso e allenatore – per sviscerare la situazione in cui si trova la squadra gigliata?

Cominciamo tornando alla partita di ierilaltro: che Fiorentina ha visto?

Fiorentina non bene; non bella, non bene, purtroppo è arrivata un’altra sconfitta, e il momento adesso è molto difficile.

Una domanda allo Stovini difensore e una all’allenatore. La prima: l’assenza di Pezzella può veramente essere considerata un alibi o c’è dell’altro? Senza il capitano sono stati subìti appena due dei ventuno gol incassati fino ad ora. 

No, non deve essere un alibi: Pezzella è un giocatore importantissimo ma non deve essere un alibi. Credo che i problemi siano tanti, starà all’allenatore cercare di risolvere il prima possibile, anche perché i punti di distacco dal treno europeo cominciano ad essere tanti. Quando si perde, quando si prende gol gli spazi si lasciano sempre. Bisogna cercare di metterci qualcosa in più, la Fiorentina viene da tre partite veramente brutte. Aveva fatto vedere anche qualcosa di buono all’inizio, poi purtroppo c’è stato un cambiamento abbastanza netto e radicale.

La domanda all’allenatore invece verte sull’attacco: problemi fisici per Ribery e Chiesa, rimangono Boateng, Vlahovic, Sottil, Ghezzal e Pedro. Fermo restando che Montella è colui che decide e monitora i giocatori tutti i giorni, Lei chi farebbe giocare?

Non saprei, a livello numerico i giocatori ci sono, è da vedere in base al modulo che usa Montella. Giocando a due punte sarebbero meglio magari Sottil, Pedro, Vlahovic; volendo potrebbe giocare anche Boateng ma ripeto, Boateng è il classico falso 9, non è un attaccante puro, lo ha fatto tante volte sicuramente, ma serve un attaccante di razza.

Quello che dovrebbe essere Pedro, che però non sembra pronto fisicamente se non per spezzoni finali di partita…

Non ha giocato praticamente mai, quindi è chiaramente ingiudicabile. Non so neanche quali siano i problemi dietro, ci saranno sicuramente come ci sono quelli su Chiesa: anche il discorso infortunio lascia molto perplessi dopo le dichiarazioni della settimana scorsa…

Infine il post-partita di Fiorentina-Lecce. Il Presidente Commisso ha zittito le voci di un possibile cambio di allenatore confermando Montella: “Se dovete criticare, criticate me”. Ecco, è davvero da criticare la proprietà in questo momento, oppure Rocco ha fatto da “parafulmine”?

Sicuramente avrà fatto da parafulmine, insomma non credo che c’entri il discorso della proprietà. Il mercato è stato fatto molto velocemente, ma con giocatori che hanno dimostrato di potersi rivelare importanti, vedi Castrovilli, Sottil, hai preso un grandissimo campione come Ribery. In questo caso sì, io credo abbia fatto molto da parafulmine la proprietà.

Ma allora a questo punto il momento di difficoltà della Fiorentina è da imputare all’inadeguatezza della guida tecnica oppure all’inadeguatezza dei giocatori, della rosa messa a disposizione della guida tecnica?

Di sicuro un po’ quello e un po’ quell’altro, è normale che i giocatori sono quelli. Hanno fatto bene in diverse partite, però la squadra è quella, sta rispecchiando un po’ quelle che erano le aspettative all’inizio. Quando si cambia proprietà è normale che ci sia tanto entusiasmo, però magari ecco, prima di fare proclami bisogna sempre aspettare un pochino, poi sicuramente anche l’allenatore ha le sue colpe in tante scelte sbagliate.

 

La panchina di Montella traballa? Ecco tutti gli allenatori disponibili e pronti a subentrare

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Up The Violets - 6 giorni fa

    Ora, va bene tutto, sulla punta sono d’accordo, ma i PROCLAMI?!? Quando, dove e come?

    Ma MAGARI avessero fatto non dico un proclama, ma quantomeno una dichiarazione d’intenti sugli obiettivi stagionali. Sarebbero bastati anche il tragicomico “settimo posto che vale comunque l’Europa League” di ADV o un’ancora più realistica salvezza…

    Invece no. Pradè, evidentemente ancora confuso dopo la retrocessione evitata di un soffio a Udine, pensava che qua ci fossero ancora i fratellini: così il mercato rabberciato all’ultimo, con esiti più che discutibili a voler essere gentili, e un altro classicone marchigiano come il misterioso “anno di transizione”, del quale si sa solo che è sinonimo di zero spese per la squadra e quindi zero ambizioni. Che, come giustamente diceva qualcuno l’altro giorno, equivalgono invece a duecento tra scuse e alibi dati alla squadra, soprattutto a una squadra (troppo) giovane come la nostra.

    È l’ora di farlo davvero il proclama o di fissare almeno un pur minimo obiettivo, e con esso richiamare all’ordine tutta quella gente che passeggia per il campo anche mentre sta facendo una delle tante figure da pellai finora collezionate.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Burlamacchi - 6 giorni fa

      Il tuo problema è che parli parli parli, ma senza conoscere le cose.

      Al momento della presentazione di Pradè, in cui si parlò di come sarebbe stato impostato il lavoro, gli venne chiesto anche degli obiettivi e lui fu chiaro nel dire che ovviamente bisognava migliorare la situazione della stagione appena conclusa, ma che l’obiettivo stagionale si sarebbe definito con l’andamento della stagione.

      D’altronde quale squadra, a parte quelle che possono puntare allo scudetto, ad inizio stagione dichiara “Noi puntiamo al 5o posto” “Noi puntiamo al 7o” “Noi al 13o”?
      Nessuna perchè poi è il campo a dire se gli acquisti rendono come sperato.
      Ma questo te non lo sai.

      Quella conferenza stampa di Pradè te l’hai vista? No. Perchè all’epoca, da vedovalliana, criticavi l’arrivo di Commisso, di Pradè ecc…

      Però nonostante la palese ignoranza, scrivi cose assurde. Cioè secondo te Pradè doveva arrivare e definire una posizione a fine stagione.
      Doveva dire “Noi puntiamo al 4o posto”? Così poi voi vedovalliane schifose potevate fare i vostri tristi piagnistei da marmocchi quali siete se non lo raggiungevamo?

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy