Rialti per VN – “Il tridente d’oro come vocazione, anche a costo di perdere punti”

Rialti per VN – “Il tridente d’oro come vocazione, anche a costo di perdere punti”

“Giocare con il tridente, comunque, sempre. Anche a costo di perdere qualche gara, anche a costo di pagare un costo, anche passando da presuntuosi”

di Alessandro Rialti

L’editoriale di Alessandro Rialti, storica firma di Firenze de Il Corriere dello Sport-Stadio, per Violanews.com

Giocare con il tridente, comunque, sempre. Anche a costo di perdere qualche gara, anche a costo di pagare un costo, anche passando da presuntuosi. Perchè il tridente con Chiesa-Simeone-Pjaca (o Mirallas) garantisce l’idea con la quale la Fiorentina ha iniziato questa stagione. Il gioco, il divertimento, il cuore e il fuoco come protagonisti. Questa può essere la strada. Senza far di conto perchè questa Fiorentina non ha compiti e traguardi prefissati. L’Europa come approdo. Sì, magari, ma sempre passando per il gioco. Per questo non mi fascio la testa se, come a Genova, magari avresti potuto vincere e sicuramente hai sprecato troppo. Se ti manca il colpo da ko, se non sei abbastanza cinico, se proprio quando sogni ti tirano già tirandoti per i piedi. Preferisco il tridente a
qualsiasi altro calcolo. Perchè Simeone che se ne sta lassù solo soletto fa tristezza. Perchè Pjaca anche se ancora non è nelle migliori condizioni ha qualità e mi incuriosisce, perchè Chiesa anche se alla fine si ritrova senza batterie rimane uno spettacolo a parte. Sì, il tridente comunque, come vocazione. Disposti a non avere troppo fretta, pronti anche a ingoiare quale risultato triste, ma a condizione di aver giocato ogni minuto, ogni secondo. Spregiudicatezza, io mi aspetto questo. Anche in una gara trappola come quella con la Spal. Dove c’è un tecnico bravo e ci conosce benissimo. Il tridente ad ogni costo come filosofia. E sia quello che sia, ma così comunque questa Fiorentina mi diverte e mi pare la migliore possibile.

Violanews consiglia

Il doppio ex Bresciani: “Chiesa? L’ho seguito per tanti club, crescita enorme. La Spal…”

Women’s forza sei: esordio da urlo al Bozzi

5 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. ilRegistrato - 1 anno fa

    Veramente io non ho ancora capito perche’ Pioli non schiera un attacco a 5 punte. Vlaovich, Chiesa, Simeone, Piazza, e Mirallas, sai come ci si diverte in questa maniera. Peccato non avere tenuto Saponara per schierare 6 punte a partita in corso. Io poi penserei che il portiere e’ un uomo perso, Higuita della Colombia aveva la stessa filosofia. Anche i portieri debbono partecipare allo sviluppo dell’azione, ma chi avra’ inventato questa usanza di tenerli fissi sulla linea di porta?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. frigo - 1 anno fa

    concordo, giochiamo per vincere, sicuramente ci divertiamo, tanto la distanza dalle protette di sky è troppo grande

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. STEFANO - 1 anno fa

    Giusto! Ha perfettamente ragione Rialti, Mister Pioli DEVE essere più coraggioso melle scelte e nello sviluppo di gioco che deve attuare la Fiorentina. Abbiamo i giocatori giusti per essere più offensivi e fare del male a tutte le squadre che incontriamo. La davanti abbiamo tanta forza e un elemento come Pjaca può essere devastante insieme a Chieaa e Simeone. Veretout deve torrnare ad essere l’incontrista che conosciamo, macché regista, lui non c’entra niente con questo ruolo. Dobbiamo giocare con 3 centrocampisti che sanno verticalizzare e inserirsi in area avversaria attaccando e pressando alto gli avversaru, con i 4 dietro siamo a posto per la difesa ed i due Pjaca e Chiesa che non devono mai tornare indietro nella nostra metacampo in mido da tenere sempre dietro i laterali di difesa avversari. Il calcio deve essere giocato con coraggio, la miglior difesa è attaccare alti e costringere gli avversari a preoccuparsi deu nostri attaccanti.Dai Pioli hai i ragazzi giusti ruolo per ruolo. Forza Fiorentina tutti uniti si vince sempre!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. rudy - 1 anno fa

      …. ma occorre che prima siano tutti in grande condizione fisica, e qualcuno non lo è ancora.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Zinigata - 1 anno fa

    Siamo andati a Genova per vincere e andare a Genova per vincere è da grande squadra. Punto.

    Poi mi girano di morto perchè secondo me abbiamo perso due punti, ma questa squadra mi piace sempre di più, anche se lascia qualche punto per strada.

    Ora testa alla Spal perchè sabato ci sarà da soffrire come delle bestie.

    Sempre e Solo Forza Viola

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy