Rialti per VN: “Dopo anni senza amore, Rocco ha riportato il sentimento”

Rialti per VN: “Dopo anni senza amore, Rocco ha riportato il sentimento”

Ecco come Alessandro Rialti ha visto l’arrivo del nuovo presidente Rocco Commisso

di Alessandro Rialti
Alessandro-Rialti

Ho rivisto molti amici con i quali vedevo la Fiorentina degli anni ’60 guardando dalla curva. E’ stato bello ripensare a quando avevamo sedici-diciassette anni. E’ stato bello rivedere gli ultrà degli anni settanta, i vecchi del Collettivo degli anni ottanta e novanta.

Alcuni mi hanno gridato: «Ciccio siamo liberi…». Piangevano di gioia. Tradizionalmente le feste non portano bene ma…ci voleva. Questa parte di Firenze non ne poteva più. Anni senza amore, senza che nessuno parlasse di passione, di sogni anche tenendo i piedi a terra.

Numeri, solo numeri, giusto dopo il dolore del fallimento, ma se non sogni, se non provi a vedere cosa c’è al di là dell’orizzonte, alla fine ti stanchi, fino alla disperazione. Il presidente Rocco ha riportato la Fiorentina ben dentro i sentimenti. Amore, passione, lacrime, tenerezza, magari presto si renderà conto che il calcio in Italia è potere politico, affari, Juventus e polemiche arbitrali.

Sì lo capirà ma intanto ci ha riportati esattamente dove volevamo stare, dentro una storia d’amore, la nostra con la Fiorentina e, per quello che abbiamo percepito, anche la sua con la maglia viola. Benvenuto, comunque vada e in bocca al lupo. Da oggi tifiamo per lui.

vnconsiglia1-e1510555251366

Cognigni saluta Commisso: “Abbiamo lasciato una macchina funzionante, nessun rimpianto”

Commisso, il cugino a VN: “Rocco passionale ma serio. Farà uno squadrone, fidatevi”

21 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. ottone - 4 settimane fa

    Che cominci a portare risultati e in prospettiva qualcosa da mettere in bacheca.
    Poi “la peggior tifoseria d’Italia” diventerà di colpo la migliore.
    Così è nel calcio, come nella vita.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Black2000 - 1 mese fa

    Io per abitudine, sia quando lavoravo e impegnato calcisticamente, +/- 55 anni, prima di dare dei giudizi aspetto di vedere da che parte si va a parare!. Perciò queste affermazioni verso Rocco, così vuole che si chiami, fatte da Rialti, Amore, passione, lacrime, tenerezza,non possono essere il frutto di una conoscenza, che non c’è, verso chi ha preso la Fiorentina, ma solo rabbia e odio verso i DDV. Tutto ciò non si addice molto a una persona che fa parte dello staff di Violanews.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Saverio Pestuggia - 1 mese fa

      Nelle parole di Rialti non vedo rabbia e odio verso i DV, mi pare una sua supposizione. Buona giornata

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Black2000 - 1 mese fa

        Che Lei non veda quanto da me scritto non mi stupisce, essendo un suo collega. Ma scrivere tanti elogi verso una persona che non si conosce, altri non è che il frutto di quello che si provava verso i DV. D’altronde non ricordo di aver letto suoi articoli teneri nei confronti dei DV. Buon inizio di settimana

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Gigì - 1 mese fa

    Bellissimo commento, caro Rialti!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. MATTEO1926 - 1 mese fa

    A questo punto dobbiamo stare tutti uniti….noi dobbiamo esserci…..alla squadra ci penseranno loro…e noi ci saremo,tutti insieme ti spingeremo alla Vittoria!!!…FORZA VIOLA

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. carlo - 1 mese fa

    Volete sognare? mangiate in chilo di porchetta.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Violino - 1 mese fa

    Quanto tempo può durare un lutto?

    Non è possibile dare una risposta che valga per tutti: ogni persona, infatti, ha il suo tempo e reagisce in modi diversi a seconda della sua personalità, delle sue esperienze, delle circostanze e del rapporto che aveva con chi non c’è più. Il processo di elaborazione del lutto può durare mesi, talvolta anche anni.

    Pensare di superare questa fase in poco tempo, come vi sentirete forse dire da molti, è irrealistico. Perché un’amputazione, una ferita profonda si rimargini servono tempo e cura: così anche per il vuoto lasciato da una persona amata. Solo con il passare del tempo, con un lavoro su se stessi e molto spesso con la condivisione con altre persone può cambiare il rapporto con il proprio dolore: lo stato di sofferenza si attutisce e gradualmente la vita comincia ad apparire meno vuota e priva di senso.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. fox - 1 mese fa

      Hai sbagliato sito?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ziomario - 1 mese fa

        Speriamo.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Etrusco - 1 mese fa

    L’americanino ha riportato speranze quindi sogni, li stessi poi dovranno essere trasformati in realtà ma per ora va bene così, godiamoci questo momento di pace e felicità.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. giusetex7_9905901 - 1 mese fa

    Un altro con la passione ad intermittenza…la squadra si sostiene soprattutto quando le cose vanno male. Ahimè i calcoli fanno parte del calcio, del nuovo calcio, altrimenti la società la si vendeva tra due anni come al Milan. L’entusiasmo e la passione con i soldi del magnate diventa opportunismo. Molti giornalisti soffiano sul malcontento e risalgono sul nuovo carro senza la minima dignità.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. @VF1926 - 1 mese fa

    Ecco quindi riponga in un cassetto quella cavolo di penna per sempre. Quota 100 sarà arrivata anche per lei. Così invece di fomentare una tifoseria intera potrà fare il tifoso. Con la speranza che faccia il tifoso vero.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. 29agosto1926 - 1 mese fa

    Commisso ha portato tutto. Entusiasmo, speranza, passione, soldi peccato che ha un grande nemico che per ora è dormiente come accade sempre al cambio di proprietà. LA PEGGIOR TIFOSERIA D’ITALIA!!!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. user-14289681 - 1 mese fa

    Appunto godiamoci questi giorni

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. bianco - 1 mese fa

    io pero’ non dimenticherei neanche gli anni con Prandelli con le champions quelli spettacolo con Montella quando in massa accoglieavamo i gocatori all’aereoporto o alla stazione facendo festa ora era giunto il momento di cambiare ma non scordiamoci che abbiamo avuto Toni Mutu Gilardino G.Rossi Pizarro Frey Borca Valero Gonzalo R. Aquilani Joaquin Cuadrado ecc. ecc.poi gli ultimi anni e’andato tutto a rotoli ma abbiamo passato anche anni splendidi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. bati - 1 mese fa

      qui si dimentica tutto il buono rapidamente e ci si ricorda il poco buono. Come se avessimo avuto chissà cosa nella nostra storia. Si torna sempre li, l’ignoranza del passato. I tifosi trentenni di oggi non avranno visto il trofeo ma sono stati abituati bene e tutto sommato con una certa continuità. Io che da ragazzo mi sorbivo coppie d’attacco Sella/Pagliari, difensori alla Bertini/Zagano (unico acquisto di una intera campagna acquisti), terzini alla Rossinelli, centrocampisti alla Zuccheri e Saltutti Nellogoal come idolo…. e riuscivo anche sognarci qualche giorno, fatico a sopportare queste teste vuote, che in questi 17 anni hanno girato l’europa come mai prima e hanno visto una quantità di grandi giocatori con una continuità mai vista prima.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. MARIO T. - 1 mese fa

    Il giorno del matrimonio e quelli della luna di miele sono i migliori.
    Poi cominciano a arrivare le bollette, i soldi per arrivare a fine mese mancano, vengono a galla le prime magagne e gli uccellini smettono di cinguettare per lasciare il posto a cani rabbiosi che si ringhiano contro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. lo spernacchiatore - 1 mese fa

    Ma finiscila bambino viziato con questi leccavalle! Tu chi leccavi? Adesso sei un leccacommisso come tutti noi poi vedremo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Icaro - 1 mese fa

    Eccone un altro prontamente sceso dal carro dei leccavalle

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. curra. - 1 mese fa

    Ha perfettamente interpretato il mio stato d’animo. Avevo deciso di non seguire più la viola fin quando non sarebbe cambiato qualcosa. Grazie Rocco!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy