Rialti per VN: “Della Valle, ora servono i fatti. Ecco la prova che conta”

Rialti per VN: “Della Valle, ora servono i fatti. Ecco la prova che conta”

L’editoriale di Sandro Rialti, firma del Corriere dello Sport, per Violanews.com

di Alessandro Rialti

Le fondamenta non vanno mai demolite. Partiamo da questa singola considerazione per mettere nero su bianco. Non sappiamo, perchè sono spariti e non parlano se non in casi risicatissimi, cosa vogliono fare della Fiorentina i Della Valle. Chi è più privilegiato di noi (Antognoni, Salica, Pioli) assicura che i fratelli Tod’s sono stufi di dover gestire il tran tran attuale e che vorrebbero, nel rispetto del fair play finanziario, rilanciare la squadra fino a riportarla in Europa League. Possibile? Vediamo, fermo restando che Firenze ci pare tutto meno che certa di queste assicurazioni. Buona parte della città è diffidente e io con tutti questi. Però spero che presto tutto sia pubblicamente chiarito e che proprio i Della Valle si prendano la responsabilità e l’onere di spiegare dove porterà la strada che hanno intrapreso. Corvino ha ridotto di quasi il cinquanta per cento il monte ingaggi e ottenuto un significativo più al mercato (compreso quello di gennaio). Però la classifica è grigio fumo e le prospettive restano poco allettanti. Speriamo in uno scossone, ma torniamo subito alla considerazione iniziale.
*************************************************************
LEGGI ANCHE: Primavera 1 – Fiorentina-Inter è il big match della 21° giornata
*************************************************************
Al di là di tutto il tema del prossimo anno resta: Le fondamenta non vanno mai demolite. E’ esattamente qui che i Della Valle si giocano, laddove ancora esistente, la residua credibilità. Se a giugno verranno ceduti Chiesa, Milenkovic, Veretout, Simeone, Benassi quali fondamenta resteranno alla Fiorentina? A che sarà servito il lavoro di Corvino? Per quale futuro? Per quale Fiorentina? E per quali eventuali investimenti? E’ questa la prova che conta, la prova del nove. Probabilmente l’ultima sempre che il tempo non sia definitivamente consumato.

 

vnconsiglia1-e1510555251366

Fiorentina fra le top in Europa… a fare plusvalenze

L’opinione: “Altro che rilancio, si rischia il peggioramento. L’autofinanziamento è un bluff”

6 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Gaetano - 2 anni fa

    Sempre a chiedere prove sul futuro quando già è tutto chiaro. Certo che siamo proprio di coccio, cos’altro devono fare ancora i DV? Vendere pure la scrivania di Antognoni? Stanno facendo esattamente come Pontello prima e lo Zafferano poi: stanno vendendo tutto!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Dellone68 - 2 anni fa

    Purtroppo i giornalisti non possono andare giù pesanti. Lo facciamo noi (noi tifosi intendo) al posto loro visto che per ora ci danno questa opportunità scrivendo qua sopra. E’ inutile continuare a chiedere ai Della Valle che cosa vogliono fare. Al di là delle dichiarazioni di facciata dei loro dipendenti (Antognoni, Pioli, Salica), i Della Valle hanno già detto a chiare lettere che cosa vogliono fare. Che cosa vogliono fare? Nulla, disfarsi della società, umiliare la città ingrata, e comunque guadagnarci perché la stragrande maggioranza dei tifosi viola, me compreso, ha una certa età ed andare a fare casino non ha più voglia. Rimangono i giovani irriducibili della Fiesole, uno sparuto gruppo di ragazzi amanti dei colori e della squadra che ogni domenica vanno in trasferta e seguono sempre e comunque la Fiorentina. Su questi tifosi, parecchi tifosi “anziani” si sono scatenati ritenendoli colpevoli di voler cacciare i Della Valle. I tifosi “anziani” dovrebbero ricordarsi che le proteste dei ragazzi della Fiesole, per ora, per quanto posso vedere, sono state il massimo della civiltà delle curve di calcio viste negli ultimi quindici anni. Che cosa si vuole di più? Il calcio è sparito dagli stadi, solo pochi ormai ci vanno, in più a Firenze si è distrutto tutto, non solo le fondamenta della squadra, come dice Rialti, ma le fondamenta del tifo, dell’attaccamento della città alla propria squadra, e tutto grazie ai Nuovi Medici che sono venuti qua pensando di fare quello che vogliono. Sono loro i colpevoli di questa situazione in maniera indubitabile, se avessero dignità se ne andrebbero subito, invece governano da lontano, come gli imperatori del passato facevano verso le province riottose. E’ questo atteggiamento volgare ed offensivo verso la città che umilia i tifosi. Prima o poi tutto gli sfuggirà di mano. In tutto questo abbiamo ottenuto almeno una piccola vittoria e cioè che non si fanno più vedere in giro perché intrisi di vergogna. Manca solo l’atto finale ovvero che anche l’ingiudicabile DS, quello del buco di quaranta milioni, se ne vada.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Antonio da Papiano - 2 anni fa

    È giusto puntare il dito sulla proprietà perché la responsabilità del disastro di Corvino che è stato richiamato dopo una precedente gestione fallimentare con il rischio di retrocedere in serie B è tutta loro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Tagliagobbi - 2 anni fa

    Caro Rialti. Tutto giusto a parte una cosa. Perché i DV non vengono più allo stadio lo ha detto più volte Andrea quindi è un po’ stucchevole chiederselo ancora…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. grog - 2 anni fa

    Rialti sei stucchevole, sempre a nominare i Dv e mai il tuo amico COrvino che con 100 mln è riuscito a comprare appena 3 giocatori decenti.

    Ecco il risultato delle campagne acquisti del mago del salento:

    LISTA PACCHI CERTFIFICATI:
    Toledo
    Tello
    De Maio
    Salcedo
    Milic
    Diks
    Hagi
    Cristoforo
    Olivera
    Sanchez
    Bruno Gaspar
    Biraghi
    Laurini

    FORTI DUBBI PER MOTIVAZIONI DIVERSE:
    Sportiello (vale 6-7 mln riscattarlo?)
    Saponara (8mln e per ora 1 anno e mezzo tra infortuni e panchina)
    Théréau (33enne con bel contratto di 3 anni)
    Simeone (18 mln frutteranno?)
    Valentin Eysseric (per ora un oggetto estraneo)
    Marco Benassi (10 mln che hanno costretto Pioli a cambiare modulo)
    Vitor Hugo (può essere un buon giocatore ma per ora 8mln sono li in panchina)

    LISTA AZZECCATI:
    Nikola Milenkovic
    Germán Pezzella (ancora da pagare)
    Jordan Veretout

    GIOVANI ANCORA DA SCOPRIRE:
    Gil DiaS (prestito)
    Dragowski
    Simone Lo Faso
    Rafik Zekhnini

    3 su 27 è da licenziamento immediato!

    I soliti daranno colpa ai DV ” ma chi l’ha messo Corvino???” ma la verità è che i soldi li ha avuti e non ha saputo che pesci prendere!
    in due anni ha portato 5 terzini (milic, M Oliveira, Gaspar, Biraghi, Laurini, Diks) di un livello che più basso non si può! ha avuto 2 anni di tempo si è ritrovato l ultimo giorno di mercato a chiamare il solito procuratore che aveva biraghi e laurini segno di chiara impreparazione!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Valdemaro - 2 anni fa

      Bravo. Ma Corvino chi ce l ha messo lì? Il suo amico Gnigni. È di chi è il fiduciario Gnigni? Il grande benefattore Diego.
      È inutile che rimescoli la m..da ma viene sempre dallo stesso buho…

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy