esclusive

Pontello a VN: “Commisso? Dispiacerebbe la Fiorentina in mani straniere. Il problema dei DV…”

L'ex presidente Ranieri Pontello commenta ai nostri microfoni l'ipotesi di cessione della Fiorentina a Rocco Commisso

Filippo Angelo Porta

"In casa viola sono giorni frenetici, soprattutto sul fronte cessione del club. I Della Valle hanno aperto il tavolo delle trattative con il magnate italo-americano Rocco Commisso, il quale ha manifestato il suo interesse per l'acquisizione della società viola. E la presenza ieri sera al Franchi del suo braccio destro (FOTO) è stato un segnale forte e chiaro in tal senso. Per parlare dei seguenti temi, noi di Violanews.com abbiamo contattato, in esclusiva, lo storico ex presidente viola Ranieri Pontello.

La sua famiglia nel 1990 ha venduto il club a Mario e Vittorio Cecchi Gori, dopo forti contestazioni da parte della tifoseria. Vede delle analogie con la situazione attuale? "I periodi non sono mai uguali, anche perché la nostra Fiorentina era in vendita da almeno 3 anni. E l'abbiamo venduta solo quando abbiamo avuto delle garanzie tecniche e di progetto, non certo economiche. Con i Cecchi Gori sapevamo di vendere la società in buone mani, e così è stato".

Il prossimo proprietario della Fiorentina potrebbe essere il magnate italo-americano Rocco Commisso. La Fiorentina sarebbe in buone mani? E come giudicherebbe l'eventuale prima proprietà straniera nella storia della Viola? "Sinceramente, non conosco Commisso. Ho visto solo una sua foto sul giornale, quindi non saprei rispondere alla prima domanda. Sulla seconda domanda, invece, rispondo che mi dispiacerebbe vedere la Fiorentina in mano a proprietari stranieri, addirittura io dico non fiorentini. Però il calcio di oggi va così, guarda anche il caso di Inter e Milan, rispettivamente, in mano cinese e americana. Investe chi ha la possibilità economica per farlo. Io ormai sono un tifoso semplice".

Le contestazioni di allora erano legate alla cessione di Baggio alla Juventus... "Sì, ma se anche lo avessimo venduto ad un'altra squadra, il malcontento da parte dei tifosi sarebbe stato uguale. Roberto era un campione. E certo non aiutò anche un campionato poco esaltante, essendoci salvati nelle ultimissime giornate. Proprio come quest'anno".

E le contestazioni di oggi come le legge? "I tifosi sono scontenti, questa stagione è stata molto negativa. E hanno tutto il diritto di contestare: le prestazioni della squadra sono state deludenti. Credo che in questi 17 anni i Della Valle abbiano svolto un buon lavoro, l'unico problema è stato vendere i tanti giocatori forti che negli ultimi anni hanno indossato la maglia viola. Purtroppo questo non ha permesso la formazione di un gruppo forte. Ma per il resto c'è poco da rimproverargli".

 

http://redazione.violanews.com/news-viola/chi-e-rocco-commisso-luomo-che-vuole-la-fiorentina/

http://redazione.violanews.com/stampa/montella-addio-la-gazzetta-sicura-chiude-il-ciclo-viola-senza-vittorie/

 

 

tutte le notizie di

Potresti esserti perso