Piccini a VN: “Sognavo la Fiorentina ma adesso penso solo al Betis”

Piccini a VN: “Sognavo la Fiorentina ma adesso penso solo al Betis”

L’esterno ormai ex viola: “Dispiace non aver mai avuto un’occasione in viola. Al Betis grazie a Macia…”

di Redazione VN

Cristiano Piccini, esterno destro formatosi nel settore giovanile viola, si è trasferito al Betis Siviglia a titolo definitivo (I DETTAGLI). La Fiorentina si è assicurata il diritto di riacquisto perché nel ragazzo intravede buone qualità e non vuole perdere la possibilità di affidargli la maglia viola in futuro. Per sapere come ha vissuto questa vicenda il diritto interessato, Violanews.com lo ha intervistato in esclusiva.

 

Cristiano, con che umore torni al Betis? La presenza di Macia che ruolo ha giocato in questo affare?

“Sono molto contento di essere tornato al Betis, era quello che volevo sin dal principio della scorsa stagione. Macia ha influito molto in questa vicenda, quando è arrivato qui mi ha detto che avrebbe cercato di trattenermi e cosi è stato. Ho scelto di continuare qui perchè, nonostante gli infortuni e i problemi della scorsa stagione, ho sentito grande affetto da parte dei tifosi, dei miei compagni e dello staff tecnico e di quello medico. Il Betis ha fatto un grosso sforzo economico per confermarmi e questo è un grande segnale per me, vuol dire che hanno fiducia nelle mie qualità. In questa fase della mia carriera alla base di tutto ci deve essere la stima di chi ti circonda. Infine, in questo momento, ritengo che la Liga spagnola sia superiore alla Serie A”.

 

Sei cresciuto nella Fiorentina, è un peccato non vederti in prima squadra…

“Ero di proprietà della Fiorentina fin da quando avevo dodici anni, ho sempre tifato viola sin da piccolo quando andavo allo stadio con mio nonno. Il mio sogno era affermarmi nella mia squadra del cuore e della mia città però cosi non è andata. Probabilmente perché non ero all’altezza anche se una vera opportunità non mi è mai stata data. Forse nel ritiro dell’anno passato dove pensavo di aver fatto bene e aver sfruttato l’occasione, ma evidentemente non è andata cosi. In ogni caso, ringrazio la Fiorentina per tutti questi anni dove mi hanno fatto crescere e per non aver ostacolato il mio passaggio al Betis. Qua è la mia seconda casa, e sono veramente felice di essere tornato”.

STEFANO ROSSI

Twitter @StefanoRossi_

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy