Le pagelle del giorno dopo: si salvano solo in due

Le pagelle a mente fredda redatte per Violanews da Luca Calamai

di Luca Calamai
luca-calamai

Anche stavolta partiamo dai voti negativi. Che sono in netta maggioranza.

0 a Kouame per un colpo di tacco con palla persa nel drammatico finale. Mi chiedo, ma come è possibile essere così superficiali?
1 a Borja Valero. Lui non è una persona superficiale ma è entrato in partita in maniera incomprensibile regalando al Genoa la palla che ha portato al gol di Pjaca e facendo solo confusione. Purtroppo il Borja Valero che ci ha fatto innamorare fa parte del passato.
4 a Prandelli per i tre cambi che ha operato in un momento in cui la Fiorentina stava dominando. Ha mandato in tilt la squadra. Un punto conquistato in tre partite è un campanello d’allarme per il nuovo corso viola.
4 a Ribery. Noi abbiamo una venerazione nei confronti di FR7 ma in queste condizione non può giocare. Da troppo tempo con lui in campo la Fiorentina ha un uomo in meno.
5 a Callejon che è di poco più vivo di Ribery.
5 a Amrabat. Il Verona ci consegni quello vero.
5 a Vlahovic come le occasioni che non è stato capace di finalizzare. Il serbo stavolta ha lottato con grande generosità ma il suo mestiere è fare gol.
5 a una Fiorentina che ora è veramente in piena lotta salvezza. Se fai due punti tra Spezia, Benevento e Genoa non puoi sperare in niente di più

7 a Dragowski che ha salvato la Fiorentina con la parata su Destro. Il polacco meriterebbe più considerazione.
8 a Milenkovic che ha segnato un gol di rabbia, da centravanti vero. Insegni il mestiere al suo amico Vlahovic.
10 a chi porterà un centravanti a Firenze prima possibile. Senza un attaccante vero la Fiorentina rischia di lottare fino all’ultima giornata per non retrocedere. E, tanto per essere chiari: Piatek sarebbe un’altra scommessa. Serve qualcosa di meglio.

31 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Mauro65 - 1 mese fa

    Non concordo assolutamente col voto di Vlahovic,ha lottato alla grande, è stato utile alla squadra. Nell’occasione di testa gliel’ha deviata il portiere,quella in anticipo la palla arrivava veramente veloce e ha fatto il possibile,in più ricordo un traversone che ha messo,ma Josè non è arrivato in tempo. Decisamente un altro rispetto a quello col Benevento. Se la squadra continua a dargli qualche palla,lui verrà fuori, perché Cesare gli sta spiegando e lui sta imparando.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Aliseo - 1 mese fa

      Il colpo di testa il tuo caro Vlahovic ha mandato la palla fuori dalla porta, il portiere non l’ha toccata, altre due palle le ha mandate fuori. E’ vero che da parte sua comunque c’è stato un po’ più di impegno ma servono i gol e ringraziamo Milenkovic che ogni tanto li fa.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. andrea_fi - 1 mese fa

      Il valore di un attaccante si misura solo nel numero di gol fatti. Non nelle intenzioni, nei tiri fuori e nell’impegno. Vlaovich bocciato. Gioca titolare perché l’attacco della Fiorentina è il nulla assoluto. Un gol di testa su calcio d’angolo. Un gol da fuori area. Un gol di rapina. Niente di niente. A Milano contro l’Inter Vlaovich è riuscito a sbagliare solo davanti al portiere con la Fiorentina in vantaggio. Potevamo chiuderla quella partita.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Sommo Poeta - 1 mese fa

    Chi ha consigliato Pradé a Commisso? Tutti quei fenomeni che, pur di dar contro ai DV, avrebbero ripreso anche Sousa, Valero, Gonzalo, ecc.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. MASO72 - 1 mese fa

    Vado un po’ fuori tema rispetto a questo articolo: ma Martinez Quarta perché non gioca, anzi nemmeno entra? Prandelli gioca a 4 dietro, ma non se la sente, giustamente forse, di mettere 2 esterni bassi di spinta (Lirola e Biraghi insieme) ma ne mette solo uno, il secondo, per non sbilanciarsi troppo. Tuttavia Caceres a dx non da qualità quando spinge (non l’ha mai saputo fare) e, cosa ancor più grave, non difende nemmeno granché bene come un tempo. Ora dico non potrebbe giocare allora in quel ruolo M. Quarta che mi sembra che almeno abbia piedi e sia comunque nato come difensore puro, oltre ad essere un nazionale argentino? È curioso che per tanti anni abbiamo invocato un terzino destro e poi giochiamo da anni a 3 oppure con un centrale spostato a dx(come faceva Pioli con Mile). Conseguenza: a dx non si fa gioco, o comunque si fa molto meno che a sx dove spingiamo meglio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Etrusco - 1 mese fa

      Quarta non è partito in quarta, ancora deve abituarsi al calcio italiano, qui di ci sta che salti qualche partita anche perché non è in formato.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. mannuccigabriele7_14377276 - 1 mese fa

    0 anche per caceres che quando si accorge che piaca è avanti invece di provare ad andarlo a chiudere insieme a milenkovic si ferma facendo finta che non tocchi a lui. A sedere per sempre.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. ilRegistrato - 1 mese fa

    Serve il centravanti ma anche sistemare il centrocampo. A centrocampo abbiamo una massa di raccattati che tutte le volte ti fanno rimpiangere quelli in panchina i quali a loro volta quando entrano peggiorano le cose.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Wolfgang - 1 mese fa

    La Fiorentina di ieri ha fatto registrare qualche progresso, sia tecnico che caratteriale: meglio guardare il bicchiere mezzo pieno, Calamai. 0 a Quamé per aver fatto un colpo di tacco? Allora non deve dimenticarsi del colpo di testa che ha dato a Biraghi l’opportunità di fare il cross da cui è nata l’azione del pareggio. Prandelli ha cambiato giocatori che erano stanchi. Se poi quelli che entrano fanno “confusione”, può essere mai una sua responsabilità? Vlahovic ha soltanto bisogno di sbloccarsi. Poi i suoi 10-12 gol li farà. Cutrone è ingiudicabile, dato che non gioca mai.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Colosseo viola - 1 mese fa

    Niente eh? Non ti riesce proprio di dare il voto al ds che ti svela in anteprima gli “azzeccatissimi” acquisti? Caro calamai il mestiere di giornalista è di raccontare le cose, e tu con Pradè glissi sempre l’argomento.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. 29agosto1926 - 1 mese fa

    Io non sarei così negativo come leggo tanti commenti in relazione alla partita di ieri. Chiaramente non c’è da essere ottimisti bisogna essere preoccupati ed avere la coscienza che questa sarà un’annata difficile, però la cosa che ieri mi è piaciuto di più è stata la reazione del gruppo l’intensità messa nel secondo tempo e vorrei che il gol di Milenkovich fosse una base di partenza su cui cominciare a costruire una rimonta che potrebbe portare dei benefici anche a livello caratteriale nella squadra.sempre questa mania di stilare pagelle dove si riconoscono meriti e demeriti e giocatori a seconda magari anche di un solo episodio è una cosa tipicamente da giornalisti viene fatta per stimolare l’attenzione dei tifos.Le partite si vincono e si perdono in 11 e sono sempre fatte di episodi che se non sono determinati dai nostri sono determinati dagli altri comunque c’è troppo fissismo intorno alla squadra troppo troppo troppa voglia di criticare troppo disfattismo troppo è tutto sbagliato io credo che questo sia il momento di cercare di stare tutti uniti cercare di incitare questi ragazzi che hanno paura, si vede benissimo che hanno paura, e andare avanti è inutile che calamai tutti i giorni dopo la partita venga qui a farci le sue pagelline che poi una smentisce l’altra ogni settimana bisogna avere la coscienza che sarà un’annata difficile forse la più difficile fra gli ultimi 25 anni è che bisogna cercare di uscirne perché retrocedere in serie b sarebbe perdere 5 anni di una programmazione che era prevista in meno. Dai ragazzi vediamo tiriamo fuori gli attributi e cominciamo da domenica a fare i punti che servono per portarci a questi famosi 40, poi poi ne parleremo a fine campionato

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. claudio.godiol_884 - 1 mese fa

      Sono d’accordo, ma temo che questa negatività che c’è nell’ambiente sia difficile da estirpare, a volte basta un episodio come il gol al 98°, ma noi da troppo tempo siamo in questa situazione. E’ un anno determinante per il futuro della Fiorentina e per Commisso, forse bisognerebbe agire di più sull’aspetto psicologico e vedrei con favore una introduzione di una figura nuova come “mental coach” che in tutti gli ambiti sportivi di successo diventa fondamentale. Un mestiere che un allenatore seppur bravo non potrebbe fare.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Dellone68 - 1 mese fa

      E’ dall’anno scorso che lo dico, ma tanto nessuno ascolta. L’importante è sparare a zero e distruggere tutto. E’ lo sport collettivo di questa città. Ma chi vuoi che ci venga a giocare qua in un ambiente come questo? Qua anche Messi e Ronaldo verrebbero giudicati due scarponi. Roba da CHIODI.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. dallapadella - 1 mese fa

    Diceva Calamai dopo Udine in coppa Italia “Non credo che il Milan sia più forte della Fiorentina, la rosa viola non è inferiore a quella rossonera. Finalmente ieri ogni giocatore era nel proprio ruolo, Prandelli ha chiesto delle cose ai giocatori e loro le hanno ascoltate ed eseguite”. Ma bravo.

    E quando giudica male Borja per un singolo sbaglio dovrebbe ricordarsi che 1) Bonaventura gli passa palla nonostante Borja sia pressato 2) pure Milenkovic non ha fatto un figurone facendosi sverniciare da Pjaca

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. user-14523149 - 1 mese fa

    Zero spaccato al ds, che da uomo di calcio continua a dichiarare di avere giocatori li davanti “forti”… beh secondo me i fatti dicono che li davanti abbiamo il niente, spedire al mittente cutrone, vendere al miglior coraggioso/incosciente kouame e fare in prestito(e sono buono assai) vlaovic.. bisognerebbe aver già trovato un centravanti da 15/18 goal, sennò la vedo buia… buoa assai…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Larry_Smith - 1 mese fa

    Giudizio davvero ingeneroso su Borja Valero che ieri ha sicuramente sbagliato lo sbagliabile ma che troppo frettolosamente viene ora bollato come finito. Evidentemente Calamai non lo ha seguito lo scorso anno all’Inter dove è stato pienamente all’altezza del suo compito pur giocando in una squadra di alto livello.
    Ieri oltre a Drago e Milenkovic mi è piaciuto il Biraghi del secondo tempo e ho trovato positiva la prova di Pulgar, giocatore che solitamente non apprezzo ma che nel primo tempo mi è parso l’unico lucido

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. vb - 1 mese fa

    Ma al pagli** americano quanto avete dato?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Ghibellino viola - 1 mese fa

    Zero anche a noi tifosi che col cambio della valle – commisso siamo passati dalla padella alla brace. E lo dice uno a cui commisso piace, sta simpatico. Ma non ne azzecca una!!!! Lo vogliamo dire?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. dallapadella - 1 mese fa

      Guarda il mio nick… comunque Commisso devi dargli minimo tre anni e poi lo giudichiamo, 1-2 anni di praticantato vanno dati a tutti.
      E almeno come soldi ne ha tirati fuori, capisco che al 5o attaccante da comprare gli girino un tantino le scatole.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. gianni69 - 1 mese fa

        ohhhhh bravissimo.guardate moratti quanto ci mise a vincere,ammesso che si vinca.suning?anche i della valle prima di imbroccare prandelli corvino ci misero in seria difficoltà con l’anno delle telefonate siamo seri.purtroppo mi piacerebbe sapere chi consigliò pradè a commisso.perchè mi sembra che non ne abbia azzeccato uno di calciatori.poi vorrei una benedizione o uno sciamano per togliere questo alone di negatività che ci sovrasta perchè tutti gli ex ci imbullettano anche piazza ieri…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. TintiM - 1 mese fa

    Ci vogliono i nomi di attaccanti pronti a segnare valanghe di goal. In giro non c’è tutta sta roba

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. ViolaLuke - 1 mese fa

    0 a Calamai che non ha mai dato 0 a Pradè, il principale responsabile di questo fallimento.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Barsineee - 1 mese fa

    ma il voto a Pradè e a Commisso e a Barone non si da più? Per mesi ho letto voti tra il 10 e il 15 a Rocco per l’impegno, per la voglia, per la capacità, per la sua fiorentinità … adesso che stiamo sprofondando nel nulla cosmico come al solito c’è solo la dichiarazione di Prandelli (appena preso) e tutta la Fiorentina IN SILENZIO TOTALE. Questo è quanto interessa ai signori dei risultati delle partite. Quando c’è da parlare di Stadio sono sempre tutti a parlare, oggi che abbiamo pareggiato con la terzultima in classifica tutti MUTI!!! Che proprietà orgogliosa, che senso di appartenenza, che attaccamento ai tifosi!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. dallapadella - 1 mese fa

      Non essendo un mago della comunicazione Rocco fa bene a non parlare e (spero) a cercare di rendere la struttura societaria più forte.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. pino.guastell_9534945 - 1 mese fa

    D’accordo con Calamai. L’attaccante da prendere a gennaio non può essere nè Platek nè Calcedo della Lazio. Il signor Commisso si rivolga anche a un giornalista competente di calciomercato per scegliere un bravo centravanti ma non dia l’incarico a Pradè che non conosce più l’ambiente e non sa nulla dello spessore tecnico dei calciatori. Basta vedere che cosa ha portato sin qui a Firenze per convincersi della sua assoluta nullità.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. Nicco - 1 mese fa

    Basta con questo pagellone al massacro di tutto, veramente una rubrica di basso livello, per favore smettiamola, questi articoli con tutto il rispetto li può fare mio figlio di 8 anni, allora il voto lo do’ io , 0 alla rubrica, -10 a chi la scrive , ripeto con tutto il rispetto nn abbiamo bisogno di questo. La Fiorentina ieri ha fatto un buon secondo tempo meritava di vincere, gli hanno annullato un gol che se l’avessero annullato al Milan all Inter o alla Juve sarebbe venuto giù tutto, diamo tempo a prandelli ( che è vero ha sbagliato i cambi anche se eysseric è entrato nel gol) perché secondo me almeno intravediamo uno stralscio di gioco

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Barsineee - 1 mese fa

      caro Nicco, questa rubrica era nata quando la Fiorentina era una cosa bella, divertente, gioiosa, piacevole a vedersi. Per troppi anni i tifosi viola si sono abituati a fare giri per l’europa, lamentarsi per settimi posti e tanti troppi giornalisti hanno pensato che la dimensione di Firenze fosse quella di una delle grandi sorelle. Purtroppo l’incapacità e la mancanza di interesse nel comparto sportivo ci porta a questa situazione. Eliminare un pagellone al massacro vorrebbe soltanto dire che ci stiamo abituando a vedere il nulla cosmico. Questi sono gli effetti dell’essere anestetizzati!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. claudio.godiol_884 - 1 mese fa

      Forse sei un po prevenuto su Calamai o non cogli il senso ironico delle sue pagelle che come in tutte le satire nascondono sempre delle verità.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Viola63 - 1 mese fa

      Sono d’accordo, anche perchè almeno scrivessero di calcio…….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. theo.9_713 - 1 mese fa

    Più riguardo il gol che ci hanno annullato è più mi incavolo, ma come si fa L avevamo vinta ieri. Non esiste annullare un gol in quel modo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. TintiM - 1 mese fa

      Parole sante

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy