Fiorentina, volta pagina. La strada intrapresa è quella giusta

Fiorentina, volta pagina. La strada intrapresa è quella giusta

La Fiorentina torna da Torino con un risultato troppo forte, ma con la voglia di riprendersi subito in campionato

di Saverio Pestuggia, @s_pestuggia

La Fiorentina esce sconfitta per 3-0 e chi all’ora di pranzo non ha avuto la possibilità di seguire la partita in diretta potrebbe pensare: “tutto facile per la Juventus“. Il 3-0 è un risultato rotondo, perfino grasso direi che non rispecchia minimamente l’andamento della partita che ha visto i viola lottare benissimo per tutto il primo tempo nel quale hanno subito un rigore giusto secondo le nuove regole dell’Aia ma certamente sfortunato. Andiamo con ordine: leggo e sento critiche feroci contro Pezzella. Bene, il capitano non è certo Passarella o Gonzalo, da qualche tempo è in ribasso ma è anche sfortunato. Sul tiro si gira con il braccio più vicino attaccato al corpo e, essendo voltato, non può prevedere la traiettoria della palla che incoccia il braccio sinistro. Volontarietà ZERO ma queste sono le nuove regole di Rizzoli con la zona verde, gialla e rossa del corpo. Il Var che è servito per decretare questo rigore non ha però visto né il fuorigioco passivo di uno juventino e, in altra azione, l’evidente simulazione di Pjanic in caduta libera. Tutto regolare, ci mancherebbe.

Si riparte e la Fiorentina non ha molta forza per schiacciare la Juventus che è pur sempre la capolista e non l’ultima arrivata, al lamentatore di professione, al secolo Cristiano Ronaldo, viene perdonata una gomitata che hanno visto tutti, fuorché Pasqua & Co., nei confronti di Ceccherini. Arriviamo al rigore sempre con protagonista Ceccherini con Bentancur che fa una grande azione e poi vedendo il difensore viola davanti a lui gli si getta fra le braccia (colpevolmente larghe) del viola. Ancora una volta si apre l’uovo di cioccolata e ne esce fuori il rigorino ammazza partita. E a quel punto i viola mollano gli ormeggi e rischiano di subire più di un gol e con Pezzella che non trova la palla sul gol di De Ligt.

La sconfitta pesante ci lascia con il rammarico di dover sempre subire qualcosa più del dovuto quando vai a giocare in terra sabauda, ma con la convinzione che questa squadra che oggi era orfana di Castrovilli, Caceres e Milenkovic non dimenticando Ribery ha un’altra marcia rispetto alla Fiorentina montelliana. Aspettiamo anche Duncan per dare peso al centrocampo e intanto faccio i complimenti a Igor che secondo me è stato impeccabile.

13 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. ottone - 2 mesi fa

    Ragazzi, tolto il secondo dente dopo l’Inter. Tanto qui non si becca nulla da una vita: quando per un motivo quando per un altro. Ai Gobbi non gli fai nulla, sono la Cupola. Ok ciò che ha detto Commisso, ma più in previsione delle prossime partite che altro. A meno che non ce la vogliano far pagare a sangue. Però, anche il tacere…che cosa ci ha portato di vantaggio? E comunque, infortuni e squalifiche a parte, la “polpa” in campo dobbiamo metterla noi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Claudio50 - 2 mesi fa

    Questa e’ una vecchia storia, ma la Fiorentina deve rimediare ai propri errori che ci sono costati punti persi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Giovanni - 2 mesi fa

    io che di anni ne ho 70 ho ancora le lacrime agli occhi(si fa per dire)QUANDO A PARI PUNTI ALL’ULTIMA GIORNATA annullarono un gol a noi a Cagliari e dettero rigore alla juve praticamente a 5 minuti dalla fine.C’era da andare ai mondiali(poi vinti) ed uno spareggio probabilmente dava noia.
    -oppure la finale di Coppa Uefa giocata ad Avellino con la Juve per un invasione di campo a Perugia, chiedete a Celeste Pin.Ma sai quanti episodi tutti a nostro sfavore. Qualcuno dica a Commisso che non basterebbe nemmeno il presidente Usa per far cessare tutto ciò. Siccome l’ho visto parecchio arrabbiato e visto che ha la mia età lo consiglio di stare parecchio calmo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ferrarigiuliano2_12175793 - 2 mesi fa

      Ricordo benissimo la spinta a due mani di Casiraghi (quello che venne fatto passare per l’inventore del cerottino al naso per respirare meglio, quando i maratoneti e i fondisti lo usavano da 3 anni) su Pin che lo spostava e segnava di testa… Visto da tutti in diretta a velocità normale

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. redellamaratona - 2 mesi fa

    Caro Saverio basta commenti pacati,i tifosi viola sono stanchi di questo comportamento da parte di arbitri chiaramente venduti al potere.Diciamolo chiaramente questo non è gioco del calcio con regolamenti che valgono solo per certe squadre e non per altre,con arbitri sfacciatamente di parte che influenzano in maniera vergognosa il risultato.Il VAR è una buffonata,serve solo quando non danneggia certe squadre.Vi ricordate Mertens,oppure il braccio di Napoli,oppure il fallo su Milenkovic,oppure il fallo su Caceres con punizione contro e mille altri episodi.Caro Saverio come puoi lottare quando sempre e comunque negli episodi importanti si usano due pesi e due misure.Voi giornalisti dovete smettere di fare i falsi perbenisti coloro che parlano di arbitraggi equilibrati,non siamo ciechi e conosciamo il mondo del calcio.Tangentopoli è passata senza che nessun arbitro fosse radiato e ancora si sa perfettamente come vanno le cose.Già ci sono le televisioni nazionali e i vari opinionisti che chinano la testa di fronte al soldo dei Gobbi,almeno i nostri giornalisti abbiano il coraggio di attaccare questo calcio falso e schifoso.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. folder - 2 mesi fa

      Hai ragione da vendere!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. vecchio briga - 2 mesi fa

    Mah, io sinceramente a 40 anni sonati non mi ci arrabbio nemmeno più, è sempre stato così e temo che lo sarà sempre. Domenica scorsa la Juve ha perso, oggi doveva vincere per forza, in tutti i modi. Sai che novità…. Domenica rientrano Milenkovic, Caceres, Castrovilli e magari Duncan. Igor ci sta alla grande e si può fare un bel 433 finalmente. In attesa di Ribery. Con questa voglia di lottare faremo un bel girone di ritorno. Forza Violaaaa

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. 29agosto1926 - 2 mesi fa

    Noi adesso siamo arrabbiati per tutto quanto successo e vorremmo far intervenire la Lega, l’AIA per tutto quello che è successo ma a livello nazionale, per tutti i giornali che non siamo legati al tifo viola è tutto normale, tutto regolare. Se pensiamo di fare una battaglia su questi episodi occorre sapere che il palazzo ce la farà pagare cara. Allora bisogna subire senza dire nulla? Il mio pensiero è che per quanto possiamo protestare, per quanto Rocco faccia sentire la sua voce non servirà a niente. Se questi episodi non succedono contro l’Intero Il Milan o la Roma o la Lazio, a livello nazionale non importa niente a nessuno.
    Capisco l’animo passionale di Rocco e di tutti noi ma non arriveremo a niente. Occorre rimboccarsi le maniche e fare il nostro cammino cercando di ripartire da questa prova che non è stata come il punteggio ci dice. Questa squadra con Duncan, Igor (veramente bravo) il rientro dei titolari che mancavano oggi può fare un buon girone di ritorno. In quanto a Pezzella, chi gli attribuisce la responsabilità sul rigore ha le traveggole perché era impossibile fare un altro movimento se non quello che lo ha provocato.
    Purtroppo qui bisogna andare dietro al gregge della passione e non si riesce mai a giudicare con equilibrio cosa succede. Oggi tutti contenti perché Rocco si è fatto sentire eppure abbiamo già avuto la riprova che quando qualche dirigente delle piccole si fa sentire i guai sono dietro l’angolo ma………. contenti voi……..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. dallapadella - 2 mesi fa

      D’accordo con te ma da dietro una tastiera siamo tutti dei rivoluzionari, si fa la gara a chi ce l’ha più lungo e Violanews non fa eccezione.
      Spero che Rocco passata la nuttata pensi sbollisca e pensi a un futuro che vedo roseo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. dallapadella - 2 mesi fa

    Non mi piacciono le infamate contro PEZZELLA e sul primo episodio è stato parecchio sfortunato.
    Però sul secondo episodio SI FA SALTARE COME UN PRINCIPIANTE e lascia Ceccherini solo contro Bentancur lanciato in corsa.
    Il rigore ci stava, certo se uno pensa allo storico scontro Iuliano-Ronaldo che valutarono come uno scontro di gioco allora usa lo stesso metro di giudizio e non fare il favorino che data l’inerzia della partita manco serviva ai gobbi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. ViolaBelugi - 2 mesi fa

    Se possiamo difenderci e andare in contropiede non siamo malaccio. Se andiamo sotto nel punteggio o dobbiamo giocare contro una piccola che si chiude non sappiamo da che parte cominciare. Non è un limite da poco.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Lk - 2 mesi fa

    Il problema è che si subisce troppo, la difesa va sempre sotto pressione e prima o poi arriva l errore o il goal. Bisogna tenere palla, come fanno quasi ttt le squadre, il calcio è così, sicuramente Bappe c sta lavorando, siamo stati anche penalizzati dall essanza del centrocampo (sopperita cn l arrivo di Duncan) e l assenza di Castro. Serve una sterzata prima possibile

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. alesquart_3563070 - 2 mesi fa

      Io sono convinto che Duncan e Castrovilli (con Pulgar in regia) possano dare ritmo e geometrie ad una squadra abbastanza carente in fase di costruzione. Oramai è passata, sotto con l’Atalanta, perché sarà difficilissima. Vorranno rifarsi dell’eliminazione in Coppa Italia. Però sono vulnerabili in difesa e contro il Genoa si è visto

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy