Viola News
I migliori video scelti dal nostro canale

esclusive

Fiorentina, il valore doppio di un ritorno in Europa

L'opinione del nostro Direttore in vista della cruciale sfida di domani sera

Saverio Pestuggia

La lotta per conquistare un posto nelle prossime competizioni europee si scalda e se il campionato di Serie A ha già sistemato le quattro partecipanti alla massima competizione, alle loro spalle stanno sgomitando quattro formazioni per poter accedere a Europa e Conference League. Tra queste dopo anni di  sofferenze calcistiche troviamo anche la Fiorentina che ha buttato al vento nelle settimane scorse due match point perdendo contro Salernitana e Udinese. Di contro le avversarie stanno procedendo a vele spiegate: la Lazio dopo la vittoria con mille giuste polemiche di Spezia coglie altri tre punti, l'Atalanta la imita sempre contro lo Spezia e adesso i viola sono veramente costretti a vincere contro la Roma per restare attaccati al treno giusto. Un pareggio porrebbe la Fiorentina in posizione difficile per non parlare di una sconfitta che sarebbe poi la quarta consecutiva.

Ma tornare in Europa per la Fiorentina non è solo l'occasione per la società di guadagnare qualche decina di milioni e per i tifosi di poter seguire la squadra in campi a volte anche abbastanza sui generis. Partecipare alle coppe Europee darebbe la possibilità ai dirigenti di attrarre anche qualche calciatore più importante che senza vetrina europea potrebbe glissare un'eventuale proposta. Firenze è sicuramente bella e si vive bene, la società è solida e in crescita, ma molti calciatori non guardano al passato e neppure al panorama che si gode affacciandosi da Piazzale Michelangelo. Vogliono il palcoscenico europeo per ambizione personale e magari per farsi vedere da club più importanti per il prosieguo della loro carriera.

Ecco quindi che la partita di domani sera assume una valenza doppia: tenere in corsa la squadra per il presente e dargli una spinta importante per il prossimo anno. E' un appuntamento da non fallire, ma guai a pensare ad una Roma che si senta appagata dalla finale raggiunta in Conference League. Ci sarà da soffrire: loro in campo e noi sulle tribune oppure davanti a tv, radio e siti internet.

tutte le notizie di