Fiorentina a Bergamo per non ripetere gli errori dell’andata. La presentazione tattica

Fiorentina a Bergamo per non ripetere gli errori dell’andata. La presentazione tattica

Come dovrà giocare la Fiorentina domani per cercare di contrastare l’Atalanta? Proviamo a vederlo insieme

di Saverio Pestuggia, @s_pestuggia

La lunga attesa sta per finire, fra poco più di 24 ore andrà in scena l’agognata semifinale di ritorno di Coppa Italia che ha tenuto banco nella mente di tutti noi (giocatori compresi) dal fischio finale del 3-3 dell’andata. L’Atalanta continua a macinare punti in campionato ed è sicuramente in grande forma. La Fiorentina si sta invece proprio ora riprendendo da una crisi che l’ha attanagliata in questo mese di aprile. Come gestire al meglio i bergamaschi e soprattutto il trio d’attacco composto da Ilicic, Gomez e Zapata? Certamente Montella avrà studiato le contromisure giuste e parte con il vantaggio di non aver fatto conoscere a Gasperini la sua Fiorentina. Dal canto suo il tecnico orobico ha dichiarato di avere delle sorprese in serbo per questo quarto confronto (compreso il campionato) con i viola.

La Fiorentina compatta in fase di non possesso vista contro la Juventus potrebbe essere un buon punto di partenza (vedete qui sotto il confronto fra quella di Pioli a sinistra e la versione di Montella a destra). I troppi spazi davanti ai laterali difensivi hanno favorito Ilicic e Gomez nella gara di andata mentre posizionando una doppia linea difensiva, l’esterno, probabilmente Biraghi, non sarà costretto ad inseguire Ilicic nei suoi rientri a centrocampo dei quali si potrebbe invece occupare il centrocampista davanti a lui.

nonposs

Qui sotto vi mostriamo invece l’areale di gioco durante la gara di andata rispettivamente del Papu a sinistra e Ilicic a destra. Fermare Gomez fu meno complicato anche se il piccolo argentino riuscì ad andare in gol. Il suo movimento fu minore mentre il suggerimento di far marcare lo sloveno a uomo da parte di Vitor Hugo fu una situazione decisamente sbagliata visti i movimenti in campo di Ilicic.

gomezilicic

Tornando alla fascia sinistra viola, Montella potrebbe piazzare Dabo come mezzo sinistro (anche se le ultime notizie lo danno come escluso) e Veretout centrale con un terzo a destra (Benassi o Gerson), ma in fase di non possesso l’arretramento di Mirallas (o di chi dovesse giocare esterno offensivo) potrebbe far slittare a sinistra tutto il comparto dando più peso difensivo e un aiuto importante sulla trequarti a Biraghi. Sulla destra invece sarà Milenkovic a prendere in custodia Gomez e siccome non sarà la prima volta in carriera, il giovane serbo potrebbe avere le giuste contromisure.

Altra considerazione doverosa: la Fiorentina dovrà vincere se vorrà arrivare alla finale, ma non sarà attaccando in maniera scriteriata che ci riuscirà. Molto meglio aspettare compatti un’Atalanta che non gioca lasciando spazi all’avversario di turno. Con due contropiedisti veloci e tecnici come Chiesa e Muriel non sarà proprio impossibile fare gol ai bergamaschi anche se sarà poi difficile non subirne. Importante sarà giocare con la voglia di far bene sapendo che a questo punto chi ha tutto da perdere è solo l’Atalanta che ha a disposizione due risultati su tre e gioca in casa.

LA PROBABILE FORMAZIONE VIOLA

4 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-13664476 - 8 mesi fa

    SUGGERIMENTO NON RICHIESTO MA COMUNQUE GRATUITO PER MONTELLA E IL SUO STAFF: RIVEDETE ATALANTA CHIEVO E OTTERRETE SPUNTI PER METTERE IN DIFFICOLTÀ GLI ATALANTINI E IL BORIOSO GASPERINI
    IL SOLO MODO PER VINCERE È CONSIDERARLI SUPERIORI QUINDI NOTEVOLE DENSITÀ DIFENSIVA CONFIDANDO NELLA FORZA E NELLA CLASSE DI CHIESA E MURIEL
    FORZA VIOLA SEMPRE E AD MAIORA!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. redellamaratona - 8 mesi fa

    Caro Saverio nella tua analisi hai omesso due elementi per me fondamentali.1 Pioli faceva pressing alto continuamente e per l’Atalanta era estremamente facile superarlo e ripartire.Non puoi attaccare Ilicic o Gomez nella metà campo avversaria con un difensore perché con tanto spazio ti fregano sempre.2 devi come hai detto stringere gli spazzi nella tua metà campo e quando Ilicic rientra al centro non deve essere il nostro esterno difensivo a coprirlo,perché si libera la corsia esterna dove c’è sempre un uomo in sovrapposizione né deve uscire il centrale difensivo perché si libera Zapata,ma un centrocampista deve marcarlo al limite dell’area di rigore.3Lanci lunghi cercando di superare il centrocampo Atalantino e allungare la squadra.Loro sono forti e ben organizzati e probabilmente vinceranno ma i vantaggi che Pioli ha regalato ci hanno limitato moltissimo.Saluti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Saverio Pestuggia - 8 mesi fa

      Ciao Paolo sul primo punto è evidente dal grafico delle posizioni medie che risultano più alte con Pioli, sugli altri due puntimi sembra che concordi con quanto ho scritto. Buona giornata 🙂

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Mario - 8 mesi fa

    Come si vede dalla densità giocano tra le linee, quindi l’errore da non ripetere è schiacciare la difesa dentro l’area perché gli permette di avere il tempo di stoppare la palla e a quel punto nel palleggio sono superiori a tutti i nostri difensori… dobbiamo pressarli prima del limite dell’area di rigore anche perché a differenza di quelli del Napoli di Sarti hanno il limite di non buttarsi mai dentro senza palla ma di volerla tra i piedi, ed è sui piedi quando arriva la palla che vanno”pestati”

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy