Fava a VN: “Skhiri un playmaker atipico, perfetto per sostituire Badelj”

Fava a VN: “Skhiri un playmaker atipico, perfetto per sostituire Badelj”

L’esperto di calcio francese Fabio Fava ci racconta Skhiri

di Iacopo Nathan

La Fiorentina sta ancora cercando il sostituto di Milan Badelj, e l’ultimo nome che interessa Corvino è quello di Ellyes Skhiri (LEGGI LA SCHEDA TECNICA) centrocampista del Montpellier. Per conoscerlo meglio, Violanews.com ha intervistato in esclusiva Fabio Fava, esperto di calcio francese e giornalista di Premium Sport:

La Fiorentina sta seguendo Skhiri, che giocatore è ?

A quanto mi risulta Corvino lo segue da un paio di anni, se ne parlava già dalla scorsa stagione. Il ragazzo ha il doppio passaporto, tunisino e francese e potrebbe trovare un posto da protagonista nella nazionale africana, visto che in quella francese non aveva spazio. Fisicamente è alto e magro, ha un ottimo tiro, diciamo che è un regista atipico. Gli ho visto fare gol molto belli,sopratutto calciando da fuori. Ha grandi doti di costruzione, ma è un centrocampista che ha bisogno di  qualcuno affianco che possa correre per lui, lo vedrei molto bene con un Veretout affianco. A Firenze sono arrivati molti centrocampisti dalla Ligue 1, ma credo che Skhiri sia molto più tecnico degli altri che sono arrivati dalla Francia. Per i giocatori come lui un tempo si diceva “testa alta e due piedi”. A Montpellier faceva sia il centrale basso in un centrocampo a 5  che il regista arretrato in un 4231. Pecca magari un po’ in velocità, poichè non è particolarmente veloce, ma sopperisce con grandi doti tattiche.

La Fiorentina sta cercando per il centrocampo un sostituto di Badelj, potrebbe essere il profilo giusto?

Prendendo Skhiri, a livello tattico la Fiorentina prende il sostituto di Badelj. Ha alcune caratteristiche diverse, ma sarebbe un grande sostituto. Il ragazzo è un ’95, per lui si era parlato di interesse dall’Inghilterra. Adesso deve fare il salto di qualità, Montpellier è inferiore a Firenze come piazza, in questo momento sono senza grandi ambizioni, credo che il giocatore possa essere attirato da una nuova avventura, anche grazie alla colonia francese della Fiorentina. Veretout quando è arrivato era un giocatore fatto e finito, Skhiri è uguale, difficilmente sbaglia. Il giocatore va aspettato,magari all’inizio, ma che con un paio di mesi potrebbe diventare molto importante.

Quando potrebbe sbloccarsi la trattiva, e su che cifre dovrebbe stare ?

Credo sia difficile che si sblocchi prima del Mondiale. Solitamente quando esce un nome trattato da Corvino in questo modo, solitamente siamo già a buon punto. Per quanto riguarda la valutazione, a mio modo di vedere dovremmo stare sulla decina di milioni, Montpellier non è una piazza cara nel calcio francese. Ci sono ancora aspetti di contratto da vedere, ad esempio, vista l’età del giocatore, servono almeno 4 anni.

Sappiamo che la Fiorentina guarda spesso in Francia, chi potrebbero essere i prossimi nomi seguiti ?

Corvino è sempre molto attento al vivaio del Monaco, ha ottimi rapporti nel Principato e segue sempre da vicino quello che succede ai biancorossi. Questa stagione ci saranno cessioni dolorose, e si cambierà qualcosa. Mi aspetto un colpo alla Gil Dias, un giovane che il Monaco presta, una trattativa da ultimi colpi di mercato.

Violanews consiglia

Sentite Morabito: “Badelj? Montella ha complicato i piani viola. Chiesa via entro 15gg”

Pedullà: “Fiorentina su Letica, per Nico Gonzalez nulla di concreto”

5 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. grog - 2 anni fa

    tutto dipende dal modulo che si vuole usare ma se uno cerca un regista davanti alla difesa questo non lo è.. diciamo più un geometrino com e lo era Badelj.
    il regista è un’altra cosa tipo Pizarro, Verratti, Pirlo: tanta tecnica, piedi buoni che dirigono e verticalizzano il gioco…. ma ti obbligano a giocare a 3.
    Se Pioli vuol fare il 4231 (come voleva fare anno scorso prima di rendersi conto che pacchi gli avewva comprato Corvino infatti in alto a sx non aveva nessuno) questi non sono giocatori che fanno al caso suo.
    Questo tunisino non è ne regista ne mediano.. in un certo senso somiglia a Badelj ma il croato in confronto era un fulmine di guerra, basta vedere 2 video per rendersene conto.
    Corvino fai festa!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Giovane tifoso - 2 anni fa

      Ma che c’entra criticare corvino ?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. iG - 2 anni fa

    Dare il ruolo da Regista ad un NORD AFRICANO e’ come far guidare a BALOTELLI la CARITAS

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Cinghialino - 2 anni fa

      Ma te ti pagano per dire queste boiate?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Il Viola di Gallipoli - 2 anni fa

    E’ un mediano, ed ha maggiori abilità difensive piuttosto che costruttive.

    A noi serve un centrale puro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy