Di Livio a VN: “De Rossi uomo vero, Firenze scelta giusta. E se prende il mio 16… lo sposo”

Di Livio a VN: “De Rossi uomo vero, Firenze scelta giusta. E se prende il mio 16… lo sposo”

Angelo Di Livio, bandiera della Fiorentina, sul probabile passaggio di De Rossi alla Fiorentina

di Stefano Rossi, @StefanoRossi_

Nato a Roma ma con una lunga militanza nella Fiorentina. Angelo Di Livio conosce bene la realtà di Firenze e quella della capitale, dove vive. Da anni conosce e apprezza le qualità di Daniele De Rossi, ex giallorosso ormai ad un passo dalla maglia viola. Violanews.com ha intervistato Di Livio in esclusiva su questo argomento e non solo:

Di Livio, De Rossi è ad un passo dalla Fiorentina. Che idea ha a riguardo?
“Aspettiamo l’ufficialità. Io amo Daniele, secondo me sta ancora bene e può giocare almeno un paio di anni a buon livello. Egoisticamente vederlo con la maglia viola mi riempie il cuore, sarei davvero felice. In questo mondo del calcio pieno di falsi, lui è una persona vera e uomo vero”.

E potrebbe prendere il 16 che aveva lei il primo anno…
“Ecco, sarà una coincidenza… incredibile. Io ho sempre avuto il 7 ma quando arrivai lo aveva Amor. Se Daniele viene a Firenze e prende il 16 me lo sposo!” (ride ndr).

De Rossi sembrava destinato all’estero…
“Quando si va fuori dall’Italia per un solo anno è complicato, specialmente quando hai più figlio. Credo che sia giusta la scelta di rimanere nei confini nazionali. Firenze è vicina a Roma ed è la piazza ideale per le sue caratteristiche. Inoltre i tifosi giallorossi si sarebbero arrabbiati più se fosse andato altrove, tipo al Milan. Con la Fiorentina c’è rivalità, ma si sente sicuramente meno”.

Quante gare può giocare nelle attuali condizioni fisiche?
“Intanto Daniele è uomo spogliatoio. Pradè e Montella sanno che andrà gestito in certi momenti della stagione. Quando arriverà il calo di condizione sapranno come intervenire, ma non saprei quanto potrà giocare”.

Lei conosce bene Enrico Chiesa, Federico rimarrà a Firenze?
“E’ una situazione particolare, Federico è superiore a tanti altri. E’ normale che possa andare a giocare per altri obiettivi, ma per me Firenze è una città particolare. Se anche dovesse rimanere non sbaglierebbe, anzi: diventerebbe bandiera e capitano”.

Chiudiamo col cambio di proprietà: da Della Valle a Commisso.
“Commisso mi sembra molto simpatico, vuole costruire una Fiorentina importante. Non è un caso che abbia detto di voler tenere Chiesa. Però voglio aspettare per giudicare il suo lavoro. Della Valle? Il rapporto coi tifosi si era rotto, è stato giusto vendere. La cosa più importante è che abbiano lasciato ad una persona giusto come Commisso”.

FRA POCHI GIORNI INIZIA LA STAGIONE DELLA FIORENTINA 2019-20 [CLICCA]

Ex viola, Pancaro torna in panchina in Serie C: riparte dalla Toscana

Schira: “Pradè vuole Bennacer e De Paul”

 

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Andrea - 2 mesi fa

    Quoto quello che dice Staffa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Pepito4ever - 2 mesi fa

    sono contento, davvero uomini prima e calciatori, campioni poi, Di Livio, Ambrosini, De Rossi….orgoglioso che ci abbia scelto…Benvenuto Daniele!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Staffa - 2 mesi fa

      Infatti un viene

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy