Bjelanović a VN: “Viola in lotta per il 3° posto. Kalinic? Ora lo conoscono. Badelj? Nessuno è indispensabile”

Bjelanović a VN: “Viola in lotta per il 3° posto. Kalinic? Ora lo conoscono. Badelj? Nessuno è indispensabile”

“La Fiorentina costruisce meno occasioni dell’anno scorso. Nella passata stagione il modo di giocare di Sousa era nuovo in Italia, una sorpresa”

di Redazione VN

Per fare il punto della situazione in casa Fiorentina, con particolare attenzione alle difficoltà palesate in zona gol dalla squadra guidata da mister Sousa, Violanews.com ha contattato l’ex attaccante croato Saša Bjelanović, oggi dirigente dell’Hajduk Spalato:

Come hai visto la Fiorentina in questo inizio di stagione?
“Rispetto all’anno scorso ha un gioco meno esaltante, ma è comunque in linea con quello che potrebbero essere gli obiettivi stagionali. La vedo inferiore a Juventus e Napoli, ma alla pari con Inter, Milan e Roma, in lotta per il terzo posto”.

Al momento la squadra di Sousa non ha brillato in zona gol, da cosa può derivare questo problema?
“La Fiorentina costruisce meno occasioni dell’anno scorso. Nella passata stagione il modo di giocare di Sousa era nuovo in Italia, una sorpresa. Adesso invece è conosciuto ed è più facile fermare la manovra offensiva. Anche lo stesso Kalinic è marcato meglio ed ha meno spazio”.

Detto di Kalinic, quale può essere invece il peso di Babacar?
“Anche lui ha cominciato bene. Agli attaccanti in questo momento mancano i gol che darebbero loro fiducia. Sia lui sia Kalinic hanno tanta voglia di far bene, ma volendo far le cose per forza si riesce peggio. Una volta segnati i gol, poi, le cose migliorano”.

Finiamo con Badelj, che si è affermato tra i giocatori viola di maggior rendimento anche in questo inizio stagione.
“Si sta confermando un ottimo elemento, sta facendo cose molto buone. Ma nella Fiorentina non ci sono giocatori più indispensabili di altri, non è dipendente da nessuno”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy