SCHEDA e VIDEO: Lisandro Lopez, “gigante” di difesa alla ricerca del salto di qualità

SCHEDA e VIDEO: Lisandro Lopez, “gigante” di difesa alla ricerca del salto di qualità

Conosciamo il difensore del Benfica nel mirino della Fiorentina per gennaio

di Stefano Niccoli, @stefanoniccoli3

A molti Lisandro Lopez ricorderà l’ex attaccante del Lione, ora in forza all’International. Attenzione all’inganno, però. Il protagonista in questione è il difensore del Benfica, argentino ma con passaporto spagnolo. Secondo La Gazzetta dello Sport sarà lui il primo rinforzo della Fiorentina durante il mercato invernale (LEGGI QUI).

Nato a Villa Constituction il primo settembre 1989, nel 2010 si trasferisce nell’Arsenal Sarandi dopo aver iniziato la carriera nel Chacarita Juniors. Nell’estate 2013 diventa un nuovo giocatore del Benfica, firmando un contratto quinquennale con una clausola rescissoria di 35 milioni di euro. La squadra lusitana, però, lo gira subito in prestito al Getafe. Con la formazione spagnola disputa in totale ventisei partite con alterne fortune. Nella scorsa stagione è tornato in Portogallo, ma in poco più di un anno non è riuscito a trovare molto spazio nelle Aquile Rosse: appena nove, infatti, le presenze.

In estate, il Benfica chiedeva molto più dei 6-7 milioni più bonus che Pradè e Rogg avrebbero messo sul piatto per il calciatore. Non scorre buon sangue con il tecnico Rui Vitoria. Non a caso, in sei partite di campionato, il difensore ha giocato solo tre gare, contro Estoril, Arouca e Moreirense, tutte per novanta minuti. Contro il Belenenses e il Porto è rimasto in panchina, mentre contro il Paços de Ferreira non è stato convocato. Peggio è andata in Champions League, dove non ha disputato nemmeno un minuto contro l’Astana e l’Atletico Madrid.

E’ un destro naturale, ma può giocare anche a sinistra. Il suo fisico da marcantonio (187 centimetri per 80 chilogrammi) lo rende battibile nel breve, ma difficilmente superabile negli allunghi. Il colpo di testa è il suo punto di forza. Tra il 2011 e il 2012 ha collezionato, inoltre, quattro presenze con la maglia dell’Argentina. Il suo nome compariva anche nella lista dei pre convocati da Sabella per il mondiale brasiliano del 2014, ma poi il Ct lo escluse dall’elenco dei 23.

Nel suo curriculum troviamo: un campionato di Clausura, una supercoppa e una coppa d’Argentina con l’Arsenal Sarandi, una supercoppa di Portogallo, una coppa di lega e uno scudetto con il Benfica.

La sensazione è che Lisandro Lopez sia una scommessa al momento. Ha raggiunto la maturità, ma ancora non è riuscito a sfondare nel grande calcio. Paulo Sousa evidentemente ha visto qualità inespresse in lui. Se tirate fuori, potrebbero farlo diventare il punto di forza della difesa della Fiorentina.

Qui sotto, un video di quanto militava nell’Arsenal Sarandì in Argentina (fino al 2013):

6 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. ceruttigino - 5 anni fa

    per giocare nella difesa della fiorentina evidentemente servono caratteristiche particolari. e non è un caso se sousa pare stia chiedendo dei giocatori abbastanza strani. questo lopez e anche mexes non sono oggi giocatori che proporrebbe un direttore sportivo al suo allenatore. sono quasi fuori mercato. ma forse sousa vuole gente che molto aggressiva in difesa altrimenti non si sarebbe battuto per tenere roncaglia.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. loris82 - 5 anni fa

    nome e profilo perfetto!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. mannishboy - 5 anni fa

    Tocca fidarsi. Sulla carta mica pare meglio di Basanta

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. elleci1_436 - 5 anni fa

    Finora dobbiamo riconoscere che Paulo Sousa ci vede bene. Ha voluto Kalinic e si è rivelato un mostro, Verdù non lo conosceva nessuno e non mi pare niente male. Roncaglia lo ha voluto fortemente tenere e abbiamo visto quanto è migliorato. Direi che del suo giudizio a questo punto ci possiamo fidare ciecamente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Ivo - 5 anni fa

    abbiamo una squadra solida e quadrata, qualsiasi difensore che abbia un minimo di qualità non sfigurerebbe. Basta vedere che Astori (che comunque non è un giocatore qualunque, secondo me è un ottimo giocatore) sta andando alla grande, mentre a Roma aveva faticato parecchio, come nell’ultimo anno a Cagliari.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. rudy - 5 anni fa

    A gennaio arriva Tonelli.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy