Piatek, niente Fiorentina. Tutto pronto per il Genoa-bis, domani le visite mediche

Il polacco torna sotto la Lanterna, dove stupì tutti all’esordio in Serie A

di Redazione VN

Niente Fiorentina per Krzysztof Piatek. Il polacco – scrive Tuttosport – è vicinissimo al ritorno al Genoa, dove ha giocato metà stagione nel 2018 e ritroverà il mentore Ballardini dando vita all’atto secondo di un sodalizio fortunato. L’attaccante, che in estate era stato avvicinato più volte anche alla Fiorentina (la quale non ha mai affondato il colpo), sosterrà domani le visite mediche a Genova, dove i tifosi sognano già la risalita il classifica. La formula per il suo ritorno al Grifone è quella del prestito oneroso con diritto di riscatto in caso di salvezza.

Tutti gli obiettivi viola e non solo su Tuttitalenti.com

Le ultime news sul calciomercato della Fiorentina

Piatek
Krzysztof Piatek of Hertha BSC. (Photo by Lars Baron/Bongarts/Getty Images)
15 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. dallapadella - 3 settimane fa

    Pradè avrà tanti limiti ma non tirate fuori la storia del summit e che gli sia sfuggito. Non è quello da mettere accanto a Vlahovic.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. mannuccigabriele7_14377276 - 3 settimane fa

    Meno male

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Gianlu20 - 3 settimane fa

    Menomale almeno non lo nomineranno più accostandolo alla Fiorentina

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. claudio.viola - 3 settimane fa

    Sulla questione dei tempi in cui si fanno gli acquisti, non c’è dubbio che Pradè non abbia mai brillato. In ogni caso non credo proprio che il summit di mercato sia da fare in questi giorni. È già stato fatto da tempo e ne discutono continuamente. Non siamo in una squadra amatoriale, anche se forse il DS potrebbe essere adeguato a quella categoria.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. antonio capo d'orlando - 3 settimane fa

      Io credo invece che Pradè i giocatori che gli interessano li ingaggi prima, ma poi per questioni di mercato, ce li propina alla fine. Si sa che le trattative hanno bisogno di tempo e non può essere che in 24 ore si facciano 6/7 movimenti fra prima squadra e primavera. FV

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. jackfi1 - 3 settimane fa

        C’è un controsenso, se li ingaggia deposita il contratto e sono nostri da quel momento. Se non lo deposita vuol dire che sta trattando non che li sta ingaggiando. Il che vuol dire che chiunque in ciascun momento può offrirgli di più e portartelo via. Quindi non so cosa tu intenda di preciso con “li ingaggia e poi chiude dopo”. Hai ragione che non si chiude in 24 ore, per questo infatti sarebbe consigliabile muoversi qualche mese prima per chiudere il primo giorno. Cmq il mercato deve ancora iniziare. Vedremo se verrò smentito (ne sarei felice) o se ancora una volta arriveremo all’ultimo giorno

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Ammazzalavecchiacolgas - 3 settimane fa

          Un giocatore non può firmare un secondo contratto, neanche se il primo non è ancora depositato, semplicemente è proibito. Ricorda Figo. Al momento della firma l’impegno è vincolante.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. claudio.viola - 3 settimane fa

    Alla Fiorentina non è mai interessato. Sarebbe stato un’altra scommessa in un momento in cui non possiamo prenderci rischi. Ha segnato 6 goal nell’ultimo anno. Forse Ballardini (che secondo me è un buon allenatore) riuscirà a rilanciarlo, ma non è quello che serve a noi. Molto meglio Nzola.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. antonio capo d'orlando - 3 settimane fa

      Secondo me, uno dei motivi perchè va a Genova. Conosce la piazza e ha fatto bene solo con quell’allenatore. Mica quisquiglie……. Per noi è un profilo simile a Vlahovic e ci interessa una punta che possa essere complementare. FV

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. jackfi1 - 3 settimane fa

    Io non giudico l’acquisto nello specifico ma il fatto che il Genoa che sta nella nostra stessa situazione (e vi ricordo che ha cambiato DS poco più di un mese fa) si presenti con un acquisto all’apertura la dice lunga sul nostro immobilismo. Qui si vocifera di fare il meeting il 7 invece (notizia che spero fosse falsa e che sia già avvenuto questo meeting)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Hatuey - 3 settimane fa

      Io penso (vertice o non vertice) che la ragione sia che bisogna vedere cosa succede nelle prossime due partite. Se la squadra dimostra di essere uscita dalla crisi, cioè fa 4 punti, allora gli acquisti vanno verso giocatori funzionali nel futuro, per intendersi lo Scamacca di turno. Se invece si dimostra che ancora siamo in lotta per la retrocessione si va verso i vari Caicedo che possono portare un contributo subito, ma nel lungo sono meno attraenti come investimento.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. jackfi1 - 3 settimane fa

        Ho paura anche io che si vada verso quella direzione ma è proprio la cosa che non dobbiamo fare. Diciamo che facciamo 4 punti, ne avresti 18 e non saresti assolutamente al sicuro da eventuali ricadute. Questo tuo ragionamento sarebbe corretto se fossimo un 5-6 punti più avanti ma ricordatevi che siamo a 14 punti. In lotta retrocessione ci sei ancora anche se fai 6 punti nelle prossime due perchè avresti 6-7 punti sulla zona retrocessione e un intero girone di ritorno da giocare e la squadra ad oggi onestamente non ha sempre mostrato una tenuta mentale fortissima

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Leonard_21 - 3 settimane fa

    questo la dice lunga sul fatto che i soldi non sono un problema…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Staffa - 3 settimane fa

    …e aggiungo…

    quando uno ha le idee chiare il mercato si fa veloce… non si aspetta il vertice di mercato a metà gennaio…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Staffa - 3 settimane fa

    per 1 anno hanno voluto dai 18 ai 20 milioni…e ora lo danno via in prestito con diritto?

    bah….

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy