Juric il rimpianto di Pradè e Barone: ma può arrivare a giugno

Il tecnico sta facendo benissimo anche nella sua seconda stagione a Verona

di Redazione VN
Juric

Nel giorno dell’avvicendamento tra Iachini e Prandelli, alcuni quotidiani ricordano che la scelta dell’allenatore fu oggetto di discussione in casa Fiorentina la scorsa estate. Alla fine prevalse la volontà di Commisso di non cambiare, mentre Pradè e Barone avrebbero puntato su Ivan Juric. Il croato è invece rimasto al Verona dove, con una squadra completamente rinnovata, sta confermando tutte le sue qualità (vedi classifica). E come scrive La Repubblica, è un nome che potrebbe tornare di grande attualità a giugno, in vista della prossima stagione, insieme a quelli di Sarri o Spalletti.

sarri-spalletti

16 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. SOLOROGER - 3 settimane fa

    Con juric occorre gente di gamba e con disciplina tattica. Noi abbiamo una marea di mezzi giocatori che non hanno idea di dove sono! Per questo ribadisco oggi che il cambio d’allenatore (l’ennesimo) non porterà nessun vantaggio perché il problema è la pochezza della rosa nonostante che qualcuno non voglia sentirselo dire. Abbiamo giocato alla pari con il Parma, lo spezia contro l’udinese contro il Torino. Squadre del nostro livello La Roma e l’Inter sono 4 categorie sopra noi mentre la Samp a differenza della Fiorentina ha gente che la butta dentro cosa che noi non abbiamo. Fra tre giornate si dirà che Prandelli è bollito, minestra riscaldata ecc ecc e si ripartirà che questa rosa con Sarri sarebbe a lottare col Liverpool per la Champions….. film visti spesso nell’ultimo decennio

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. El Gringo - 3 settimane fa

      Ovvia, un po’ di sano ottimismo.
      Buongiorno eh?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. marco1610 - 3 settimane fa

    io penso che ci vorrebbe un po piu di entusiasmo verso Cesare Prandelli ed il suo operato a Firenze dandogli almeno il tempo x provare a dare un gioco a questa squadra, e cresciamo come tifosi stando vicini veramente in modo positivo alla squadra al tecnico senza biasimare e contestare ogni volta in modo goffo e contraddittorio, stiamo tranquilli e fidiamoci x il momento e vediamo cosa viene fuori dal lavoro dei tecnici e della societa. forza viola sempre

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. 29agosto1926 - 3 settimane fa

    Le critiche si accettano male, vero Pestuggia? Un po’ di onesta professionale no è? Povero Luigi Barzini, quanto aveva ragione!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. I' Mastica - 3 settimane fa

    Speriamo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Claudio58 - 3 settimane fa

    Quando si parla di stampa fiorentina a cui non frega nulla della Fiorentina… e che cerca solo la polemica per vendere due copie in più…non è che si va molto lontano dalla realtà.
    Allucinante un articolo del genere il giorno del primo allenamento di Prandelli…
    Per i siti che poi riprendono e rilanciano la notizia, no comment…
    La cosa più irritante è poi quanto si “esterna” l’amore spassionato per la squadra viola… e che tutti debbano contribuire ad un ambiente sereno… Grande giornalismo!

    FORZA VIOLA SEMPRE!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. bianco - 3 settimane fa

    Prandelli arriva oggi e già scrivete del prossimo allenatore ma non parlarne per qualche mese vi risulta tanto difficile ?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. rudy - 3 settimane fa

    Il calcio di Juric è fatto di tanta corsa e sacrificio. Occorrono giocatori in rampa di lancio e motivatissimi. Dubito che quelli con il conto in banca già pieno si prestino al suo gioco.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Bob - 3 settimane fa

    Ma di comincia? Mamma mia ragazzi ma se non fate polemica non siete contenti tra l’altro vi inventate anche le notizie questa roba è vecchia e la tirate fuori adesso….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. gerrone - 3 settimane fa

    io prenderei se possibile spalletti in quanto rispetto a sarri o juric e in grado di fare il manager a tutto tondo occupandosi pure del mercato come faceva a roma cosa indispensabile finché rimane prade …,,a livello di gioco sarri tuttta la vita …,,
    juric e interessane ma offre molte molte meno garanzie degli altri toscanacci

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Sblinda - 3 settimane fa

      Io proverei a non partecipare al giochino del totoallenatore. Sosteniamo la squadra e Prandelli. Poi a fine anno le scelte le farà chi avrà il compito di farlo.
      La priorità è risollevare l’ambiente e che a gennaio vengano colmate alcune lacune della rosa. Ma sinceramente mi domando come possiate ancora aver voglia ed energia per parlare di allenatori e panchine dopo 6 mesi di estenuanti notizie.
      Hanno scelto, punto. Cresciamo un po’ tutti dai.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. MolisanoViola - 3 settimane fa

      Dei tre è quello che meno preferisco come allenatore della Viola, lo trovo supponente e non mi piace come fa giocare le squadre ha vinto in Italia con la Roma solo 2 Coppe Italia e 1 Supercoppa, Juric o Sarri, mi andrebbero benissimo, ma importante che loro abbiano anche voce sul mercato

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. bianco - 3 settimane fa

      Anche te gerrone caschi nel giochino che giornalisti continuano a far girare nonostante Prandelli sia arrivato ora …….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Sblinda - 3 settimane fa

    Ora, non voglio esser troppo diretto, quindi conterò fino a cinque prima di proseguire.
    Ma abbiamo appena preso un nuovo allenatore, già scrivete (e siamo a due articoli riportati) sul possibile nuovo allenatore a Giugno.
    Credo veramente che uno dei problemi di questa squadra, oltre al provincialismo di alcuni tifosi, sia il provincialismo di parte della stampa.
    Veramente non si riesce ad essere equilibrati nei giudizi e puntuali nelle osservazioni.
    Fate uno sforzo anche voi di pensare al presente. Che parta almeno da qui la voglia di ripartire con calma pensando al presente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. iotifofiorentina.net - 3 settimane fa

      Concordo in pieno. Già è un problema cambiare allenatore in corsa. Se poi lo riteniamo già esonerato a fine stagione, è il modo migliore per buttare via un’altra stagione senza neppure provarci. Per me Prandelli è l’allenatore della Fiorentina e lo ha scelto la società. Il tifoso ovviamente può essere o meno d’accordo. Se non lo è il direttore sportivo, non deve far altro che dimettersi, come forse doveva già fare quando COmmisso ha confermato Iachini.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. epicuro - 3 settimane fa

    Articolo interessante. Chissà Prandelli come è felice di leggerlo.
    Il concetto quindi è che comunque vada, Prandelli a casa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy