Firenze-Cagliari, l’asse è tramontato. Cristoforo e Olivera verso la permanenza

Firenze-Cagliari, l’asse è tramontato. Cristoforo e Olivera verso la permanenza

Con Sanchez verso l’Espanyol e i due uruguaiani bollati come seconde scelte, quello che in premessa sembrava un asse molto prezioso si è rivelato invece un buco nell’acqua

di Simone Torricini, @TorriciniSimone

Il primo a disertare è stato Carlos Sanchez, per il quale già dalle prime ore di questa mattina era chiaro come Cagliari fosse l’ultima ruota del carro tra le alternative. Per il colombiano si è prima fatto vivo con insistenza il Genoa: Corvino e il diesse rossoblu Perinetti hanno trovato l’accordo, ma Sanchez non gradiva Genova come destinazione; dopodiché, su pressione dello stesso Sanchez, la trattativa per la sua cessione è stata risolta con l’Espanyol. In barba al Genoa stesso, che su di lui puntava per puntellare il centrocampo, ma in barba anche al Cagliari di Diego Lopez, che nei suoi confronti aveva espresso un marcato gradimento.

Tanto fumo e poco arrosto, come si suol dire, ma non solo riguardo a Sanchez. Come è noto da almeno due settimane, infatti, sul taccuino dei dirigenti del Cagliari sono segnati da tempo anche i nomi di Cristoforo e Maxi Olivera, gli altri due esuberi della Fiorentina. Eppure entrambi per ragioni simili sono destinati a non cambiare casacca in questa sessione di mercato. Il motivo? Corvino non è riuscito a trovare delle alternative qualitativamente valide per sostituirli. Quindi il Cagliari si è tutelato, e nelle ultime ore ha preso il 17enne Caligara a titolo definitivo dalla Juventus e Cofie dal Genoa. Secondo quanto raccolto da Violanews.com Cristoforo è stato richiesto più volte, fino a quando il Cagliari (neppure particolarmente convinto dell’ex Siviglia) ha mollato la presa.

Su Maxi Olivera la questione è leggermente meno definitiva, ma in realtà lo spiraglio sull’eventuale cessione è più formale che sostanziale. Infatti, se è vero che in qualità di terzino sinistro i sardi possono contare sul solo neo-arrivato Lykogiannis, oltre all’eventuale adattamento di Padoin, va considerato anche che nella lista delle preferenze della società figura al primo posto Gaetano Letizia, con Maxi Olivera come prima alternativa. Inutile sottolineare come a tre ore dalla fine della sessione sia improbabile un trasferimento dell’ex Penarol.

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. violone - 2 anni fa

    Mah! Domenica ero alla partita. CRISTOFORO e MAXI OLIVERA non c’erano ma abbiamo perso 1 a 4 e quelli che hanno giocato non ci hanno regalato molte soddisfazioni. Non me la sento di dire che la colpa sia dei DELLA VALLE o di CORVINO. Certo quello che è completamente scomparso, prima sul campo e poi sugli spalti, è l’entusiasmo. Certo dare la colpa ai TIFOSI da parte della società e alla SOCIETA’ da parte di noi tifosi non porta niente di buono. Non ho elementi per approfondire l’analisi ma rimane valido il proverbio dei nostri vecchi che recita “chi semina vento, riceve tempesta”. Un saluto e forza viola.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. user-2073653 - 2 anni fa

      Ma le mezze stagioni esistono sempre?

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy