Fiorentina, per Callejon non c’è fretta. Milik resta il sogno, ma adesso c’è un ostacolo in più

Saranno due giorni di mercato infuocati per la società viola

di Redazione VN
Callejon-Milik

Mancano soli due giorni alla fine della sessione estiva di calciomercato, la Fiorentina è ancora in attesa di capire se la questione Chiesa si risolverà o meno (LEGGI). Per il sostituto infatti il nome è sempre lo stesso, José Maria Callejon. Lo spagnolo inoltre è svincolato quindi su questa pista non c’è fretta, potendo l’ex Napoli essere tesserato anche a sessione di mercato conclusa. Per tutte le altre trattative invece il tempo è tiranno. Per il Corriere dello Sport, si continua a guardare con attenzione al grande attaccante. Un bomber che garantisca stabilmente la doppia cifra, che a Firenze manca da anni. Il sogno dei tifosi si chiama Arkadiusz Milik, molto più di Krzys Piatek (SCHEDA), ma il gioco d’incastri al momento pare complicato. Non solo per il pesantissimo ingaggio che il polacco si porta dietro e per il forte interesse del Psg ma anche per una complicazione logistica: Arek è partito per la Polonia e resterà bloccato perché entrato in contatto con i positivi, Zielinski ed Elmas.

Milik

 

6 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. el_sup - 3 settimane fa

    ma come ‘un c’è fretta?
    qui si contraddice ir tenniho!
    c’è maretta in casa viola?
    Peppone lo bocia pe’ 96 minuti tutte le domeniche:
    giocaaa, veloce, giocaaa, veloce, giocaaa, veloce, giocaaa, veloce, giocaaa, veloce..
    artro che ‘un c’è fretta.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Ritornodifiamna - 3 settimane fa

    No c’è fretta.
    Lo capite?!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. DonChinotto - 3 settimane fa

    Milik a parte qualche incognita fisica sarebbe un pezzo da novanta, due spanne sopra a quei 3 messi insieme..purtroppo, visto che è anche ormai bloccato in Polonia, credo che rimarrà fantamercato. Prade’ probabilmente crede di aver preso Eto a gennaio..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Larry_Smith - 3 settimane fa

    La doppia cifra non manca da anni, ma da due mesi: Federico Chiesa, 10 gol

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. 29agosto1926 - 3 settimane fa

      Che fenomeno!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Up The Violets - 3 settimane fa

      Ecco, e questo commento la dice lunga sulla mediocrità cui ci siamo oramai assuefatti.

      La Fiorentina per come la si conosceva, e della quale in tanti ci siamo innamorati, di fatto non esiste più. Al suo posto c’è un ufficio territoriale dell’Agenzia delle Entrate che qualche volta cambia ragione sociale e si trasforma nella sede di un’impresa edile.
      Tutto ciò “grazie” alle due ultime proprietà, che ormai mi pare assodato possano essere accomunate tra di loro perché solo i sempliciotti possono ancora scorgere differenze tra Mr. Okkey e Mr. Foulard.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy