Fari puntati su Berardi con Di Francesco in viola e la cessione di Bernardeschi

Gli scenari di mercato attorno a Berardi, che potrebbe diventare obiettivo viola con una serie di “fortunate” coincidenze

di Redazione VN
Domenico berardi

Tutti vogliono Domenico Berardi: nonostante il lungo stop per infortunio, l’attaccante del Sassuolo non è mai sparito dai radar dei principali club italiani, anzi la concorrenza pare essere addirittura aumentata in questi ultimi giorni. Secondo quanto riporta la Gazzetta di Modena, al di là della Juventus e della sua opzione da far valere a 25 milioni di euro, in corsa da tempo c’è anche l’Inter, in pressing da mesi. Ma Berardi piace molto anche in Inghilterra, e magari potrebbe farsi nuovamente avanti il Liverpool che aveva messo gli occhi addosso al talentuoso attaccante già qualche mese fa.

In casa Sassuolo sanno che a fine stagione, a meno di ribaltoni dell’ultimissima ora, Berardi saluterà la piazza che lo ha cresciuto e lanciato nel calcio che conta. E la rosa delle pretendenti è folta: attenzione infatti anche al Milan e alla Fiorentina, specie se Eusebio Di Francesco dovesse diventare il successore di Paulo Sousa e i viola avessero a disposizione i soldi della cessione di Federico Bernardeschi.

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. vecchio briga - 4 anni fa

    se si vuole costruire una squadra sui giovani, meglio se del vivaio, va coltivato il senso di appartenenza. se dopo un anno bono si vende bernardeschi il senso d’appartenenza se ne va nel cesso. e i tifosi si allontanano sempre di più! ma vi rendete conto che la società è contenta se contro la juve ci saranno 35mila persone?? assurdo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Lore1697 - 4 anni fa

    Il massimo sarebbe prenderlo coi possibili soldi di kalinic oppure vendendo ilicic per una quiniacina di milioni…un 4-2-3-1 con berna,Berardi e chiesa dietro la punta (come punta se hai una trequarti del genere puoi mettere chiunque anche Borriello!!ahahah)poi borja e badelj(per ora,e occhio a cristoforo che secondo me può esplodere a breve)a centrocampo,in difesa Astori,Gonzalo(se resta),maxi olivera (certo vorrei di meglio,ma se pensate che è solo il suo primo anno in serie A le sue prestazioni sono in linea col primo alonso,magari il prossimo anno vedremo di che pasta è fatto sul serio)un terzino destro serio(tomovic come riserva vi scongiuro,ci mette l’anima e lo apprezzo,ma troppo spesso fa cavolate e diks da mandare in prestito dove possa giocare)e in porta sportiello…con la cessione di kalinic questa formazione sarebbe possibile e avremmo una squadra sicuramente più forte di quella attuale…bisognerebbe vedere cosa vuole fare Berardi e la società però,perchè con di Francesco a firenze dovremmo avere qualche chance in più di prenderlo…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Dellone68 - 4 anni fa

    E’ evidente che questi articoli dimostrano in maniera indubitabile che i giornalisti e l’ambiente tutto sanno benissimo quali sono le prospettive future dell’ACF Fiorentina. Quello di vendere sempre e comunque i pezzi migliori. Allora: non si può comprare nessun giocatore di livello perché costano ed i proprietari, in virtù dell’autofinanziamento, non intendono cacciare un soldo. Poi ci sono i buchi di bilancio che appaiono improvvisamente ogni sei mesi, da almeno tre anni a questa parte, che richiedono la dovuta attenzione. Si possono prendere giocatori soltanto in prestito con diritto di riscatto, ne segue che il riscatto oneroso non verrà mai esercitato ed il giocatore resterà soltanto qua a giocare a gratis. Un bel colpo per una società di calcio ed un sontuoso affare. Poi ci sono le cessioni di coloro che, venendo dal vivaio, non costano nulla se non un buon ingaggio nel momento in cui esploderanno. Con conseguente eccezionale plusvalenza. Quanto rimarranno qua questi ragazzi? Assai poco, una bella clausola rescissoria e via. Almeno queste paiono le prospettive alla luce degli attuali fatti. Mi chiedo come si può giustificare tutto questo quando i dirigenti parlano di vivaio, di squadra fatta da giocatori che vengono dalle giovanili se, appena esplodono, hanno già la prospettiva di essere ceduti. Io continuo a urlare di dolore. Se questa è la politica dei Della Valle, vi prego, cedete a chi volete. Non importa che chi viene abbia i vostri stessi denari, anche molto, molto meno ma che almeno si sappia. I giornalisti infine dovrebbero dire a chiare lettere ai tifosi come stanno le cose. Invece ci si concentra sull’allenatore con domande risibili con l’obiettivo di fargli dire “si mi piace andare ad allenare la Juventus”, come se non bastassero le polemiche dei mesi passati quando, a fronte di una dichiarazione poco felice su Bernardeschi il firmamento giornalistico fiorentino si è scatenato contro Sousa. Invece di concentrarsi su questioni poco serie come questa (spero che nessuno si offenda) spieghino tranquillamente e serenamente ai tifosi come stanno le cose: la proprietà vuole solo smobilizzare e guadagnare il massimo possibile in attesa di un nuovo compratore che, al momento, non c’è. Vorremmo la verità ogni tanto e non solo domande capziose. Su Sousa infine, almeno uno di loro ha avuto il coraggio di dire che il gelo che c’è alle conferenze stampa è anche “merito” loro. Saluti e sempre forza viola.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy